Josh Powell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Josh Powell
Josh Powell 2010 cropped.jpg
Powell con la maglia dei Los Angeles Lakers
Nome Joshua Dominique Rajae Powell
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 206 cm
Peso 109 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala grande
Squadra Changwon Sakers
Carriera
Giovanili
Riverdale High School
2001-2003NC St. Wolfpack
Squadre di club
2003-2004Lokomotiv Rostov
2004Scafati Basket18
2004S.C. Lightning 12
2004-2005Juvecaserta30 (498)
2005-2006Dallas Mavericks 37 (110)
2006Fort Worth Flyers 3
2006-2007Indiana Pacers 7 (12)
2007Golden St. Warriors 30 (104)
2007-2008L.A. Clippers64 (353)
2008-2010L.A. Lakers123 (419)
2010-2011Atlanta Hawks 54 (224)
2011-2012Liaoning Fl. Leo.s32 (534)
2012Neuchâtel
2012Brujos de Guayama 14 (225)
2012-2013Olympiakos18 (154)
2013-2014Guangdong Tigers 34 (491)
2014Barangay Gin. S. Mi.2 (16)
2014Houston Rockets1 (4)
2015-2016San Lorenzo25 (206)
2016Mayagüez 20 (429)
2016Luoyang
2016-2017Sydney Kings 27 (255)
2017Trotamundos 27 (362)
2017-Changwon Sakers
Carriera da allenatore
2014-2015Houston Rockets(vice)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2017

Joshua "Josh" Powell (Charleston, 25 gennaio 1983) è un cestista e allenatore di pallacanestro statunitense.

Carriera nella NBA[modifica | modifica wikitesto]

Uscito dal college si dichiarò eleggibile per il draft NBA 2003. Non venne selezionato da nessuna squadra e dovette accasarsi prima in Russia, al Lokomotiv Rostov, poi in Italia all'Eurorida Scafati e alla Pepsi Caserta, entrambe le volte in Legadue. Qui impressionò molto positivamente il pubblico, e trascinò la sua squadra ad un passo dalla Serie A, diventando per tutti "Air Joshua"[senza fonte].

Fu preso successivamente dai Dallas Mavericks nei quali non trovò tuttavia molto spazio. Giocò 37 partite con 11 minuti di media, e totalizzò 3,5 punti, 2,5 rimbalzi di media col 45,2% da due e l'80% ai liberi. Nel 2005-06 passò agli Indiana Pacers che lo utilizzarono in sole sette gare.

A metà stagione passò ai Golden State Warriors che lo utilizzarono in 30 partite. Migliorò al tiro da due (57,2%) e calò ai liberi (73%), e prese 2,3 rimbalzi, ma il minutaggio rimase sempre scarso. Nell'estate 2007 Powell si trasferì a Los Angeles, sponda Clippers. In quella stagione venne utilizzato come riserva in grado di dare un buon contributo alla partita e, giocando quasi 20 minuti a partita, totalizzò 6,0 punti, 5,3 rimbalzi, il 46% da due e il 73,5% dalla lunetta, arrivando anche alla doppia-doppia in due occasioni.

Il 14 agosto 2008 firmò con i Los Angeles Lakers: in canotta gialloviola partì quasi sempre dalla panchina giocando una sola partita da titolare su 60, ma a fine anno vinse il titolo di campione NBA. L'anno successivo i losangelini vinsero nuovamente il titolo, con Powell in rosa. Il 26 giugno 2010 firmò un contratto con gli Atlanta Hawks, con cui disputò nuovamente in play-off senza partire in quintetto base.

Nell'estate 2011, complice il lockout NBA 2011-2012 che bloccò l'avvio della stagione NBA, si accordò con i Liaoning Dinosaurs accettando il regolamento della lega cinese che impediva un eventuale ritorno nella NBA fino al termine della stagione, ovvero il marzo seguente.[1]

Il 30 settembre 2013 firma per i New York Knicks.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Ricopre il ruolo di ala grande, ma in alcuni casi è stato impiegato anche come centro, dimostrando una buona duttilità tattica. È molto forte fisicamente ed ha una buona attitudine al rimbalzo. Oltre che abilità sotto canestro ha anche un discreto tiro dalla media distanza, se la cava anche in difesa.[senza fonte]

Record personali[modifica | modifica wikitesto]

Punti 3 punti messi rimbalzi offensivi rimbalzi difensivi rimbalzi totali assist palle recuperate stoppate minuti giocati
22 1 7(2 volte) 10 13 5 2(2 volte) 3 51

Statistiche nella stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: PG=Partite giocate PT=Partite da titolare MPG=Minuti per gara PPG=Punti per gara SPG=Palle rubate per gara RPG=Rimbalzi per gara APG=Assist per gara BPG=Stoppate per gara.

Stagione Squadra PG PT MPG PPG SPG RPG APG BPG
2005-06 Dallas Mavericks 37 2 11,6 3,0 0,2 2,2 0,2 0,1
2006-07 Indiana Pacers 7 0 9,1 1,7 0,0 2,7 0,4 0,0
2006-07 Golden St. Warriors 30 0 9,6 3,5 0,2 2,3 0,6 0,4
2007- 08 L.A. Clippers 64 25 19,2 5,5 0,2 5,2 0,7 0,4
2008-09 L.A. Lakers 60 1 11,7 4,2 0,2 2,9 0,5 0,3
2009-10 L.A. Lakers 63 0 9,2 2,7 0,1 1,8 0,6 0,1
2010-11 Atlanta Hawks 54 0 12,1 4,1 0,1 2,5 0,4 0,1

Statistiche nei play-off[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: PG=Partite giocate PT=Partite da titolare MPG=Minuti per gara PPG=Punti per gara SPG=Palle rubate per gara RPG=Rimbalzi per gara APG=Assist per gara BPG=Stoppate per gara.

Stagione Squadra PG PT MPG PPG SPG RPG APG BPG
2005-06 Dallas Mavericks 6 0 4,2 0,0 0,0 0,3 0,2 0,0
2006-07 Golden St. Warriors 4 0 1,5 0,3 0,0 0,3 0,0 0,2
2008-09 L.A. Lakers 14 0 5,2 2,1 0,0 1,2 0,3 0,1
2009-10 L.A. Lakers 13 0 3,1 0,7 0,0 0,5 0,1 0,0
2010-11 Atlanta Hawks 9 0 5,3 1,1 0,0 1,0 0,1 0,0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Los Angeles Lakers: 2009, 2010
Olympiakos: 2012-2013

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • È laureato in business management alla N.C. State University, ama giocare a polo ed è un appassionato di musica leggera.
  • Il 12 marzo 2011 è stato arrestato prima di una partita, poiché imbottigliato nel traffico si rifiutò di spostare la propria automobile che intralciava il passaggio di un'ambulanza.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]