Joe Bonamassa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joe Bonamassa
JoeBonamassaStaffordTX.jpg
Joe Bonamassa allo Stafford Center, nel Texas
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereBlues
Blues rock
Hard rock
Periodo di attività musicale2000 – in attività
Sito ufficiale

Joe Bonamassa (Utica, 8 maggio 1977) è un chitarrista e cantautore statunitense.

Chitarrista esordiente negli anni 2000, dotato di una notevole tecnica, pulizia del suono e professionalità in studio, è rapidamente diventato uno fra i più apprezzati chitarristi del contemporaneo panorama musicale blues/rock. Ha saputo incamerare la lezione antica del blues degli albori, riproponendola con caratteri ed idee moderne ed all'avanguardia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di evidenti origini Italiane, ha iniziato a suonare musica classica finché scoprì il blues. All'età di soli 12 anni ha partecipato a un tour di B.B. King. Tra le sue influenze, come ricorda egli stesso nelle sue interviste, si trovano personaggi molto importanti all'interno della scena chitarristica blues-rock british, tra cui Eric Johnson, Gary Moore, Jeff Beck, Jimmy Page, Peter Green, Rory Gallagher ed altri, tra cui i maggiori esponenti del blues americano, prevalentemente B.B. King e Stevie Ray Vaughan.

Nel maggio del 2009 ha ospitato Eric Clapton durante un suo concerto a Londra alla Royal Albert Hall, poi edito su DVD.

Nel Giugno 2010 ha partecipato al "Crossroads Guitar Festival 2010" a Chicago, raduno del gotha dei chitarristi, organizzato a scopo di beneficenza da Eric Clapton.

Ha formato con Jason Bonham (figlio del celebre John Bonham, batterista dei Led Zeppelin), Derek Sherinian (ex Dream Theater) alle tastiere, e al basso e voce Glenn Hughes (ex Deep Purple e Black Sabbath) il supergruppo rock Black Country Communion, con il quale ha pubblicato il 20 settembre 2010 l'omonimo album di debutto, seguito il 13 giugno 2011 dal secondo album 2. Nel 2012 sono invece usciti l'album dal vivo Live Over Europe e il terzo in studio Afterglow. Il 22 settembre 2017 viene pubblicato l'album del ritorno: BCCIV

Ha collaborato con numerosi artisti e gruppi come Buddy Guy, B.B. King, Paul Rodgers, Jack Bruce, Joe Cocker, Gregg Allman, Eric Johnson, Warren Haynes, Foreigner, Beth Hart (con la quale ha inciso due album), Danny Gatton (che fu il suo mentore quando aveva 13 anni) e molti altri.

Strumentazione[modifica | modifica wikitesto]

È endorser Gibson, anche se fa uso di chitarre Fender, Music Man, Chandler, Gretsch e tante altre. Ad oggi possiede una preziosa collezione di Gibson Les Paul della "golden era" che include due Gold Top del 1957 (7 3941 "Major Tom" e 7 3945), cinque "Burst" del 1959 (9 0829 "Magellan", 9 1948 "Linny", 9 1951 "Principal Skinner", 9 1953 "Carmelita" e 9 1688 "Spot") e cinque del 1960 (0 0137 "Batman", 0 0221 "Lucky 7", 0 7453 "The Runt", 0 7589 "Johnny Fever" e 0 8089 "The Two Sisters Burst"). Un'altra chitarra che va citata è sicuramente la sua Gold Top personalizzata. Nel 2011, Joe ha realizzato con il Gibson Custom Shop una chitarra che è un ibrido tra la Les Paul e la Firebird: la chitarra si chiama Gibson Bonabyrd. La Bonabyrd ha il body della Les Paul (con solo il pickup al ponte) e il manico della Les Paul con la paletta reverse della Firebird. Nel 2015 ne ha realizzata un'altra simile ma stavolta, invece che in colorazione Burst, in colorazione Pelham Blue Aged e, soprattutto, con due pickup invece che uno.

Joe ha sempre usato tantissimi amplificatori (testata e cassa naturalmente) nelle situazioni live e la configurazione di ampli più famosa utilizzata da lui (che comprende 2 testate British Style, 2 testate American Style e 2 casse) è formata da:

1) Marshall Silver Jubilee 100 Watt 25/50;

2) Category 5 JB 100 Joe Bonamassa Signature;

3) Van Weelden Twinkleland;

4) Carol-Ann JB-100 Joe Bonamassa Signature

Joe non ha mai fatto un uso sproporzionato di pedali ma, al contrario, lui mette in pedaliera solo i pedali più essenziali. Da ormai alcuni anni i suoi preferiti sono:

1) Dunlop CryBaby JB95 Joe Bonamassa Signature;

2) Fulltone Supa-Trem;

3) Lehle 1@3 A/B/C;

4) Dunlop Fuzz Face Joe Bonamassa Signature;

5) Way Huge Pork Loin;

6) Ibanez Tube Screamer TS-808;

7) MXR Fet Driver CSP265 Joe Bonamassa Signature;

8) MXR Micro Flanger M152;

9) Boss DD-3;

10) Hughes & Kettner MKI Rotosphere

Da un paio d'anni, però, Joe ha deciso di stravolgere completamente il suo rig. Come amplificazione usa due Fender Bassman 4x10 originali del 1957 e del 1958 e anche due Fender Twin High Powered originali del 1959. Come pedali, invece, usa semplicemente un Dunlop CryBaby JB95 Joe Bonamassa Signature e un Way Huge Overrated Special Joe Bonamassa Signature.

Joe ha anche tanti accessori da lui "firmati" come "Joe Bonamassa Signature" tra cui:

1) Dunlop Jazz III Herco Gold Joe Bonamassa Signature;

2) Klotz Cable Joe Bonamassa Signature;

3) Clearsonic JB-4 Amp Shield Joe Bonamassa Signature;

4) Ernie Ball Strap Black Patent Leather 4082 Joe Bonamassa Signature;

5) Ernie Ball Strap Black Crocodile 4081 Joe Bonamassa Signature;

6) Ernie Ball Strap Snakeskin 4078 Joe Bonamassa Signature;

7) Ernie Ball Strap Gold Foil 4079 Joe Bonamassa Signature;

8) Ernie Ball Strap Red Foil 4080 Joe Bonamassa Signature

Joe usa anche altri accessori come per esempio i tappeti Auralex Great Gramma per limitare le vibrazioni sul palco che provocano gli amplificatori, i cavetti George L's per collegare insieme i pedali, un alimentatore per pedali Voodoo Lab Pedal Power 2 Plus, un microfono Beyerdynamic M69 con filtro antivento, un sistema wireless per chitarra Sennheiser EW 300 G3 e un Moog Theremin.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Album collaborativi[modifica | modifica wikitesto]

Album live[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN120763933 · ISNI (EN0000 0000 8189 5264 · LCCN (ENn2004117221 · GND (DE142123420 · BNF (FRcb162028570 (data)