John Hancock Center

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Hancock Center
John Hancock Center.jpg
Ubicazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Località Chicago
Coordinate 41°53′55.68″N 87°37′22.8″W / 41.8988°N 87.623°W41.8988; -87.623Coordinate: 41°53′55.68″N 87°37′22.8″W / 41.8988°N 87.623°W41.8988; -87.623
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione 1965-1969
Uso Commerciale, residenziale
Altezza Antenna/guglia: 457.2 m
Tetto: 343.5 m
Piani 100
Area calpestabile 260.126 m²
Ascensori 50
Realizzazione
Architetto Bruce Graham
Ingegnere Fazlur Khan
Appaltatore Tishman Construction Co.
Proprietario John Hancock Insurance
 

Il John Hancock Center è un grattacielo di 100 piani (e 344 m di altezza) che sorge nella città di Chicago (Illinois, USA). Progettato da Bruce Graham e Fazlur Khan, della Skidmore, Owings, & Merrill fu completato nel 1969. È il terzo grattacielo più alto di Chicago ed il settimo degli Stati Uniti, dopo il One World Trade Center, la Willis Tower, l'Empire State Building, la Trump International Hotel and Tower, la Bank of America di New York e l'Aon Center. L'edificio è utilizzato per uffici ed attività commerciali, oltre ad ospitare più di 700 appartamenti.

Panorama di Chicago (verso nord) dal John Hancock observation deck.

Il 95º piano è da lungo tempo sede di un ristorante, chiamato "The Signature Room on the 95th Floor". Mentre gli avventori pranzano, possono ammirare il panorama di Chicago e del Lago Michigan. L'osservatorio del John Hancock Center compete con lo Skydeck della Willis Tower per la vista sulla città e sul lago Michigan. Il John Hancock Center sorge nel quartiere commerciale mentre la Willis Tower in quello finanziario.

Il punto di osservazione al 94º piano è sede di esposizioni sulla città di Chicago. Le mappe illustrano il panorama in ogni direzione e un'area speciale permette ai visitatori di sentire il vento a 314 metri d'altezza da terra. Il 44º piano ospita la più alta piscina indoor degli Stati Uniti.

Design[modifica | modifica wikitesto]

È uno dei più famosi edifici dello stile noto come espressionismo strutturale, la sua caratteristica distintiva è la struttura esterna a "traliccio", con rinforzi ad X, che lascia intendere che la struttura stessa non è solo una decorazione ma parte del sistema portante. L'idea è uno dei concetti basilari che i progettisti di grattacieli hanno utilizzato per raggiungere i record di altezza (la struttura tubolare è essenzialmente la colonna vertebrale che aiuta l'edificio a rimanere diritto durante venti e terremoti).

La struttura a X permette infatti di raggiungere altezze considerevoli, di economizzare acciaio per la costruzione dell'edificio, di resistere a venti di quasi 200 km/h e di aprire lo spazio interno dei piani, aumentando la superficie utilizzabile, a discrezione dell'architetto. Queste sue caratteristiche peculiari ne hanno fatto un'icona dell'architettura.

L'interno è stato ristrutturato nel 1995, aggiungendo nell'atrio superfici in travertino e pietra calcarea. La piazza antistante, di forma ellittica, è utilizzata come spazio pubblico, con piante ed una fontana con cascata di 3,7 m.

Una striscia di luci bianche sulla sommità dell'edificio è visibile la notte da tutta Chicago e cambia di colore per le diverse festività.

Il grattacielo è membro della World Federation of Great Towers ed ha vinto numerosi premi per il suo stile distintivo.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • L'ultima domenica di febbraio si tiene una corsa annuale per le scale del grattacielo dal piano terra al 94º piano chiamata Hustle up the Hancock. Il record è di 9 minuti e 39 secondi.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel videogioco del 2014 Watch Dogs è presente il John Hancock Center

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN316746569
architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura