Joel Corry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joel Corry
Joel Corry during an interview in 2021.png
Joel Corry durante un'intervista nel 2021
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
Genere[1]Musica house
Pop
Periodo di attività musicale2012 – in attività
EtichettaPerfect Havoc, Asylum UK, Atlantic UK
Logo ufficiale
Logo ufficiale
Sito ufficiale

Joel Corry (Londra, 10 giugno 1989) è un disc jockey e produttore discografico britannico.

Ha ottenuto il successo internazionale nel 2020 col singolo Head & Heart, che ha scalato le classifiche in numerosi paesi di tutto il mondo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto a North London, ha iniziato a dedicarsi al DJing a partire dall'età di 13 anni.[2] Fattosi conoscere con la sua partecipazione a Geordie Shore fino al 2013,[3] ha visto la svolta commerciale nel 2019 con l'uscita del singolo Sorry, classificatosi 3º nella Irish Singles Chart,[4] 6º nella Official Singles Chart[5] e 40º nella ARIA Singles Chart,[6] e certificato doppio platino dalla British Phonographic Industry e platino dalla Australian Recording Industry Association per oltre 1 270 000 unità totalizzate combinatamente.[7][8]

Il brano è contenuto nel primo EP Four for the Floor, messo in commercio nel 2021 in occasione del Record Store Day,[9] che ha prodotto altri tre singoli, tra cui Head & Heart, registrato con MNEK,[10] e Bed, realizzato con Raye e David Guetta.[11] Il primo di essi ha goduto di successo globale, raggiungendo la vetta di sei mercati, tra cui Irlanda e Regno Unito,[4][5] entrando la Hot 100 statunitense[12] e conseguendo la certificazione di almeno platino in più di dieci nazioni. La popolarità riscontrata dal pezzo gli ha permesso di firmare un contratto discografico con la divisione britannica della Atlantic Records[13] e gli ha valso tre nomination nell'ambito dei BRIT Award, il principale riconoscimento musicale nel Regno Unito,[14] oltre la vittoria di un Global Award.[15] Bed, invece, è divenuto il suo quarto ingresso in top ten nella hit parade britannica e lo stesso, candidato per il BRIT Award alla canzone dell'anno,[16] ha ricevuto la certificazione di platino in madrepatria.[7][17]

Out Out, la cui parte vocale è stata presa da Charli XCX e Saweetie,[18] ha replicato il successo del suo predecessore,[5][7] mentre I Wish, cantata da Mabel,[19] si è fermata nella top twenty britannica.[5]

A settembre 2021 si è avviata la sua prima tournée negli Stati Uniti d'America, a cui ha fatto seguito un tour concentrato nel Regno Unito e Irlanda tra ottobre e dicembre del medesimo anno.[20]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2021 – Four for the Floor

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 – Back Again
  • 2015 – Light It Up
  • 2017 – Just Wanna
  • 2017 – All the Things
  • 2017 – All Night
  • 2017 – Sunlight
  • 2017 – Feel This Way
  • 2018 – Hurt
  • 2018 – All I Need
  • 2018 – Only You
  • 2018 – Good as Gold (feat. Hayley May)
  • 2018 – Fallen (feat. Hayley May)
  • 2019 – Sorry
  • 2020 – Lonely
  • 2020 – Head & Heart (feat. MNEK)
  • 2021 – Bed (con Raye e David Guetta)
  • 2021 – Out Out (con Jax Jones feat. Charli XCX & Saweetie)
  • 2021 – I Wish (feat. Mabel)
  • 2022 – What Would You Do? (con David Guetta e Bryson Tiller)
  • 2022 – History (con Becky Hill)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

BMI London Awards
  • 2021 – Most-Performed Song per Head & Heart[21]
BRIT Awards
  • 2021 – Candidatura all'Artista maschile britannico solista[14]
  • 2021 – Candidatura alla Canzone dell'anno per Head & Heart[14]
  • 2021 – Candidatura alla Rivelazione dell'anno[14]
  • 2022 – Candidatura al Miglior artista dance[16]
  • 2022 – Candidatura alla Canzone dell'anno per Bed[16]
Fonogram Awards
  • 2021 – Candidatura all'Album o registrazione internazionale dell'anno – EDM per Head & Heart[22]
  • 2022 – Album o registrazione internazionale dell'anno – EDM per I Wish, Out Out e Bed[23]
Global Awards
  • 2021 – Star in ascesa[15]
  • 2022 – Candidatura al Miglior artista maschile[24]
  • 2022 – Candidatura al Miglior artista pop[24]
iHeartRadio Music Awards
  • 2021 – Candidatura alla Canzone dance dell'anno per Head & Heart[25]
  • 2022 – Candidatura alla Canzone dance dell'anno per Bed[26]
  • 2022 – Candidatura all'Artista dance dell'anno[26]
LOS40 Music Awards
  • 2020 – Candidatura all'Artista o produttore dance[27]
MTV Europe Music Awards

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ben Beaumont-Thomas, 'I'm isolated': Joel Corry on bodybuilding, reality TV and his sacrifices to reach No 1, su The Guardian, 11 marzo 2021. URL consultato l'8 aprile 2021.
  2. ^ (EN) Shirley Ju, JOEL CORRY: THE UK DJ/PRODUCER TALKS "BED" WITH DAVID GUETTA & RAYE, su Flaunt, 7 aprile 2021. URL consultato il 20 settembre 2021.
  3. ^ (EN) Ryan Smith, DJ Joel Corry invites his mum to the BRIT Awards as he vies for three trophies... after banning her from watching him on Geordie Shore, su Daily Mail, 10 maggio 2021. URL consultato il 20 settembre 2021.
  4. ^ a b (EN) DISCOGRAPHY - JOEL CORRY, su irish-charts.com. URL consultato il 20 settembre 2021.
  5. ^ a b c d (EN) Joel Corry, su Official Charts Company. URL consultato il 13 febbraio 2022.
  6. ^ (NL) Joel Corry - Sorry, su Ultratop. URL consultato il 20 settembre 2021.
  7. ^ a b c (EN) BRIT Certified, su British Phonographic Industry. URL consultato il 14 maggio 2022. Digitare "Joel Corry" nella sezione "Search BPI Awards" e premere Invio.
  8. ^ (EN) ARIA Top 50 Dance Singles for 2020, su ARIA Charts. URL consultato il 20 settembre 2021.
  9. ^ (EN) Four For The Floor, su Rough Trade. URL consultato il 20 settembre 2021 (archiviato dall'url originale il 20 settembre 2021).
  10. ^ (EN) Oliver Tryon, Joel Corry & MNEK Come Together For Summer Anthem 'Head & Heart', su CULTR, 3 luglio 2020. URL consultato il 20 settembre 2021.
  11. ^ (EN) First Spin: The Week's Best New Dance Tracks From Carnage, Joel Corry & David Guetta, Pusher, More, su Billboard, 26 febbraio 2021. URL consultato il 20 settembre 2021.
  12. ^ (EN) Joel Corry - Chart history (Hot 100), su Billboard. URL consultato il 20 settembre 2021.
  13. ^ (EN) Andre Paine, Atlantic signs Joel Corry to long-term deal, su Music Week, 28 agosto 2020. URL consultato il 20 settembre 2021.
  14. ^ a b c d (EN) Tom Skinner, Here's a rolling list of all the 2021 BRIT Award nominees, su NME, 31 marzo 2021. URL consultato l'8 aprile 2021.
  15. ^ a b (EN) The Global Awards 2021 winners list: Cardi B wins Best Hip Hop or R&B, su Capital XTRA, 3 maggio 2021. URL consultato il 20 settembre 2021.
  16. ^ a b c (EN) Manori Ravindran, Brit Awards: Adele, Ed Sheeran, Dave and Little Simz Lead 2022 Nominations, su Variety, 18 dicembre 2021. URL consultato il 18 dicembre 2021.
  17. ^ (EN) James Masterton, Charts analysis: Lil Nas X steady at singles summit, su Music Week, 23 aprile 2021. URL consultato il 20 settembre 2021.
  18. ^ (EN) Althea Legaspi, Charli XCX, Saweetie Are 'Out Out' on Dancefloor on Joel Corry, Jax Jones Song, su Rolling Stone, 13 agosto 2021. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  19. ^ (ES) Joel Corry se unió a Mabel en su nuevo single "I Wish", su Billboard Argentina, 3 novembre 2021. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  20. ^ (EN) Joel Corry, su joelcorry.com. URL consultato il 20 settembre 2021 (archiviato dall'url originale il 20 settembre 2021).
  21. ^ (EN) 2021 BMI London Awards, su Broadcast Music Incorporated. URL consultato il 13 ottobre 2021.
  22. ^ (HU) JELÖLTEK 2021, su Fonogram. URL consultato il 2 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2021).
  23. ^ (HU) A friss Fonogram-díjas Joel Corry videóüzenetben mond köszönetet!, su Fonogram. URL consultato il 30 aprile 2022.
  24. ^ a b (EN) Woodrow Whyte, The Global Awards 2022 nominations have been revealed, su PopBuzz, 5 aprile 2022. URL consultato il 10 aprile 2022.
  25. ^ (EN) Paul Grein, The Weeknd, Megan Thee Stallion & Roddy Ricch Lead 2021 iHeartRadio Music Awards Nominees, su Billboard, 7 aprile 2021. URL consultato l'8 aprile 2021.
  26. ^ a b (EN) Paul Grein, Justin Bieber Leads 2022 iHeartRadio Music Awards Nominations, su Billboard, 27 gennaio 2022. URL consultato il 27 gennaio 2022.
  27. ^ (ES) LOS40 Music Awards 2020: Dua Lipa, The Weeknd y Maluma, máximos nominados, su Los40, 15 ottobre 2020. URL consultato il 20 novembre 2020.
  28. ^ (EN) Paul Grein, Justin Bieber Leads 2021 MTV EMA Nominations, su Billboard, 20 ottobre 2021. URL consultato il 20 ottobre 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 7953 9577