Josep Irla i Bosch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Josep Irla i Bosch
Josep Irla Generalidad.jpg

Presidente della
Generalitat de Catalunya

(in esilio)
Durata mandato 15 ottobre 1940 –
7 agosto 1954
Predecessore Lluís Companys i Jover
Successore Josep Tarradellas i Joan

Presidente del
Parlamento della Catalogna
Durata mandato 1° ottobre 1938 –
15 ottobre 1940
Predecessore Joan Casanovas i Maristany
Successore Antoni Rovira i Virgili

Dati generali
Partito politico UFNR (1910-1917)
ERC (1931-1958)
Tendenza politica Nazionalismo catalano
Indipendentismo catalano
Professione Imprenditore

Josep Irla i Bosch (Sant Feliu de Guíxols, 24 ottobre 1874Saint-Raphaël, 19 settembre 1958) è stato un politico spagnolo, presidente della Generalitat de Catalunya in esilio. Succedette a Lluís Companys.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Josep Irla nacque a Sant Feliu de Guíxols; fu il primo di tre fratelli.

Venne eletto deputato al Parlamento di Catalogna e successivamente (1932) al Parlamento spagnolo.

Fu membro di Esquerra Republicana de Catalunya e occupò il ruolo di presidente del Parlamento di Catalogna dalla morte di Lluís Companys (1940) fino alla vittoria franchista e successivamente, dopo che Francisco Franco ebbe soppresso la Generalitat de Catalunya, fu presidente di quest'ultima in esilio.

Fece parte, insieme ad altri politici catalani, del governo catalano in esilio, di cui Josep Tarradellas fu presidente. Si dimise da quest'ultimo nel 1954 e morì quattro anni più tardi, in Francia.

Josep Tarradellas gli succedette alla presidenza della Generalitat.

Fu membro della Massoneria[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Els maçons/es catalans/es sul sito ufficiale del Grande Oriente di Catalogna.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN40713438 · ISNI (EN0000 0001 2129 427X · LCCN (ENn82034600 · GND (DE14234284X · BNF (FRcb16511834t (data)