Jon Lester

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jon Lester
Jon Lester Game 5 of 2016 NLCS 8.jpg
Lester con la maglia dei Cubs nel 2016
Nome Jonathan Tyler Lester
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Ruolo Lanciatore partente
Squadra Chicago Cubs
Carriera
Squadre di club
2006-2014Boston Red Sox
2014Oakland Athletics
2015-Chicago Cubs
Statistiche
Batte sinistro
Lancia sinistro
Basi su ball 704
Strikeout 2041
Punti concessi 853
Media PGL 3,51
Inning totali 2 184,1
Salvezze 0
Vittorie 159
Sconfitte 92
Rapporto vittorie 0,633
Palmarès
World Series 3
All-Star 4
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 4 novembre 2017

Jonathan Tyler Lester (Tacoma, 7 gennaio 1984) è un giocatore di baseball statunitense che gioca nel ruolo di lanciatore partente per i Chicago Cubs della Major League Baseball (MLB).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

High school[modifica | modifica wikitesto]

Lester ha frequentato la Bellarmino Prep a Tacoma, una scuola superiore dello stato di Washington, dove è stato tre volte MVP e tre volte selezionato per l'All-Star. Inoltre, è stato nominato Gatorade State Player of the Year per la città di Washington nel 2000.

Major League[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

I Red Sox hanno scelto Lester nel secondo turno (scelta numero 57 complessiva) nel draft del 2002. Lester è salito rapidamente all'interno dell'organizzazione dei Red Sox nelle varie leghe minori, registrando un record di 11-6, con una media PGL (ERA) di 2,61 e 163 strikeout nel team affiliato dei Portland Sea Dogs in Doppio AA nel 2005.

È stato votato in quell'anno lanciatore dell'anno della Eastern League nonché lanciatore dell'anno delle leghe minori per i Red Sox ed è stato selezionato come lanciatore mancino per la squadra All-Star della lega a fine anno.

2006[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 giugno 2006 Jon Lester debuttò nella MLB, contro i Texas Rangers.

Alla fine di agosto gli fu diagnosticato un linfoma a grandi cellule anaplastico[1], che mise fine anticipatamente alla sua stagione. Complessivamente aveva messo a referto una media PGL di 4,76 in 81.1 riprese lanciate, con 60 strikeout e un record di vittorie-sconfitte di 7 a 2. A dicembre i medici lo dichiararono guarito.[1]

2007[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i gravi problemi di salute dell'anno precedente, nella stagione 2007 Lester giocò 12 partite nella regular season. Fu il lanciatore vincente di gara 4 delle World Series 2007, che i Red Sox si aggiudicarono contro i Colorado Rockies.

2008[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008, Lester ha chiuso la stagione con un record positivo di 16 vittorie e 6 sconfitte con una media PGL di 3.21, superando anche quota 150 strikeout. Ha lanciato un no-hitter e uno shutout alla sua prima partenza allo Yankee Stadium.

È stato nominato il lanciatore del mese dell'American League (AL) a luglio e settembre. Lester ottenne la seconda percentuale più alta di vittorie di tutti i lanciatori partenti negli ultimi tre anni (27-8, con una media di .771), e fu il primo lanciatore dei Red Sox per riprese lanciate (210.3).

2009[modifica | modifica wikitesto]

L'8 marzo 2009 Lester ha firmato un prolungamento del suo contratto con i Red Sox per cinque anni, dal valore complessivo di 30 milioni di dollari con un'opzione di 14 milioni di dollari di squadra nel 2014.[2]

Il 14 agosto 2009 Lester mise strike-out 10 battitori per la sesta volta nella stagione 2009, stabilendo così il record per un lanciatore mancino dei Red Sox.

Chiuse la stagione 2009 con un record di 15 vittorie a fronte di 8 sconfitte, 225 strikeout (3° nella AL), una media PGL di 3,41 (5° nella AL) in 203 riprese lanciate.

2010[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di aprile Lester vinse cinque delle sei partenze, con un record di 5-0, una media PGL di 1,84 e 45 strikeout. Fu nominato il lanciatore dell'American League del mese per la terza volta in carriera.

Il 16 giugno ha vinto la sua partita numero 50 contro gli Arizona Diamondbacks.

Lester fu per la prima volta in carriera selezionato per l'All-Star Game nella squadra dell'American League. Ha finito la stagione con 19 vittorie, una media PGL di 3,25, e al 4º posto assoluto nelle Majors in strikeout (225).

2011[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 Lester fu il lanciatore partente nella prima gara della stagione per i Red Sox, contro Texas. È stato selezionato per partecipare all'All-Star Game nelle file dell'American League, in sostituzione di Félix Hernández. Ha avuto una stagione solida per il secondo anno di fila fra i primi 5 lanciatori della lega. Ha finito la stagione con un record di 15-9 con una media PGL di 3,41 e con 182 strikeout. Ha concluso nella top 20 in strikeout (11), vittorie (10°) e media PGL (17°).

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Boston Red Sox: 2007, 2013
Chicago Cubs: 2016

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2010, 2011, 2013, 2016
  • Babe Ruth Award: 1
2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Jon Lester, su MLB.com, MLB Advanced Media.
  • (EN) Jon Lester, su ESPN.com, ESPN Internet Ventures.
  • (EN) Jon Lester, su baseball-reference.com, Sports Reference LLC.
  • (EN) Jon Lester, su fangraphs.com, Fangraphs Inc.
  • (EN) Jon Lester, su The Baseball Cube, Gary Cohen.
  • (EN) Jon Lester, su baseball-reference.com (Minors), Sports Reference LLC.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie