Joseph Zoderer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Joseph Valentin Zoderer

Joseph Valentin Zoderer (Merano, 25 novembre 1935) è uno scrittore italiano di lingua tedesca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Joseph Valentin Zoderer è vissuto in Alto Adige fino all'età di cinque anni. Nel 1940 la sua famiglia optò per la cittadinanza tedesca e si trasferì a Graz. All'età di 13 anni Joseph si trasferì a Widnau (Svizzera) per frequentare il Ginnasio.

La sua famiglia tornò in Italia nel 1949 mentre Joseph rimase in Svizzera a proseguire il Ginnasio per altri tre anni. Frequentò le scuole superiori a Bressanone e a Bolzano. Ottenne il diploma di maturità nel 1957 a Merano. Dal 1957 fino al 1967 studiò giurisprudenza, filosofia, psicologia e teatro presso l'Università di Vienna. Non concluse gli studi, ma lavorò contemporaneamente come giornalista pressò i quotidiani "Kurier", "Kronen Zeitung" e "Die Presse".

Negli anni cinquanta pubblicò poesie e brevi prose. Il suo interesse per la letteratura si rafforzò a seguito della partecipazione alle Österreichische Jugendkulturwochen (settimane culturali giovanili austriache) del 1965 e del 1969. Dal 1970 viaggió in Canada, negli Stati Uniti d'America e in Messico. Dal 1971 fino al 1981 Zoderer lavorò presso la radio RAI di Bolzano. Il suo esordio come romanziere è del 1976 con Das Glück beim Händewaschen, edito in italiano nel 1987 col titolo La felicità di lavarsi le mani. Prima ancora esordì in Italia come scrittore del romanzo L' "Italiana". Zoderer vive attualmente in Val Pusteria e ha una casa a Brunico.

Nel 2010 si organizzò a Brunico, in occasione del 75simo compleanno di Zoderer, una festa letteraria internazionale, presenti fra gli altri Peter Handke, Tim Parks e Nanni Balestrini, amici e estimatori dello scrittore sudtirolese.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Zoderer ha vinto diversi premi letterari rinomati, fra cui in Italia nel 1986 il Premio Catullo di Sirmione, nel 1986 il Premio ITAS di Trento, nel 2000 il Premio Rotary della Regione Trentino-Alto Adige, nel 2003 il premio intitolato a Hermann Lenz, nel 2007 la borsa letteraria bandita dalla città di Calw intitolata a Hermann Hesse e nel 2012 il Premio Ostana. Nel 2015 conferimento della cittadinanza onoraria da parte della città di Merano.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 'S Maul auf der Erd oder Drecknuidelen kliabn. München: Relief 1974. (Südtiroler Mundartlyrik)
  • Die elfte Häutung. München: Relief 1975. (Lyrikband)
  • Das Glück beim Händewaschen. München: Relief 1976. (Roman)
    • La felicità di lavarsi le mani, romanzo, trad. di Umberto Gandini, Milano: Mondadori, 1987
  • Pappendeckelgedichte. Eppan: Verlag Galerie Prielhof, 1979. (Lyrikband)
  • Die Walsche. München: Hanser, 1982. (Roman)
    • L'"Italiana", romanzo, trad. di Umberto Gandini, Milano: Mondadori, 1985
  • Lontano. München: Hanser, 1984. (Roman)
    • Lontano, romanzo, trad. di Umberto Gandini, Milano: Mondadori, 1986
  • Dauerhaftes Morgenrot. München, Wien: Hanser, 1987. (Roman)
    • Il silenzio dell'acqua sotto il ghiaccio, romanzo, trad. di Magda Olivetti, Torino: Einaudi, 1989
  • Schlaglöcher. Dauerwellenroman. Bozen: Edition Raetia, 1993. (Roman)
  • Die Ponys im zweiten Stock. Bd. 2. Bozen: Edition Raetia,1994. (Erzählband)
  • Das Schildkrötenfest. München: Hanser, 1995. (Roman)
    • La notte della grande tartaruga, romanzo, trad. di Giovanna Agabio, Torino: Einaudi, 1996
  • Und doch das Schweigen verloren. Meran: Offizin, 1995. (Prosafragment)
  • Der andere Hügel. Bd. 3. Bozen: Edition Raetia, 1995. (Roman)
    • L'altra collina, romanzo, Rovereto: Zandonai, 2007
  • Als Anja dem Christkind entgegenging. München: Hanser, 1996. (Roman)
  • Der Schmerz der Gewöhnung. München, Wien: Hanser, 2002. (Roman)
    • Il dolore di cambiare pelle, romanzo, trad. di Giovanna Agabio, Milano: Bompiani, 2005
  • Wir gingen. Ce n'andammo. Bolzano: Edition Raetia, 2005. (Zweisprachiger Erzählband)
  • Der Himmel über Meran. München, Wien: Hanser, 2005. (Erzählband)
  • Liebe auf den Kopf gestellt. München, Wien: Hanser, 2007. (Lyrikband)
  • Die Farben der Grausamkeit. Innsbruck: Haymon, 2011. (Roman)
    • I colori della crudeltà, romanzo, trad. di Giovanna Agabio, Milano: Bompiani, 2015
  • Mein Bruder schiebt sein Ende auf. Zwei Erzählungen. Innsbruck: Haymon, 2012. (Erzählband)
  • Hundstrauer. Innsbruck: Haymon, 2013 (Lyrik)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bernhard Arnold Kruse, Wider den Nationalismus – oder von den Schwierigkeiten eines interkulturellen Lebens. Zu den Südtirolromanen von Joseph Zoderer, Bielefeld: Aisthesis, 2012
  • Text und Kritik, Zeitschrift für Literatur, Heft 188, Joseph Zoderer, München: Richard Boorberg Verlag, Oktober 2010
  • Dossier 29, Joseph Zoderer, Editore Höfler und Scheichl, Graz: Verlag Droschl, 2010
  • Giuditta Pedrazzoli, Joseph Zoderer. Die Rezeption in Italien, Innsbruck: VDM Verlag Dr. Müller, 2010

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN119482254 · LCCN: (ENn87893953 · SBN: IT\ICCU\CFIV\019990 · ISNI: (EN0000 0001 1086 0889 · GND: (DE119530813 · BNF: (FRcb12291255q (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie