Juan Belmonte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juan Belmonte (a destra) insieme a Joselito nella Plaza de Toros di Murcia nell'aprile del 1920

Juan Belmonte García (Siviglia, 14 aprile 1892Utrera, 8 aprile 1962) è stato un torero spagnolo, considerato il fondatore del toreo moderno è uno dei toreri più famosi di tutti i tempi.

Soprannominato "el Pasmo de Triana", ossia "la meraviglia (o "lo stupore") di Triana" (un quartiere di Siviglia), la sua carriera si sviluppò tra il 1913 ed il 1936, quando si ritirò definitivamente dopo aver già abbandonato l'attività due volte, nel 1922 e nel 1934. Nel 1919 fu il protagonista di ben 109 corride, una cifra record che non fu superata per alcuni decenni.

Assieme a Joselito e a Rodolfo Gaona è stato uno dei grandi interpreti dell'età dell'oro del toreo. La sua rivalità con il primo dei due, protrattasi fino al 1920, anno in cui Joselito perse tragicamemte la vita, fece sì che la popolarità del toreo toccasse cime mai raggiunte prima nella società spagnola.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN40476142 · LCCN: (ENn82082591 · ISNI: (EN0000 0000 8119 6973 · GND: (DE11917233X · BNF: (FRcb121725765 (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie