Juan Benlloch y Vivó

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juan Benlloch y Vivó
cardinale di Santa Romana Chiesa
Príncep Benlloch. Andorra 165.jpg
Template-Cardinal (Metropolitan Archbishop).svg
Incarichi ricoperti
Nato 29 dicembre 1864, Valencia
Ordinato presbitero 25 febbraio 1888
Nominato vescovo 12 dicembre 1901 da papa Pio X
Consacrato vescovo 2 febbraio 1902 dal vescovo Jaime Cardona y Tur
Elevato arcivescovo 7 gennaio 1919 da papa Benedetto XV
Creato cardinale 7 marzo 1921 da papa Benedetto XV
Deceduto 14 febbraio 1926, Madrid

Juan Bautista Benlloch y Vivó (Valencia, 29 dicembre 1864Madrid, 14 febbraio 1926) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Valencia il 29 dicembre 1864, è stato vescovo di Urgell (e quindi co-principe di Andorra) dal 6 dicembre 1906 al 1919, anno in cui divenne arcivescovo di Burgos, carica che tenne fino alla sua morte.

Papa Benedetto XV lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 7 marzo 1921.

Morì il 14 febbraio 1926 all'età di 61 anni.

È autore del testo di El Gran Carlemany, l'inno nazionale di Andorra.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN16849052 · ISNI (EN0000 0000 6122 9571 · LCCN (ENno98115824 · GND (DE1074858980