Jia Zhangke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jia Zhangke alla Mostra del Cinema di Venezia del 2008

Jia Zhangke[1] (Fenyang, 24 maggio 1970) è un regista, scrittore, sceneggiatore e produttore cinese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Jia Zhangke nasce nel paesino di Fenyang (Shanxi) e nel 1991, a 21 anni, pubblica il suo primo romanzo. Due anni dopo entra in una accademia cinematografica. Successivamente fonda un gruppo di cinema sperimentale con il quale lavora a due film che vengono premiati.

Autoproduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 riceve il diploma dell'accademia e lavora sul suo primo lungometraggio Xiao Wu, premiato al Festival di Berlino. Il film verrà censurato dal governo cinese ma è un successo commerciale (50 mila dollari). Da qui inizia il sodalizio artistico con Takeshi Kitano, che gli permette di realizzare il suo secondo lungometraggio: Zhantai, premiato al Festival di Venezia.[2] Nel 2002 vince il Festival internazionale di Marsiglia con il cortometraggio Gong gong chang suo.

L'approvazione del governo cinese[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 il governo cinese decide di produrre i film di Jia Zhangke, poiché vengono approvati i temi da lui trattati. Il primo film dopo il superamento del modello di autoproduzione è The World - Shijie, ben accolto da critica e pubblico. Nel 2006 torna alla sperimentazione digitale con il film Still Life con il quale vince il Leone d'oro al Festival di Venezia.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Zai Beijingde yi tian (One Day in Beijing, 1994)
  • Xiao Shan hui jia (Xiao Shan Going home, 1995)
  • Dudu (1996)
  • Gong gong chang suo (In Public, 2001)
  • Gou de zhuangkuang (The Condition of Dogs, 2002)
  • Women de shi nian (Our Ten Years, 2007)
  • Shi nian (Cry Me a River, 2009)
  • Ren zai mai tu (Smog Journeys, 2015)

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'onomastica cinese il cognome precede il nome. "Jia" è il cognome.
  2. ^ Jia Zhang-Ke, mymovies.it. URL consultato l'8 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN50379824 · LCCN: (ENno2005004365 · ISNI: (EN0000 0001 1639 8373 · GND: (DE13216468X · BNF: (FRcb15522641v (data)