John Roddam Spencer Stanhope

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
John Roddam Spencer Stanhope ritratto dalla nipote Evelyn De Morgan

John Roddam Spencer Stanhope (Cawthorne, 20 gennaio 1829Bellosguardo, 2 agosto 1908) è stato un pittore inglese della corrente artistica dei Preraffaelliti.

Robin of Modern Times (1860) Tate Gallery

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di nobile famiglia, nacque nel palazzo di Cannon Hall, nello Yorkshire, e studiò presso le prestigiose scuole di Eton e Oxford.

Contro il parere dei genitori intraprese la carriera artistica: nel 1850 iniziò a Londra il suo apprendistato presso il pittore simbolista George Frederic Watts, ma se ne distaccò presto dopo essere entrato in contatto con i preraffaelliti Dante Gabriel Rossetti e Edward Burne-Jones, del quale fu uno dei maggiori seguaci.

Realizzò numerose opere, principalmente a soggetto allegorico e mitologico, ponendo grande cura nella rappresentazione dei paesaggi di sfondo.

Affetto da asma, nel 1880 si stabilì in Italia: morì nel 1908 in Villa Nutti, sulla collina di Bellosguardo, presso Firenze. Anche sua nipote Evelyn De Morgan fu un'affermata pittrice.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN51218915 · ISNI (EN0000 0001 1762 8679 · Europeana agent/base/93606 · LCCN (ENnb2007027202 · GND (DE143557033 · ULAN (EN500030682 · CERL cnp01281674 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2007027202