Josué de Castro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Josué Apolônio de Castro

Josué Apolônio de Castro (Recife, 5 settembre 1908Parigi, 24 settembre 1973) è stato un attivista brasiliano, che consacrò la sua vita alla lotta contro la fame.

Muovendo dalla sua esperienza personale — la difficile adolescenza vissuta nel Nord-Est brasiliano — pubblicò numerose opere, tradotte nei più importanti paesi del mondo, tra cui: "Geografia della Fame", "Geopolitica della Fame" e "Il libro nero della Fame".

Ex-deputato, fu presidente della FAO dal 1952 al 1956 e ambasciatore del Brasile alle Nazioni Unite; in seguito, sotto il regime militare brasiliano, fu privato dei diritti politici e mandato in esilio.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46875949 · ISNI (EN0000 0001 2131 1789 · LCCN (ENn50038278 · GND (DE132149974 · BNF (FRcb125570570 (data) · BNE (ESXX1051448 (data) · WorldCat Identities (ENn50-038278