Juan Alfonso de Polanco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Juan Alonso de Polanco (Burgos, 1517Roma, 21 dicembre 1576) è stato un gesuita spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Polanco nacque da un'importante famiglia di Burgos e, probabilmente, tra i suoi antenati c'erano anche ebrei convertitisi al cattolicesimo:[1] studiò filosofia a Parigi e si stabilì poi a Roma dove svolse l'incarico di scrittore apostolico.[2]

Entrò tra i gesuiti nel 1541 e riprese gli studi a Padova. Nel 1547 venne eletto segretario della Compagnia di Gesù, incarico che mantenne anche sotto i suoi successori Diego Laínez e, almeno per un certo periodo, Francesco Borgia. Ebbe un ruolo importante nella stesura delle costituzioni della Compagnia[2] e ne curò la versione in latino da sottoporre all'esame della Santa Sede.

È autore di una monumentale Vita Ignatii Loiolae et rerum Societatis Jesu historia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ J.W. O'Malley, op. cit., p. 14.
  2. ^ a b C. de Dalmases, op. cit., p. 235.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN54197290 · LCCN: (ENnr92039177 · ISNI: (EN0000 0001 2101 4311 · GND: (DE118836811 · BNF: (FRcb122130779 (data) · CERL: cnp00989340