Johann Ernst Elias Bessler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Johann Ernst Elias Bessler

Johann Ernst Elias Bessler (1680Fürstenberg, 30 novembre 1745) è stato un inventore tedesco.

Noto anche come Orffyreus o Orffyré, sosteneva di aver costruito diverse macchine da moto perpetuo. Queste affermazioni suscitarono notevole interesse e controversie tra alcuni dei principali filosofi naturali del tempo, tra cui Gottfried Wilhelm Leibniz, Johann Bernoulli, John Theophilus Desaguliers e Willem's Gravesande. Il moderno consenso scientifico è che Bessler abbia perpetrato una frode deliberata, sebbene i dettagli non siano stati spiegati in modo soddisfacente.

Vita e Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Bessler nacque da una famiglia di contadini nell'Alta Lusazia, in Germania, intorno al 1680. Compì gli studi secondari a Zittau e poi viaggiò molto. Un alchimista lo istruì sulla fabbricazione di elisir e trovò lavoro come guaritore. Fu anche un apprendista orologiaio fino a quando le sue fortune migliorarono quando sposò una ricca donna ad Annaberg.

Bessler adottò lo pseudonimo di "Orffyreus" scrivendo le lettere dell'alfabeto in un cerchio e selezionando le lettere diametralmente opposte a quelle del suo cognome (ciò che in futuro sarebbe chiamato un codice ROT13), ottenendo così l'Orffyre, che poi latinizzò in Orffyreo. Quello era il nome con cui era generalmente conosciuto da allora in poi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN3202291 · ISNI (EN0000 0000 2012 5645 · LCCN (ENnb98022785 · GND (DE115547584 · CERL cnp00377018