Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Josip Šimunić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Josip Šimunić
3 Simunic.JPG
Nazionalità Croazia Croazia
Altezza 195 cm
Peso 87 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Dinamo Zagabria
Carriera
Squadre di club1
1995-1997 Melbourne Knights 30 (3)
1997-2000 Amburgo 8 (0)
2000-2009 Hertha Berlino 222 (3)
2009-2011 Hoffenheim 41 (1)
2011-2014 Dinamo Zagabria 62 (3)
Nazionale
2001-2013 Croazia Croazia 105 (3)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 dicembre 2013

Josip Šimunić (pron. ˈjɔsip ˈʃimunitɕ; Canberra, 18 febbraio 1978) è un ex calciatore croato, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Australia da genitori croati di Bosnia-Erzegovina, inizia la carriera nel paese oceanico per poi approdare in Germania, prima all'Amburgo e dal 2000 all'Hertha Berlino. Con la sua nazionale ha partecipato al campionato del mondo 2002 e al campionato del mondo 2006. È stato inoltre convocato per il campionato d'Europa 2004, per il campionato d'Europa 2008 e per il campionato d'Europa 2012. Al Mondiale 2006, è stato ammonito per tre volte, erroneamente, dall'arbitro Graham Poll durante la gara contro l'Australia, prima di venire espulso.

Lo stesso arbitro ha successivamente chiarito la svista, dicendo di essere stato tratto in inganno dall'accento australiano con cui parlava il giocatore, nato proprio in tale paese. Dopo 9 stagioni con la maglia dell'Hertha Berlino, viene acquistato il 30 giugno 2009 dall Hoffenheim per circa 7 milioni di euro; sigla un contratto triennale.

Il 31 agosto 2011, nelle ultime ore di mercato, viene ufficializzato il passaggio del giocatore alla Dinamo Zagabria.

Il 19 novembre 2013, durante i festeggiamenti per la qualificazione ai mondiali del 2014 in Brasile, grida alla folla Za dom - spremni! (traducibile come Per la patria - pronti!), che era il grido di battaglia degli ustascia durante la Seconda guerra mondiale: in conseguenza di ciò, venne multato di 3.200 € dalla sua federazione, e inoltre viene squalificato per 10 giornate dalla FIFA e costretto a saltare l'intera spedizione per i mondiali in Brasile. Il 20 marzo 2014 la FIFA respinge il ricorso del giocatore e della federcalcio croata per ridurre le giornate di squalifica aggiungendo un'ammenda di 30.000 franchi svizzeri.[1]

Il 14 dicembre 2014 si ritira ufficialmente dal calcio professionista.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Melbourne Knights: 1996
Hertha Berlino: 2001, 2002
Dinamo Zagabria: 2011-2012
Dinamo Zagabria: 2011-2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Croatia Defender Joe Simunic Led Crowd In Apparent Pro-Nazi Chant To Celebrate World Cup Berth, huffingtonpost.com, 20 novembre 2013. URL consultato il 6 maggio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Josip Šimunić, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • (DE) Josip Šimunić, su FussballDaten.de, Fussballdaten Verlags GmbH.