Joe Mantello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joe Mantello

Joe Mantello, all'anagrafe Joseph Mantello (Rockford, 27 dicembre 1962) è un attore e regista teatrale statunitense, noto soprattutto per il suo lavoro nel teatro di Broadway. All'originale attività di attore ha sostituito (anche se mai definitivamente) quella di regista teatrale di musical, drammi e opere liriche.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Debuttò a Broadway nel 1993, nella produzione originale del dramma Premio Pulitzer di Tony Kushner Angels in America - Fantasia gay su temi nazionali: Mantello interpretava Louis, l'amante del suo protagonista, e per la sua performance fu candidato al Tony Award al miglior attore non protagonista in uno spettacolo e vinse il Drama Desk Award. L'anno successivo debuttò a Broadway in veste di regista con What's Wrong with This Picture?, una commedia di scarsissimo successo, a cui seguì nel 1995 il grande successo della commedia di Terrence McNally Love! Valour! Compassion!: la piece vinse il Tony Award al miglior spettacolo e Mantello ricevette una nomination come miglior regista.[1]

Da allora si dedicò quasi esclusivamente alla regia teatrale di classici (Glengarry Glen Ross e La strana coppia nel 2005,) e drammi moderni di grande successo (I'll Eat You Last con Bette Midler nel 2013, il dramma vincitore del Tony Award al miglior spettacolo The Humans nel 2016); per la sua regia del dramma Premio Pulitzer Take Me Out vinse il Tony Award alla miglior regia nel 2005. È anche un apprezzato regista di musical ed è noto soprattutto per aver diretto il musical di Stephen Schwartz Wicked, in scena a Broadway da oltre 13 anni; nel 2004 vinse il Tony Award alla miglior regia di un musical per la sua produzione di Assassins, un musical di Stephen Sondheim con Neil Patrick Harris e Michael Cerveris.

Negli ultimi anni, Mantello ha anche ricominciato a lavorare come attore. Nel 2011 è stato il protagonista di un acclamato revival del dramma The Normal Heart, per cui fu candidato al Tony Award al miglior attore protagonista in uno spettacolo, e nel 2017 recita accanto a Sally Field in un revival del classico di Tennessee Williams Lo zoo di vetro.[2]

Nel 2018 dirige la prima produzione di Broadway della piece The Boys in the Band, in scena al Booth Theatre dal 28 aprile all'11 agosto. Prodotta da Ryan Murphy, questo allestimento celebra il cinquantesimo anniversario di The Boys in the Band e il cast comprende Jim Parsons (Michael), Zachary Quinto (Harold), Andrew Rannells (Larry), Charlie Carver (Cowboy), Tuc Watkins (Hank) e Matt Bomer (Donald).

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Mantello è apertamente gay e ha avuto una relazione con Jon Robin Baitz dal 1990 al 2002.[3]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema
Televisione

Teatrografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Joe Mantello | Playbill, su Playbill. URL consultato l'8 febbraio 2017.
  2. ^ Patrick Healy, Joe Mantello’s Heartfelt Return to Acting, in The New York Times, 24 maggio 2011. URL consultato l'8 febbraio 2017.
  3. ^ Bruce Weber, THEATER; Couple of the Moment in New York Theater, in The New York Times, 30 ottobre 1994. URL consultato l'8 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN78403116 · ISNI (EN0000 0001 1936 4822 · LCCN (ENno98113562 · BNF (FRcb15036120t (data) · WorldCat Identities (ENno98-113562