Josè Felix de Lequerica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Josè Félix de Lequerica Erquiza (Bilbao, 30 gennaio 1891Getxo, 9 giugno 1963) è stato un politico e diplomatico spagnolo, ministro degli esteri durante i primi anni del franchismo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanissimo, fu deputato monarchico dal 1916 al 1923. Nel 1921 fu sottosegretario nel governo di Antonio Maura. Nel 1931 iniziò a collaborare con Ramiro Ledesma Ramos e nel 1936 aderì alla Falange spagnola. Per i nazionalisti fu dal 1938 al 1939 sindaco di Bilbao.

Fu nominato da Franco ambasciatore a Parigi e poi a Vichy dal 1939 al 1944. Nell'agosto 1944 divenne ministro degli Esteri, mantenendo tale carica fino a luglio 1945. Alla fine di quell'anno divenne "ispettore generale d'ambasciata", con sede a Washington, con l'incarico di ristabilire le relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti. Dal 1951 al 1953 fu quindi ambasciatore negli Stati Uniti. Divenuto vice presidente delle Cortes, fino a quando nel 1955 divenne delegato permanente della Spagna presso l'ONU.

Morì a Getxo, presso Bilbao, nel 1963.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • B. Palmiro Boschesi, Il chi è della Seconda Guerra Mondiale, vol. 1, Milano, Mondadori Editore, 1975, p. 330.
Controllo di autoritàVIAF (EN80473647 · ISNI (EN0000 0001 1772 3588 · LCCN (ENn91019114 · GND (DE136066399 · BNF (FRcb125739030 (data)