John Richardson (attore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

John M. Richardson (Worthing, 19 gennaio 1934[1]) è un attore britannico, maggiormente attivo nel cinema italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Comincia la carriera d'attore in patria alla fine degli anni cinquanta, riscuotendo un certo successo col film Un milione di anni fa (1966) di Don Chaffey e grazie ad altre produzioni dalla celebre casa di produzione inglese Hammer, tra cui La dea della città perduta (1969) di Robert Day.

Nel contempo inizia ad apparire anche in film italiani, tra cui il famoso La maschera del demonio (1960) di Mario Bava, a cui seguono, tra gli altri, Anna, quel particolare piacere (1973) di Giuliano Carnimeo, I corpi presentano tracce di violenza carnale (1973) di Sergio Martino, L'anatra all'arancia (1975) di Luciano Salce, fino al più recente La chiesa (1989) di Michele Soavi.

Quale collezionista di automobili, si racconta che non di rado ne pretendeva una per partecipare ad un film.[1]

Abbandonate definitivamente le scene all'inizio degli anni novanta, si è dedicato ad un'altra passione, la fotografia.[1]

È stato sposato con l'attrice jamaicana Martine Beswick.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

TV[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d The Internet Movie Database

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 27020109 · LCCN: nr2005006669 · GND: 1052365248 · BNF: cb14220467v (data)