John Deere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
John Deere

John Deere (Rutland, 7 febbraio 1804Moline, 17 maggio 1886) è stato un imprenditore statunitense, fondatore della Deere & Company.

Uno dei primi aratri prodotti da John Deere, circa 1845, ora esposto all'Henry Ford Museum

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Imparata l'arte del fabbro, iniziò a fabbricare forconi e badili. Nel 1836 lasciò il Vermont per trasferirsi a Grand Detour nell'Illinois, dove vi erano maggiori possibilità commerciali per l'incipiente sviluppo agricolo del Midwest. A quell'epoca gli agricoltori disponevano solo di aratri leggeri adatti a terreni sabbiosi delle regioni orientali degli Stati Uniti e non a quelli pesanti, compatti ed appiccicosi del Midwest.

Nel 1837 per fornire gli agricoltori di uno strumento adatto, realizzò un aratro con vomere e versoio in un unico pezzo di acciaio in grado di tagliare la zolla di terra, rivoltarla e autopulirsi durante l'aratura. Questo sviluppo dell'aratro risolse uno dei maggiori problemi che si presentavano ai coloni e dette un significativo contributo allo sviluppo agricolo del Midwest. Il nuovo tipo di aratro era in grado di fare in modo semplice solchi ben definiti e questo ne decretò il successo in brevissimo tempo.

Deere iniziò una regolare produzione e non solo su ordinazione, come era in uso al tempo. Nel 1842 fabbricò 1.000 aratri all'anno, nel 1843 iniziò a importare acciaio speciale dall'Inghilterra e nel 1846 concluse un contratto per la fornitura di grandi quantità di acciaio con la Jones & Quiggs Steel Works di Pittsburgh.

La fabbrica venne trasferita a Moline (Illinois) nel 1847 e tre anni dopo produceva 1.600 aratri all'anno, per passare a 10.000 aratri all'anno nel 1857.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enciclopedia della Scienza e della Tecnica, Vol. XIII, Dizionario degli scienziati e dei tecnologi, Mondadori-Mac Grow Hill, vii ed., 1980

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1398495 · ISNI (EN0000 0001 2275 6624 · LCCN (ENn83302036 · GND (DE133051935 · ULAN (EN500279006 · CERL cnp02037285 · WorldCat Identities (ENlccn-n83302036