Jesús Capitán

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Capi
Capi betis.JPG
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 182 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Betis B
Ritirato 2014 - giocatore
Carriera
Giovanili
1995-1998 Betis
Squadre di club1
1995-1998Betis B97 (6)
1998-1999Granada33 (4)
1999-2010Betis269 (19)
2010-2012Xerez59 (3)
2012-2014Camas? (?)
Nazionale
2002 Spagna Spagna 4 (0)
Carriera da allenatore
2014-Betis B(vice)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 giugno 2015

Jesús Capitán Prado, conosciuto come Capi (Camas, 26 marzo 1977), è un allenatore di calcio ed ex calciatore spagnolo, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Ha sempre giocato nel Betis Siviglia, tranne un'esperienza in prestito al Granada. Nel settore giovanile collezionò 97 presenze con 6 gol. Ha esordito in prima squadra il 26 maggio 1997 contro il Valencia.

Nella stagione 2004-2005, quella in cui il Betis arrivò quarto in campionato qualificandosii in Champions League, lui giocò solo 11 partite a causa di un infortunio.

Ha vinto la Coppa del Re in finale contro l'Osasuna l'11 giugno 2005 (2-1).

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Conta 4 presenze con la Nazionale di calcio spagnola. Ha esordito il 27 marzo 2002 contro l'Olanda in un'amichevole giocata a Rotterdam (0-1).

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2014 viene nominato allenatore in seconda del Real Betis Balompié B al fianco di Juan Merino.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Betis: 2004-2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Capi volverá a Granada como segundo entrenador del Betis B, y Cervián con el filial sevillista, Ideal, 9 luglio 2014. URL consultato il 22 giugno 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]