Jozsef Wolfner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Era un borghese, e da noi in Ungheria ci sono borghesi, proletari e boemi, ma il vero borghese non è comune. Wolfner era un vero borghese che aveva come stile di vita la dignità e l’entusiasmo per il lavoro. Sentiva di aderire perfettamente alla frase di Baudelaire che diceva così: “Si deve lavorare, perché il lavoro è meno noioso del divertimento”. Ebbene Wolfner era un uomo che non si annoiava mai. La sua vita era all’insegna della progettazione e della creatività. »
(Dal discorso commemorativo di Ferenc Herceg)

Jozsef Wolfner (Arad, 5 giugno 1856Budapest, 16 febbraio 1932) è stato un editore ungherese, fondatore della casa editrice Singer & Wolfner.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Singer & Wolfner

Si conosce poco della vita di Jozsef Wolfner. Nel 1885, dopo aver terminano gli studi universitari, fondò insieme a Sandor Singer la casa editrice Singer & Wolfner dedita principalmente alla pubblicazione di opere letterarie per ragazzi[1]. Nel 1923 Wolfner trasformò la casa editrice in una società per azioni, diventandone contemporaneamente il presidente e il direttore[2]. Singer & Wolfner divenne presto famosa per le sue edizioni economiche e per la pubblicazione di riviste e libri tra i più importanti dell'epoca. La libreria si trovava a Budapest in via Andrassy al n.16 e al piano superiore dello stesso stabile vi erano gli uffici della casa editrice.

Politiche editoriali[modifica | modifica wikitesto]

Agli inizi del XX secolo Jozsef Wolfner era un uomo d'affari di successo, letterato e colto[3]. Il suo segreto fu la capacità di intuire rapidamente le esigenze dei lettori. Tra gli autori editi dalla Singer & Wolfner vi erano Ferenc Herczeg[4], Geza Gardonyi, Kalman Csatò, Miklos Suranyi, insieme a Beniczky Bajza Lenke e Hedwig Courths-Mahler[5]. L'attenzione di Wolfner era rivolta principalmente sia al gusto della classe media provinciale che della borghesia intellettuale. Si trattava di una letteratura adatta ai ragazzi perché composta da libri semplici, di facile lettura e in edizione economica[6]. I libri di maggiore successo furono le opere di Lajos Posa e di Zsigmond Sebok.

La casa editrice divenne ben presto nota anche per la passione per il collezionismo d'arte e il mecenatismo del suo fondatore Wolfner[7]. Il figlio di quest'ultimo, István Farkas, famoso e riconosciuto pittore[8], seguì la strada del padre diventando anche lui un collezionista d'arte e un mecenate. Collaborò con Jeno Barcsai, Gyula Hincz, Lajos Szalay e Tibor Vilt. Farkas fu anche direttore della casa editrice dal 1932 al 1944, quando la Singer & Wolfner assunse il nome di Istituto Letterario dei Tempi Moderni.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 1885: Serie di romanzi per adulti (1885 -1931). Fino al 1917 pubblicati oltre 500 volumi.
  • 1889: Il mio giornale - rivista per bambini. Redattore Lajos Posa.
  • 1889: Biblioteca economica – raccolta di quaderni economici per ragazzi (350 volumi).
  • 1895: Tempi moderni - rivista settimanale illustrata d'arte e di letteratura classica, per lettori della media borghesia di orientamento conservatore. Redattore: Ferenc Herczeg. I collaboratori erano gli scrittori Sandor Brody e Geza Gardonyi e Kalman Mikszath. Dopo il 1945 il redattore fu il poeta Jozsef Fodor che, per i primi due numeri, collaborò con Lajos Kassak. La rivista venne pubblicata fino al 1949.
  • L'encicopledia dei tempi moderni – in versione di 12 e 24 volumi.
  • 1895: Ragazze Ungheresi - rivista per ragazze adolescenti. Redattrice Anna Tutsek.
  • 1902: Rivista Arte.
  • 1911: Rivista settimanale Osservatorio Ungherese.
  • 1915: Libro di milioni.
  • 1930: - L'Art Hongrois. Edizioni d'arte franco-ungherese sui più importanti pittori ungheresi. Redattore Francois Gachot. Volumi editi: József Rippl-Rónai, Tivadar Kosztka Csontváry, István Nagy, Gyula Derkovits, Jozsef Egry.

Edizioni speciali[modifica | modifica wikitesto]

  • Lajos Biró
  • Sándor Bródy
  • Imre Farkas
  • Pal Farkas
  • Geza Gardonyi
  • Ferenc Herczeg: tutte le opere – 1926 edizione speciale di commemorazione.
  • Gyula Krúdy
  • Karoly Lovik
  • Gyorgy Lorinc
  • Lajos Posa
  • Mihaly Szabolcska
  • Istvan Szomahazy
  • Bela Toth: Aneddoti in sei volumi.
  • Ferenc Gaspar: Intorno alla terra. Prestigiose opere geografiche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ History of the Literary Cultures of East-Central Europe: Junctures and Disjunctures in the 19th and 20th Centuries, Volume 3, Marcel Cornis-Pope, John Neubauer 2007
  2. ^ Magyar Zsido Lexicon, 1929, Peter Ujvary
  3. ^ Katalin S. Nagy: Farkas István. Budapest, 1994
  4. ^ Herczeg Ferenc: Literatur im Kontext
  5. ^ István Farkas, Painter, Books and Magazines Publisher, an Outstanding Representative of the Twentieth Century Hungarian and European Paintings and my Savior during the Siege of Budapest by Andrew P. Fodor 2013
  6. ^ Alessandra Farkas: Pranzo di Famiglia, Sperling&Kupfer Editori, 2006 ISBN 88-200-4059-X
  7. ^ Katalin S. Nagy, Imre Kertész: The Farkas Villa, Beiträge im Ausstellungskatalog des Historischen Museums Budapest, 2005
  8. ^ Katalin S. Nagy, Imre Kertész: The Farkas Villa, Beiträge im Ausstellungskatalog des Historischen Museums Budapest 2005

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Révai Nagylexikon
  • Fábri Anna: Írók, költők, törzshelyek. In: Budapesti Negyed 1993/1.
  • Fülöp Géza: A magyar könyvkultúra története 1945-ig. In: Könyvkiadók és könyvterjesztők Magyarországon. Budapest. 1987.
  • Galli Katalin: A könyv története II. 1550-től a 20. század közepéig. Budapest: Hatágú Síp Alapítvány. 2005.
  • Kókay György: A könyvkereskedelem Magyarországon. Budapest: Balassi Kiadó. 117.o.
  • Jozsef Wolfner (Edizione commemorativa) Singer & Wolfner 1932 – Discorso commemorativo di Ferenc Herczeg.
  • *Alessandra Farkas: Pranzo di Famiglia, Sperling&Kupfer Editori, 2006 ISBN 88-200-4059-X.
  • Elhunyt Wolfner József., huszadikszazad.hu.
  • Farkas István, artportal.hu.
  • Magyar zsidó lexikon, nagypetertibor01.uni.hu.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie