Joanna Adler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Joanna P. Adler)

Joanna P. Adler (1964) è un'attrice statunitense. Ha vinto un Obie Award nel 1995. È conosciuta soprattutto per il ruolo della cameriera Opal Sinclair in Devious Maids - Panni sporchi a Beverly Hills.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Joanna si è laureata al Williams College di Williamstown, nel Massachusetts, e all'università delle arti di New York.[1] È poi apparsa in numerosi spot televisivi ed in film indipendenti, il più famoso è Book of Love. Nel 1995, la Adler ha vinto un Obie Award per la brillante interpretazione di un'attrice in The Boys in the Basement.[2][3] Inoltre ha preso parte a molte produzioni teatrali durante la sua carriera. In televisione, la Adler è apparsa in serie televisive di successo, come Sex and the City, Law & Order, Law & Order: Unità vittime speciali, 30 Rock, The Good Wife, Orange is the new black, ed ha anche avuto ruoli ricorrenti in Gravity, e Are We There Yet?.[4][5]

Nel dicembre del 2013, Joanna è stata scelta come personaggio regolare per la seconda stagione della serie televisiva di Lifetime, Devious Maids - Panni sporchi a Beverly Hills.[5] Qui ha interpretato il ruolo di Opal, una cameriera inquietante e misteriosa, ispirata alla signora Danvers nel film di Hitchcock, Rebecca - La prima moglie.[5]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Adler, Joanna (Joanna P. Adler)
  2. ^ Private Tutor, Infoplease.com. URL consultato il 24 dicembre 2013.
  3. ^ New York Search Obies Theater Awards, Villagevoice.com. URL consultato il 24 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 30 maggio 2013).
  4. ^ Devious Maids: Joanna Adler Joins the Cast for Season 2 TVHackr, Tvhackr.com, 20 dicembre 2013. URL consultato il 24 dicembre 2013.
  5. ^ a b c Nellie Andreeva, Josh Hamilton Joins Fox's 'Gracepoint', Joanna Adler Added To 'Devious Maids', Deadline.com. URL consultato il 24 dicembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]