Jin-Soo Kwon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Jin-Soo Kwon
Jin-Soo Kwon.jpg
Universo Lost
Lingua orig. Inglese
Soprannome

Jin

Autori
1ª app. in Pilota, prima parte
Ultima app. in La fine
Interpretato da Daniel Dae Kim
Voce italiana Gianluca Musiu
Sesso Maschio
Data di nascita 27 novembre 1974[1]
Professione impiegato Paik Industries
Affiliazione Sopravvissuti del volo Oceanic 815 (sezione centrale)
Parenti
  • Mr. Paik (suocero)
  • Sun-Hwa Kwon (moglie)
  • Ji Yeon Kwon (figlia, con Sun)
(EN)
« Wherever Sun goes, I go »
(IT)
« Dove Sun va, io vado »
(Jin-Soo Kwon, Ji Yeon)

Jin-Soo "Jin" Kwon (Hangŭl: 권진수; Hanja: 權眞秀) è un personaggio della serie televisiva Lost, interpretato da Daniel Dae Kim. È uno dei 48 sopravvissuti della sezione centrale del volo Oceanic 815. È il marito di Sun.

Prima dello schianto[modifica | modifica sorgente]

È nato il 27 novembre 1974, in un villaggio di pescatori chiamato Namhae, sulla costa meridionale della Corea del Sud da un pescatore e da una prostituta che l'ha abbandonato in tenera età: il padre gli dirà sempre che è morta. Per quanto non fosse sicuro di esserne il padre, allevò comunque Jin, consapevole che nessuno avrebbe fatto lo stesso. Una volta adulto, se ne va da Namhae e si dirige a Seoul per inseguire il suo sogno di possedere un ristorante e un albergo tutto suo: per fare esperienza, fa un colloquio di lavoro al Seoul Gateway Hotel. Non gli è possibile però nascondere le sue umili origini all'esaminatore con cui ha il colloquio, che gli dice di non fare entrare nel prestigioso albergo "gente come lui". Proprio per questo motivo si licenzia poco dopo. In seguito incontra Sun e se ne innamora. Dopo aver trovato lavoro come cameriere altrove, Jin chiede la mano di Sun al padre di quest'ultima, Mr. Paik, un potente industriale a cui nasconde le sue vere origini e a cui dice che il padre è morto, per poterne guadagnare il rispetto. Il padre di Sun acconsente al matrimonio, purché Jin diventi un suo dipendente. Il giovane accetta senza esitare ma ben presto, da un lavoro come semplice manager, viene promosso a collaboratore privato di Mr. Paik e costretto ad eseguire i lavori più sporchi agli ordini di quest'ultimo (corruzioni, omicidi, ricatti ed estorsioni), sotto gli occhi increduli di Sun, che chiede invano spiegazioni quando vede il marito tornare a casa sporco di sangue.

Nonostante questi problemi, la coppia cerca disperatamente di avere un figlio. Dopo alcuni tentativi infruttuosi, la coppia decide di rivolgersi ad uno specialista della fertilità: Sun risulta essere incapace di procreare. Jin si arrabbia con la moglie, accusandola di sapere tutto fin dall'inizio. In seguito, Sun verrà nuovamente avvicinata dal dottore: aveva mentito, per paura della reazione di Jin. È infatti lui ad essere sterile.

Tempo dopo, Jin viene incaricato di uccidere Jae Lee, senza però saperne il vero motivo (Jae era l'amante di Sun). Jin però si limita a picchiarlo violentemente e ad intimargli di lasciare il paese e non tornare più. Pensando di aver risolto la questione Jin se ne va, ma trova il cadavere di Jae steso sulla sua macchina, apparentemente suicidatosi gettandosi dalla finestra dell'hotel in cui alloggiava.

L'ultimo incarico di Jin prima di imbarcarsi sul volo Oceanic 815 è consegnare degli orologi a due soci di Mr. Paik a Los Angeles. Jin pensa in realtà di stabilirsi definitivamente negli Stati Uniti con Sun e poter così fuggire dalla tirannia di Mr. Paik. Un collaboratore di Mr. Paik all'aeroporto gli rivela che in realtà il padre di Sun sa tutto e che Jin perderà Sun se rimarrà negli Stati Uniti. In seguito, la coppia si imbarca sul volo Oceanic 815 e circa sei ore dopo si schianta sull'isola.

Sull'isola[modifica | modifica sorgente]

Prima stagione[modifica | modifica sorgente]

In seguito allo schianto, Jin diventa iperprotettivo nei confronti di Sun e le proibisce di parlare con gli altri sopravvissuti. Ogni volta che gli si avvicina, è un'occasione per Jin di biasimarla per il suo modo di vestire, a suo dire non adeguato (la rimprovera perché ha il colletto della camicia sbottonato). In seguito Jin passa la maggior parte del suo tempo a pescare, offrendo il suo pesce agli altri naufraghi, vedendoselo rifiutare dal solo Hurley.

Un mattino assalta, apparentemente senza alcun motivo, Michael e cerca di ucciderlo davanti al figlio di questo, Walt. Jin viene trattenuto e ammanettato alla carcassa dell'aereo, e verrà liberato in seguito proprio da Michael, dopo che questo gli ha restituito il suo orologio d'oro (Jin conserverà comunque un pezzo di manetta attaccata al polso, finché non gli verrà rimosso nella seconda stagione). Giorni dopo, Sun e Jin si trasferiscono dalla spiaggia alle grotte e qui Jin si arrabbia nuovamente con la moglie per aver aiutato Shannon con la sua asma.

Quando la prima zattera di Michael viene incendiata, Jin viene ingiustamente accusato del fatto (il colpevole è in realtà Walt). Per salvarlo dal linciaggio degli altri, Sun parla inglese, cosa sconosciuta a tutti e soprattutto a Jin che si arrabbia e la lascia per avergli tenuto questo segreto finora (un ulteriore motivo di isolamento di Jin è la sua completa ignoranza della lingua inglese). Aiuterà Michael a costruire la seconda zattera e diventeranno sempre più amici. Aiuterà anche Kate e Claire nel corso della nascita del figlio di questa, Aaron.

Farà pace con la moglie solo al momento della partenza della zattera insieme a Michael, Walt e Sawyer, quando gli consegna un frasario inglese/coreano per poter comunicare con i compagni di viaggio. Quando la zattera sarà attaccata dagli Altri, Jin si tuffa nel tentativo di salvare Sawyer.

Seconda stagione[modifica | modifica sorgente]

All'inizio della seconda stagione, Jin viene trasportato dalla corrente a riva, dove viene trovato privo di conoscenza da Cindy e Libby e in seguito legato ad un albero dai componenti della sezione di coda. Riesce però a liberarsi e a raggiungere la spiaggia, dove trova Michael e Sawyer, appena arrivati con ciò che rimane della zattera. Cerca invano di avvisarli del pericolo rappresentato da quelli che secondo lui sono "Altri", ma viene catturato insieme agli altri due. Una volta risolto l'equivoco, viene accompagnato con gli altri due alla stazione "Freccia", dove i sopravvissuti avevano trovato rifugio. Nel corso del viaggio per ricongiungersi con il resto dei sopravvissuti, Michael scappa e Jin si offre di unirsi a Mr. Eko per riportarlo nel gruppo. Una volta riunitisi al gruppo, il viaggio prosegue, fino al momento in cui Ana Lucia spara a Shannon e la uccide. Jin si unisce a Bernard e Libby nel ritorno alla spiaggia, dove si riunisce finalmente con Sun.

Quando Michael scappa dall'accampamento per andare a cercare Walt, Jin si offre di dare una mano a cercarlo, ma Sun glielo proibisce, per non staccarsi ancora da lui. Sun viene attaccata dagli Altri (in realtà, da Charlie) mentre sta lavorando al suo orto, e Jin diventa ancora più protettivo nei suoi confronti. Per impedirle di recarsi all'orto e subire altri attacchi, lo distrugge completamente, ma ben presto si rende conto dell'errore e la aiuta a ricostruirlo. È allora che Sun gli rivela di essere incinta e che è lui ad essere sterile. Jin non si arrabbia, anzi: dice che è un miracolo e la abbraccia.

Quando Jack, Kate, Hurley, Sawyer e Michael incominciano l'attraversamento dell'isola, Sayid chiede a Jin se può accompagnarlo, usando la barca di Desmond. Inizialmente riluttante, accetta solo quando Sun si unisce al gruppo. Jin si trova sulla barca con Sun e Sayid, di fronte al villaggio degli Altri, quando la botola del Cigno esplode.

Terza stagione[modifica | modifica sorgente]

Jin si trova ancora a bordo della barca insieme a Sun e Sayid e consiglia di tornare alla spiaggia, ma le sue richieste rimangono inascoltate. Arrivati al molo, Sayid accende un fuoco: a Jin viene detto che serve a chiamare i compagni, in realtà è per attirare gli Altri. Ma Sun e Sayid non riescono a tenere nascosta la cosa a Jin a lungo. Come infatti il coreano dice poco dopo alla moglie, non sa ancora parlare bene inglese, ma capisce ormai quasi tutto di quello che dicono. Quando gli altri arrivano, dal mare e non da terra come si erano aspettati, Jin si precipita a salvare Sun quando viene scoperta sulla barca da Colleen.

Tornati alla spiaggia, Sun comincia a parlare a Jin solo in inglese, così che lui possa cominciare a capire meglio e a inserirsi meglio nel gruppo. In seguito sarà aiutato anche da Sawyer ma in un modo del tutto particolare: l'ex truffatore, infatti gli insegna le frasi che una donna "vuole sentirsi dire".

In seguito, durante l'escursione organizzata da Desmond per scoprire il significato della sua visione insieme a Hurley e Charlie, Jin scopre insieme a tutti l'arrivo sull'isola di Naomi e, alla comparsa di Mikhail, lo rincorrerà per impedirgli, con successo, di prendere il telefono satellitare che questa porta con sé.

Quando Karl arriva alla spiaggia per avvisare dell'arrivo degli Altri, Jin si offre volontario per rimanere alla spiaggia e vedere se il piano d'attacco contro gli Altri elaborato da jack funzioni o meno, assieme a Sayid e Bernard. Purtroppo, a causa della cattiva mira di Jin, i tre vengono scoperti e fatti ostaggi dagli Altri, capitanati da Tom. I tre vengono salvati dall'arrivo di Hurley, Sawyer e Juliet.

Quarta stagione[modifica | modifica sorgente]

Subito dopo la conferma che Jack ha contattato la nave, Jin assiste al ritorno di Desmond e all'annuncio della morte di Charlie e quindi si mette in viaggio con gli altri per ricongiungersi con il gruppo che si era diretto alla torre radio. Una volta riunitosi con Sun, Jin decide di unirsi al gruppo di Jack e tornare alla spiaggia piuttosto che andare con Locke alla Base.

Quattro giorni dopo, Jin parla con Sun del figlio che stanno per avere e dice che gli piacerebbe che, nel caso fosse femmina, si chiamasse Ji Yeon. Sun gli dice che è comunque troppo presto. Dopo una conversazione con Kate, Sun decide di raggiungere Locke alla Base e Juliet, pur di trattenere Sun al campo, dice a Jin della relazione fra Sun e Jae Lee. Anche se all'inizio è decisamente arrabbiato, in seguito capisce che tutto ciò è stato colpa sua e del suo comportamento quando erano ancora in Corea. Perdona Sun e le promette che non l'abbandonerà mai.

Quando Sayid torna dal Kahana con il gommone per cominciare a portare le persone sulla nave, Jin e Sun sono nel primo gruppo, portando con loro Aaron. Sulla nave incontrano Michael per la prima volta da quando ha lasciato l'isola. Quando sulla nave viene scoperta una bomba Jin, Desmond e Michael tentano di disinnescarla, ma ogni tentativo è inutile. Jin tenta di fuggire prendendo l'elicottero che si sta sollevando dal ponte della nave, con a bordo Frank, Jack, Kate, Aaron, Hurley, Sayid e soprattutto Sun, ma ormai è troppo lontano. Fra le urla strazianti di Sun, il Kahana esplode, lasciando il destino di Jin ancora sconosciuto.

Quinta stagione[modifica | modifica sorgente]

Jin è in realtà riuscito a sopravvivere (secondo Daniel, è stato sbalzato in acqua dall'esplosione) ed è soggetto, come tutti gli altri personaggi, ai salti temporali compiuti dall'isola. Viene salvato dalle onde dall'equipaggio di Danielle, durante un salto nel 1988. In seguito a salti successivi, riesce a riunirsi al gruppo dei sopravvissuti e viene accolto con gioia da Sawyer. In seguito, riesce a farsi promettere da Locke di non dire a sua moglie che è ancora vivo, poiché questo potrebbe spingerla a tornare.

Dopo l'isola[modifica | modifica sorgente]

Alla conferenza stampa tenuta dai "sei della Oceanic", Sun dice che suo marito è morto nello schianto, il 22 settembre 2004 (mentre l'esplosione del Kahana è da datarsi circa tre mesi dopo, il 31 dicembre).

Qualche giorno dopo il parto, da cui è nata una bambina, che Sun decide di chiamare Ji Yeon, proprio come Jin aveva desiderato, la donna si reca al cimitero a visitare la tomba di Jin, datata anch'essa 22 settembre 2004.

La barriera linguistica[modifica | modifica sorgente]

Jin arriva sull'isola con una conoscenza dell'inglese pressoché nulla, ma con il tempo riesce a capire e a farsi capire. Il primo aiuto è il quaderno datogli da Sun prima del viaggio in zattera, contenente le trascrizioni fonetiche in alfabeto coreano di alcune parole, fra cui "timone", "porto" e "mangiare". Quindi, Sawyer gli insegna le frasi che, secondo lui, una donna vuole sempre sentirsi dire: "Mi dispiace", "Hai ragione" e "Questo vestito non ti fa sembrare grassa", ma di queste lezioni poi Jin dirà a Jack che Sun è "più brava". Per la fine della quarta stagione, Jin riesce a capire molto di più di quanto parli, riuscendo comunque a formulare molte frasi complete. Nella seconda parte della quinta stagione Jin parla ormai un inglese di ottimo livello, essendo passati tre anni dallo schianto del volo 815.

Episodi dedicati a Jin[modifica | modifica sorgente]

Stagione Titolo italiano Titolo originale Tipo di flash
1 Cambiamenti …In Translation flashback
Esodo, seconda parte Exodus: Part 2 flashback
2 Oggetti smarriti …And Found flashback
3 La ballerina di vetro The Glass Ballerina flashback
4 Ji Yeon Ji Yeon flashback
5 Questo posto è la morte This Place Is Death flashpresent
6 Los Angeles LAX - 1ª e 2ª parte LA X: Parts 1 & 2 realtà parallela
Il pacco The Package realtà parallela
L'ultima recluta The Last Recruit realtà parallela

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ episodio 4x7, Ji Yeon (Ji Yeon), 39 min 01 s.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione