Johnny Mnemonico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Johnny Mnemonico
Titolo originaleJohnny Mnemonic
AutoreWilliam Gibson
1ª ed. originale1981
1ª ed. italiana1989
Genereracconto
Sottogenerefantascienza cyberpunk
Lingua originaleinglese
AmbientazioneFuturo prossimo
ProtagonistiJohnny
Altri personaggiMolly Million
SerieTrilogia dello Sprawl

Johnny Mnemonico (Johnny Mnemonic) è un racconto di fantascienza di William Gibson, pubblicato nel 1981 e candidato al premio Nebula per il miglior racconto breve nello stesso anno.[1]

Dall'opera è stato liberamente tratto il film Johnny Mnemonic del 1995.[2]

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Il racconto, appartenente al filone cyberpunk, venne scritto nel 1980 ed è la seconda prova dell'autore in campo narrativo;[3] venne pubblicato nel 1981 nel numero di maggio della rivista Omni e successivamente incluso nell'antologia La notte che bruciammo Chrome (Burning Chrome) del 1986.[4]

Johnny Mnemonico introduce lo scenario cyberpunk della Trilogia dello Sprawl composta dai tre romanzi successivi Neuromante (Neuromancer 1984), Giù nel ciberspazio (Count Zero 1986) e Monna Lisa Cyberpunk (Mona Lisa Overdrive 1988). Come anche i successivi racconti La notte che bruciammo Chrome (Burning Chrome, 1981) e New Rose Hotel (1984), ricorda lo stile hard boiled degli anni trenta ed è narrato in prima persona dal protagonista.[4][5]

L'opera è stata candidata nel 1982 al premio Nebula per il miglior racconto breve pubblicato nel 1981.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

«Siamo un'economia fondata sull'informazione. Lo insegnano anche a scuola. Quello che non dicono è che è impossibile muoversi, vivere, operare a qualunque livello senza lasciare tracce, segni, frammenti di informazione apparentemente privi di significato. Frammenti che possono essere recuperati e amplificati...»

(William Gibson, Johnny Mnemonico[6])

Johnny è un contrabbandiere di dati che nasconde su di sé grazie a un impianto cibernetico impiantatogli chirurgicamente nel cervello. Il sistema gli permette di memorizzare una grande quantità di informazioni digitali ma non gli consente di poterle scaricare a piacimento poiché protette da password che solo il destinatario può sbloccare. I suoi clienti sono pericolosi criminali tra cui Ralfi Face che ha usato la capacità di Johnny per trasportare delle informazioni, scoprendo troppo tardi che i dati erano stati sottratti alla Yakuza. Ralfi, conscio della pericolosità della consegna, rifiuta di scaricare le informazioni e di pagare Johnny.[6]

Johnny avvicina Ralfi in un locale, il Drome, e lo minaccia con un fucile a canne mozze per costringerlo a farsi dare la password per accedere alle informazioni. Lewis, la guardia del corpo di Ralfi, lo immobilizza utilizzando un'apparecchiatura elettronica che agisce sulle terminazioni nervose di Johnny. A salvarlo giunge inaspettata Molly Million,[7] una ragazza chirurgicamente e geneticamente modificata che lavora come guardia del corpo. Intuendo la possibilità di un ingaggio, uccide Lewis, mette fuori uso il "disruttore neuronale" e mette in salvo Johnny fuori dal locale, costringendo Ralfi a seguirli. Davanti al Drome li aspetta un killer della Yakuza, anch'egli modificato, che uccide Ralfi ma non riesce a eliminare Johnny, che gli spara con il suo fucile mancandolo ma mettendolo in fuga.[6]

Molly ha un'idea per forzare la password che impedisce di scaricare le informazioni custodite nella testa di Johnny e si reca in un luna park dove, in una vasca, vive Jones, un delfino senziente. L'animale è il frutto di sperimentazioni genetiche e cibernetiche della Marina militare, che lo aveva modificato chirurgicamente e reso tossicodipendente per costringerlo a lavorare in operazioni di guerra. Tra gli impianti di Jones vi è un microchip speciale, lo "squid" che riesce a eludere il blocco dei dati e a rivelare la password per scaricare le informazioni dalla testa di Johnny. Molly e Johnny scoprono che i dati scaricati sono i progetti su rivoluzionarie invenzioni della multinazionale Ono-Sendai che la Yakuza aveva rubato per rivenderle alla stessa azienda. I due fanno un backup dei progetti mettendone in salvo una copia e inviandone un'altra alla mafia giapponese, minacciando di rendere pubbliche le informazioni qualora fossero stati uccisi.[6]

Durante la fuga Molly e Johnny si accorgono di essere ancora seguiti dal killer del Drome e si rifugiano nei bassifondi della città dove vive una comunità di ragazzi, i Lo Tek che rifiuta la tecnologia. Il loro capo, Cane, è amico di Molly e gli concede rifugio e aiuto. Quando il killer li raggiunge, Molly lo sta aspettando sul "Campo della Morte", un'arena di gioco formata da cavi sospesi sui quali i Lo Tek si affrontano in un pericolosissimo sport. Molly è più veloce e brava del killer e lo uccide rapidamente. L'epilogo vede Johnny e Molly trasferitisi a vivere con i Lo Tek. Grazie all'aiuto di Jones, diventato loro socio in affari, man mano sbloccano le informazioni depositate nell'impianto cerebrale di Johnny dai suoi ex clienti e le rivendono al miglior offerente. La Yakuza non si è più fatta viva, forse convinta, dopo il ricatto, nella convenienza a lasciarli vivi.[6]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Johnny
Contrabbandiere di informazioni. Ha un impianto cerebrale che gli permette di nascondere nella testa una quantità impressionante di dati che possono essere scaricati solo dall'acquirente, in possesso di password.
Ralfi Face
Pericoloso criminale. Ha assoldato Johnny per contrabbandare delle informazioni sottratte inconsapevolmente alla Yakuza. Accortosi dell'errore decide di non liberare Johnny dalle informazioni nascoste nel suo cervello. Muore ucciso da un killer della mafia giapponese.
Molly Million[7]
Guardia del corpo chirurgicamente e geneticamente modificata. Propone prima i suoi servigi a Ralfi Face ma accetta l'ingaggio di Johnny che le offre una cifra nettamente superiore. È dotata di unghie retrattili affilate come rasoi, capacità atletiche artificialmente potenziate e impianti ottici che ne aumentano la vista. Riappare nel romanzo Neuromante e, con il nome di Sally Shears, in Monna Lisa Cyberpunk entrambi scritti dallo stesso Gibson.[4]
Jones
È un delfino senziente e tossicodipendente, risultato di manipolazioni genetiche e innesti militari che lo hanno trasformato in un cyborg. È capace di forzare i codici che proteggono le informazioni immagazzinate nei cervelli dei corrieri di informazioni. A lui si rivolgono Molly e Johnny per recuperare i dati custoditi nella sua mente.
Cane
Il giovane capo della comunità Lo Tek che vive nei bassifondi della città. Amico di Molly.

Opere derivate[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995 dal racconto è stato tratto il film Johnny Mnemonic per la regia di Robert Longo con l'attore Keanu Reeves nella parte del protagonista.[2] Alla sceneggiatura, scritta dieci anni dopo la pubblicazione del racconto che ha ispirato la pellicola, ha lavorato lo stesso Gibson in stretta collaborazione con il regista.[4]

In occasione dell'uscita dell'omonimo film, sempre nel 1995, è stato pubblicato un volume che conteneva il racconto accompagnato dalla sceneggiatura originale.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 1982 Nebula Awards, su The Locus Index to SF Awards. URL consultato il 12 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2011).
  2. ^ a b Morandini, Johnny Mnemonic, Repubblica.it. URL consultato il 12 marzo 2015.
  3. ^ William Gibson Interview by Giuseppe Salza, 1994 testo disponibile sul Progetto Gutenberg
  4. ^ a b c d (EN) Tom Henthorne, William Gibson: A Literary Companion, McFarland Literary Companions, vol. 12, McFarland, 2011, ISBN 978-0-7864-8693-9.
  5. ^ Dall'introduzione di Bruce Sterling a: Gibson (1999)
  6. ^ a b c d e Gibson (1999)
  7. ^ a b Millions nella versione inglese del racconto.
  8. ^ Gibson (1995)

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]