John Phillip Law

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Phillip Law con Marisa Mell nel film Diabolik (1968) di Mario Bava

John Phillip Law (Hollywood, 7 settembre 1937Los Angeles, 13 maggio 2008) è stato un attore statunitense.

La sua carriera fu suddivisa tra cinema e televisione e venne esercitata prevalentemente in produzioni statunitensi ed europee.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di uno sceriffo e di un'attrice, John Phillip Law crebbe a Hollywood, dove iniziò a lavorare come comparsa fin dall'infanzia, ottenendo una prima parte di rilievo in The Magnificent Yankee (1950) di John Sturges[1]. Dopo gli studi di ingegneria meccanica e l'iscrizione alla facoltà di legge presso l'Università delle Hawaii, Law scelse di intraprendere la carriera di attore e studiò recitazione sotto la guida di Elia Kazan[1]. Dopo una breve parentesi teatrale, passò al cinema italiano, recitando in Smog (1962) di Franco Rossi, Alta infedeltà (1964) e Tre notti d'amore (1964)[1][2].

Rientrato a Hollywood per il ruolo di un marinaio innamorato nella commedia Arrivano i russi, arrivano i russi (1966) e per il dramma E venne la notte (1967) di Otto Preminger, negli anni successivi continuò comunque a lavorare in Europa nei più svariati generi cinematografici, come nel western Da uomo a uomo (1967) di Giulio Petroni, e nel film d'avventura come Michele Strogoff, corriere dello zar (1970) di Eriprando Visconti. I due ruoli che gli diedero grande celebrità furono quelli del celebre ladro Diabolik nell'omonimo film diretto nel 1968 da Mario Bava, e quello del biondo angelo cieco che dà un passaggio a Jane Fonda in Barbarella (1968) di Roger Vadim[1][2].

È inoltre ricordato per il ruolo del marinaio americano che si invaghisce di Monica Vitti nel film Polvere di stelle (1973) di Alberto Sordi, e per l'impeccabile interpretazione del celebre asso dell'aviazione tedesca della prima guerra mondiale ne Il barone rosso (1971) di Roger Corman[1][2]. Protagonista brillante dell'avventura fantasy Il viaggio fantastico di Sinbad (1973) e del poliziesco La petroliera fantasma (1975) di Christian-Jaque[2], nell'ultima parte della sua carriera recitò prevalentemente in film d'azione, fino alla sua ultima apparizione in Chinaman's Chance del 2008.

Partecipò al videoclip Amore impossibile dei Tiromancino, diretto da Lamberto Bava, nel ruolo autoironico di una guardia giurata che viene narcotizzata proprio da Diabolik.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, pag. 304
  2. ^ a b c d Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2000, pag. 666

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN59285998 · LCCN: (ENno98054373 · ISNI: (EN0000 0000 8386 3346 · GND: (DE140499113 · BNF: (FRcb140474350 (data)