Joe Bryant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joe Bryant
Joe Bryant (Standa Reggio Calabria 1986-87).jpg
Bryant alla Standa Reggio Calabria nella stagione 1986-87
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 206 cm
Peso 84 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala grande
Allenatore
Termine carriera 2004 - giocatore
2015 - allenatore
Carriera
Giovanili
19??-1973non conosciuta John Bartram High School
1973-1975La Salle Explorers
Squadre di club
1975-1980Philadelphia 76ers287 (1.849)
1980-1982San Diego Clippers238 (2.591)
1982-1984Houston Rockets81 (812)
1984-1986AMG Seb. Rieti60 (2.106)
1986-1987Viola R. Calabria40 (1.294)
1987-1989Olimpia Pistoia78 (2.460)
1989-1991Reggiana69 (1.472)
1991-1992Mulhouse
2004Las Vegas Rattlers1[1]
Carriera da allenatore
1992-1993non conosciuta Akiba Hebrew Academy
1993-2003La Salle Explorers(vice)
2003-2004Las Vegas Rattlers10-18
2004-2005Boston Frenzy5-15
2005L.A. Sparks(vice)
2005-2007L.A. Sparks29-11
2007-2009Tokyo Apache
2010-2011non conosciuta Rera Kamuy Hokkaido
2011L.A. Sparks(vice)
2011L.A. Sparks11-13
2012non conosciuta Bangkok Cobras
2013non conosciuta Chang Thailand Slammers
2014-2015Fukuoka Rizing
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Joseph Washington Bryant, detto Jellybean (Filadelfia, 19 ottobre 1954) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense.

È il padre di Kobe, anch'egli cestista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'università alla La Salle University, Joe Bryant giocò per otto stagioni nella National Basketball Association (NBA). Scelto al primo turno del draft NBA 1975 dai Golden State Warriors, venne girato ai Philadelphia 76ers prima dell'inizio della stagione. Giocò con i Sixers per quattro stagioni, poi nel 1980 venne ceduto ai San Diego Clippers con cui rimase fino al 1982. Nella sua ultima stagione NBA militò nelle file degli Houston Rockets.

Joe Bryant nel 2010

Lasciata la NBA, dal 1984 al 1991 Joe Bryant giocò nel campionato italiano[2]. Giunse nel 1984 in Italia alla AMG Sebastiani Rieti in Serie A2 insieme a Dan Gay, entrambi portati dal team manager Attilio Pasquetti e allenati da Nico Messina. Fu la prima di cinque stagioni giocate in Serie A2: oltre al biennio trascorso a Rieti, giocò nella Viola Reggio Calabria (con cui segnò 69 punti in una gara del 1987[3]) e due anni dal 1987 al 1989 a Pistoia in A2 alla Maltinti Pistoia. Venne poi ingaggiato dalla Pallacanestro Reggiana, con cui disputò due campionati di Serie A1.

Nel 1985 vinse due volte il premio come miglior giocatore dell'All Star Game italiano: solo lui e Micheal Ray Richardson hanno vinto più di una volta il titolo di MVP.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro è diventato allenatore. Nella stagione 2008-09 ha allenato i Tokyo Apache nella Eastern Conference della Bj league.

Dal 3 luglio 2009 doveva essere l'allenatore della Nuova Sebastiani Basket Rieti, squadra di Serie A italiana, ma dopo il trasferimento della squadra a Napoli, l'allenatore è stato sostituito con Franco Marcelletti.

Nel 2003 è stato anche allenatore dei Diablos, squadra di slamball.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) A tribute to Kobe: Joe "Jellybean" Bryant plays in regular-season finale, su oursportscentral.com, 3 marzo 2004.
  2. ^ Joe Bryant, su Legabasket.it, Lega Basket.
  3. ^ Panini, p. 26.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del basket 1990, Modena, Panini, 1989.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]