Johannes Vetter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Johannes Vetter
2016-06 Vetter Bislett.jpg
Johannes Vetter nel 2016
Nazionalità Germania Germania
Altezza 188 cm
Peso 103 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Lancio del giavellotto
Società SV Saar 05 Saarbrücken
Record
Giavellotto 97,76 m Record nazionale (2020)
Carriera
Nazionale
2011-Germania Germania
Palmarès
Mondiali 1 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 9 settembre 2021

Johannes Vetter (Dresda, 26 marzo 1993) è un giavellottista tedesco, campione mondiale a Londra 2017 con la misura di 89,89 m.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha ottenuto un settimo posto ai mondiali di Pechino 2015 e un quarto posto alle olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, mancando di poco il podio nella gara vinta dal connazionale Thomas Röhler. Il suo record personale è di 97,76 m, stabilito a Chorzów il 6 settembre 2020, misura che lo ha reso il secondo miglior giavellottista di tutti i tempi.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2011 Europei U20 Estonia Tallinn Lancio del giavellotto 12º 65,87 m
2015 Europei U23 Estonia Tallinn Lancio del giavellotto 79,78 m
Mondiali Cina Pechino Lancio del giavellotto 83,79 m
2016 Europei Paesi Bassi Amsterdam Lancio del giavellotto 16º (q) 79,98 m
Giochi olimpici Brasile Rio de Janeiro Lancio del giavellotto 85,32 m
2017 Mondiali Regno Unito Londra Lancio del giavellotto Oro Oro 89,89 m
2018 Europei Germania Berlino Lancio del giavellotto 83,27 m
2019 Mondiali Qatar Doha Lancio del giavellotto Bronzo Bronzo 85,37 m
2021 Giochi olimpici Giappone Tokyo Lancio del giavellotto 82,52 m

Altre competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

2021
  • Diamond blue.svg Vincitore della Diamond League nella specialità del lancio del giavellotto

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) All time Top lists - Javelin throw men, su worldathletics.org. URL consultato il 6 settembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]