Joan Fontcuberta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Joan Fontcuberta nel 2014 intervistato a Ràdio Web Macba di Barcellona

Joan Fontcuberta Villà (Barcellona, 24 febbraio 1955) è un fotografo, docente, saggista, curatore e scrittore spagnolo.

Laureato in Scienza dell'informazione, Fontcuberta insegna "comunicazione audiovisiva" all'Università Pompeu Fabra di Barcellona ed è anche stato docente alla Università di Harvard a Cambridge negli Stati Uniti[1][2].
Si avvicina da autodidatta alla fotografia. Le prime opere, dal 1973 al 1976, sono ascrivibili al surrealismo, mentre la realtà quotidiana diventa il soggetto delle sue immagini dal 1977, cogliendone l'aspetto irreale.[3]e occupandosi soprattutto di pubblicità[4].
Nel 1980 fonda la rivista Photovision e dal 1984 ha pubblicato diversi saggi sulla fotografia alcuni dei quali tradotti in varie lingue. Le sue opere sono state esposte in numerosi musei nel mondo e formano parte di importanti collezioni pubbliche e private. Nel 2017 ha affermato presso una conferenza tenutasi a Bologna di aver inventato lui il personaggio di Vivian Maier insieme a John Maloof e che per quanto la donna delle foto sia realmente esistita e le foto sono autentiche, tutta la storia che ruota attorno a lei è stata inventata e che Martin Parr, per accreditarne la veridicità, secondo Fontcuberta, si sarebbe prestato[5]. Da notare inoltre che il fotografo catalano non è nuovo a questo genere di "invenzioni" aveva in passato già provato e con successo con il fotografo Ximo Berenguer, mai esisistito e inventato di sana pianta[6][7]. È inoltre un sostenitore dell'implementazione dell'IA (Intelligenza Artificiale) nei processi creativi ed è stato uno dei precursori del suo utilizzo in Spagna nel campo della fotografia. Già nel 2021 aveva annunciato che «l'arrivo di un'IA che avrebbe sconvolto il mezzo fotografico» e in una intervista del 22 ottobre 2023 Fontcuberta fece notare che «I cambiamenti stanno avvenendo a un ritmo vertiginoso. Non sono un nerd, ma ho amici e studenti che seguono gli sviluppi in tempo reale. Non c'è sosta e per fortuna mi tengono aggiornato. Nel campo dell'imaging, questi progressi sono molto evidenti con il programma Stable Diffusion, che è open source e gli utenti sono desiderosi di apportare e condividere miglioramenti. Non a caso, le recenti statistiche fornite dall'Everypixel Journal hanno rilevato che, ad agosto 2023, sono stati generati 12.590 miliardi di immagini con Stable Diffusion rispetto a "solo" 964 milioni con Midjourney.» [8] .

Considerazioni di Fontcuberta fra due tipi di fotografia: la "fotografia fotorealistica" e la "fotografia predittiva"

[modifica | modifica wikitesto]

Ad avviso di Fontcuberta «i progressi più importanti della fotografia vanno in due direzioni»:

  • Il risultato fotorealistico con fotografie sempre più persuasive, ad esempio, «eliminando i fastidiosi artefatti che inevitabilmente si presentano»
  • Il risultato che Fontcuberta definisce "fotografia predittiva". Un risultato questo «in cui i dispositivi di scrittura "indovinano" ciò che vogliamo dire e completano le parole e talvolta le frasi, la fotografia predittiva sarebbe la capacità di estendere la fotografia al di fuori dei suoi margini grafici, proprio come faceva suggestivamente la fotocamera Esper con le foto dei replicanti nel film Blade Runner. Per esempio, abbiamo una foto data e possiamo chiedere all'algoritmo di estenderla su uno dei suoi lati aggiungendo informazioni visive in una continuità assolutamente coerente».[9]

Stile fotografico

[modifica | modifica wikitesto]
Joan Fontcuberta, Il mondo nasce in ogni bacio, fotomosaico, 2014, con la collaborazione del ceramista Antoni Cumella. Barcellona, Plaça d’Isidre Nonell

Fontcuberta attraverso la fotografia riesce a dare una percezione distorta eppure plausibile della realtà, allo scopo di instillare il dubbio sulla veridicità della rappresentazione e della comunicazione, il sospetto che il confine fra realtà e illusione sia spesso così sottile da non poter essere colto.

«In un certo senso, un artista non è molto diverso da un insegnante, perché con i suoi scatti, un fotografo cerca di trasmettere una conoscenza del mondo e, con lo spirito di un insegnante, si adopera per far capire al pubblico le sue immagini. Sono dimensioni simili che trattano materie diverse. Per quanto mi riguarda, l'obiettivo che mi sono posto con il mio progetto come artista, è insegnare al pubblico o comunque indurlo a reagire in modo critico alla verità proposta da una fotografia. Per questo motivo, probabilmente, il mio lavoro non ha solo una dimensione pedagogica, ma anche una valenza di profilassi, nel senso che vuole liberarsi dal peso della falsificazione, della manipolazione, della narrazione fittizia che in una certa misura grava sulle immagini fotografiche.»

Mostre (selezione)

[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze e premi

[modifica | modifica wikitesto]
  • Premiato dalla Fotografisches Akademie GDL in Germania nel 1988
  • Chevalier de l'Ordre des Arts et des Lettres dal Ministero della Cultura in Francia nel 1994
  • Premio Nazionale di Fotografia in Spagna nel 1998
  • Premio Nacionale di Saggistica nel 2011
  • The Hasselblad Foundation International Award in Photography nel 2013, è stato «L'unico spagnolo a ricevere il massimo riconoscimento nella disciplina fotografica» fino a ottobre 2023[17]
  • Laurea honoris causa presso l'Università di Parigi 8 (Vincennes-Saint-Denis), il 30 marzo 2022 [18].
Joan Fontcuberta, Il mondo nasce in ogni bacio, dettaglio da cui sono visibili alcune immagini che formano l'opera. Esse si distinguono da vicino, mentre con un certo distacco i loro toni determinano tutt'altra apparenza.
  • Desbordar el espejo - La fotografia, de la alquimia al algoritmo, Barcellona, Galaxia Gutemberg, 2024, ISBN : 978-84-1907-566-6.
  • Joan Fontcuberta con Pere Formiguera, Fauna, Milano, Mimesis edizioni, 2024, ISBN 979-12-2230-306-2.
  • Contro Barthes. Saggio visivo sull'indice, Milano, Mimesis edizioni, 2023, ISBN 978-88-5759-729-4.
  • (ES) Ca-a-éte? Contra Barthes, Madrid, Joaquín Gallego Editor, 2022, ISBN 978-84-1225-736-6.
  • Joan Fontcuberta con presentazione di Michele Smargiassi, Il bacio di Giuda. Fotografia e verità, Milano, Mimesis edizioni, 2022, ISBN 978-88-5758-447-8.. Edizione anche in inglese, francese e portoghese
  • (FR) Manifeste pour une post-photographie, Arles, Parigi, Actes Sud Editions, 2022, ISBN 978-23-3016-686-1.
  • (EN) Roberto Huarcaya, Barcellona, Rm Verlag, 2022, ISBN 978-84-1797-585-2.
  • (CA) Resonancias, Fundacion Mapfre, 2022, ISBN 978-84-9844-809-2.
  • (EN) Kintsugi, Barcellona, Rm Verlag, 2021, ISBN 978-84-1797-547-0.
  • (EN) (FR) Joan Fontcuberta con Mona Hakim, Chuck Samuels: Becoming Photography, Bielefeld, Kerber Verlag, 2021, ISBN 978-37-3560-731-7.
  • (EN) Joan Fontcuberta e Pilar Rosado, Prosopagnosia, Barcellona, Rm Verlag, 2020, ISBN ‎ 978-84-1797-521-0.
  • (EN) Poems of the Alchemist - Poemas del Alquimista, Madrid, La Fabrica, 2018, ISBN 978-84-1704-847-1.
  • La furia delle immagini. Note sulla postfotografia, Torino, Giulio Einaudi Editore, 2018, ISBN 978-88-0623-700-4.
  • (EN) Joan Fontcuberta con Sema D'acosta, Joan Fontcuberta (edizione illustrata), Madrid, La Fabrica, 2017, ISBN 978-84-1624-898-8.
  • (ES) Ad Litteram, Siviglia, Universidad Internacional de Andalucía, 2016, ISBN 978-84-7993-294-7.
  • (ES) Miradas de Asturias : trauma = die traumadeutung, Madrid, Fundación María Cristina Masaveu Peterson, 2016, ISBN 978-84-6085-513-2.
  • Paralipomena, edizione bilingue: italiano e inglese, Milano, Silvana Editoriale, 2016, ISBN 978-88-3663-441-5.
  • (FR) Joan Fontcuberta con Derrick de Kerckhove, Le Mois de la Photo à Montréal: La condition post-photographique, Bielefeld, Kerber Verlag, 2015, ISBN 978-37-3560-128-5.
  • (ES) (EN) La Cámara de Pandora: La Fotografí@ después de la Fotografía, Barcellona, Gustavo Gili (GG Editorial), 2015, ISBN 978-84-2522-833-9.
  • (EN) Gastropoda, Madrid, La Fabrica, 2015, ISBN 978-84-1569-191-4.
  • (FR) Monumentalbum : Et autres expériences hors les murs du musée Nicéphore Niépce, Marsiglia, ‎ Le Bec En L'air, 2014, ISBN 978-23-6744.046-0.
  • (FR) Camouflages (edizione illustrata), Roma, Contrasto, 2014, ISBN 978-88-6965-520-3.
  • (ES) (CA) (PT) Securitas, Madrid, Fundacion Telefonica and VEGAP, 2013, ISBN 978-84-2521-896-5.
  • La (foto)camera di Pandora. La fotografi@ dopo la fotografia, Roma, Contrasto, 2012, ISBN 978-88-6965-359-9.
  • (EN) Joan Fontcuberta e Vik Muniz, Vik Muniz habla con Joan Fontcuberta, Madrid, La Fabrica, 2010, ISBN 978-84-9249-805-5‎.
  • (ES) El libro de las maravillas, Barcellona, Editorial Actar, 2010, ISBN 978-84-9695-481-6.
  • Joan Fontcuberta (edizione illustrata), Roma, Contrasto due, 2010, ISBN 978-88-6965-221-9.
  • (ES) Habla Con Cristina Zelich, Madrid, La Fabrica, 2010, ISBN 978-84-9547-124-6.
  • (EN) Joan Fontcuberta con Hubertus Von Ameluxen e Daniel Girardin, Photography: Crisis of History, Basilea, Actarbirkhauser, 2008, ISBN 978-84-9527-350-5.
  • (CA) (EN) Deconstructing Osama: the truth about the case of Manbaa Mokfhi, Barcellona, Actar, 2007, ISBN 978-84-9654-090-3.
  • (FR) Perfida Imago, Mazères, Les éditions Le Temps qu'il fait, 2006, ISBN 978-28-6853-467-5.
  • (EN) Landscapes Without Memory, New York, Aperture Books and Limited-Edition Prints and Portfolios, 2005, ISBN ‎ 978-19-3178-879-3.
  • (EN) Joan Fontcuberta: Karekia, Milagros and Co., Madrid, Fundacion Telefonica and VEGAP, 2002, ISBN ‎ 978-84-8988-436-6.
  • Scherzi della natura, Roma, Contrasto, 2001, ISBN 978-88-8698-231-3.
  • (ES) Joan Fontcuberta: El artista y la fotografía, Barcellona, Editorial Actar, 2000, ISBN 978-84-9527-324-6.
  • (FR) Volte-face, les sirènes de Digne, Marsiglia, Images en Manoeuvres Editions, 2000, ISBN 978-29-0844-544-2.
  • (EN) Twilight Zones by Joan Fontcuberta, Barcellona, Actar Publishers, 1999, ISBN 84-9527-315-2.
  • (ES) Historia artificial - El cor i les tenebres, Valencia, Ivam Centre Julio Gonzales, 1992, ISBN 844-82-0023-3.
  • (ES) Fotografía: conceptos y procedimientos, Barcellona, Editorial Gustavo Gili, 1990, ISBN 978-84-2521-408-0.
  • (ES) Contemporary Spanish Photography, Albuquerque, University of New Mexico Press, 1987, ISBN 978-08-2630-982-2.
  1. ^ Joan Fontcuberta, su instituthumanitats.org. URL consultato il 9 luglio 2024.
  2. ^ Joan Fontcuberta, su treccani.it. URL consultato il 13 luglio 2024.
  3. ^ Clair, 2000, p. 390.
  4. ^ Joan Fontcuberta, su treccani.it. URL consultato il 9 luglio 2024.
  5. ^ Vivian Maier – La fotografa ritrovata con la conferenza di Joan Fontcuberta, su raccontidilucepodcast.com. URL consultato il 6 aprile 2023.
  6. ^ El artista Ximo Berenguer no existe: es Joan Fontcuberta, su ivam.es. URL consultato il 7 luglio 2024.
  7. ^ “A Chupar del Bote” – Joan Fontcuberta e l’arte del fake come spunto di riflessione sul mondo dell’arte di Massimo Mastrorillo, su phocusmagazine.it. URL consultato il 7 luglio 2024.
  8. ^ Joan Fontcuberta: “Con relación a la verdad, hemos cambiado nosotros, no la fotografía”, su elsaltodiario.com. URL consultato il 12 luglio 2024.
  9. ^ Joan Fontcuberta: “Con relación a la verdad, hemos cambiado nosotros, no la fotografía”, su elsaltodiario.com. URL consultato il 12 luglio 2024.
  10. ^ Intervista a Joan Fontcuberta, su fotografiaeuropea.it.
  11. ^ Joan Fontcuberta. Cultura di polvere, su fortuny.visitmuve.it. URL consultato il 13 luglio 2024.
  12. ^ Museo Kosmos - "Fauna" - Per la prima volta in Italia la mostra dell'artista catalano Joan Fontcuberta - Una mostra ispirata ai misteriosi archivi dello zoologo tedesco Peter Ameisenhaufen, su primapavia.it. URL consultato il 13 luglio 2024.
  13. ^ Inaugurazione mostra fotografica Joan Fontcuberta "Cultura di polvere", su iccd.beniculturali.it. URL consultato il 13 luglio 2024.
  14. ^ Cultura di polvere - Joan Fontcuberta - Una mostra all'ICCD apre nuovi orizzonti sulla fotografia, su raicultura.it. URL consultato il 13 luglio 2024.
  15. ^ Fontcuberta toma el Museo Universidad de Navarra, su hoyesarte.com. URL consultato il 13 luglio 2024.
  16. ^ Joan Fontcuberta, su moma.org. URL consultato il 13 luglio 2024.
  17. ^ Joan Fontcuberta: “Con relación a la verdad, hemos cambiado nosotros, no la fotografía”, su elsaltodiario.com. URL consultato il 12 luglio 2024.
  18. ^ (FR) Remise du titre de Docteur honoris causa à Joan Fontcuberta, su Université Paris 8. URL consultato il 20 giugno 2023.
  • (FR) Nathalie Parienté, Joan Fontcuberta: Sciences-Friction, Parigi, Somogy éditions d'art, 2005, ISBN 978-28-5056-877-0.
  • (EN) Christian Caujolle, Joan Fontcuberta (edizione illustrata), Barcellona, New York, Phaidon Press, 2002, ISBN 978-07-1484-031-4.
  • (EN) Chantal Grande, Photobolsillo 29, Madrid, Editorial La Fabrica, 2001, ISBN 978-84-9547-114-7.
  • J. Clair (a cura di), Cosmos. Da Goya a de Chirico, da Friedrich a Kiefer. L'arte alla scoperta dell'infinito, Bompiani, 2000, ISBN 978-88-4524-403-2.

Voci correlate

[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
Controllo di autoritàVIAF (EN69041944 · ISNI (EN0000 0001 2138 1648 · SBN SBLV263835 · Europeana agent/base/22750 · ULAN (EN500273878 · LCCN (ENn86855337 · GND (DE119207249 · BNE (ESXX882987 (data) · BNF (FRcb125370280 (data) · J9U (ENHE987007446273805171 · CONOR.SI (SL59538019