Jeremy Hunt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jeremy Hunt
Official portrait of Mr Jeremy Hunt crop 2.jpg
Hunt nel 2013

Segretario di Stato per gli Affari Esteri e del Commonwealth
In carica
Inizio mandato 9 luglio 2018
Monarca Elisabetta II
Capo del governo Theresa May
Predecessore Boris Johnson

Segretario di Stato per la salute e i servizi sociali
Durata mandato 4 settembre 2012 –
9 luglio 2018
Monarca Elisabetta II
Capo del governo David Cameron
Theresa May
Predecessore Andrew Lansley
Successore Matt Hancock

Segretario di Stato per la Cultura, i Media e lo Sport
Durata mandato 12 maggio 2010 –
4 settembre 2012
Monarca Elisabetta II
Capo del governo David Cameron
Predecessore Ben Bradshaw
Successore Maria Miller

Segretario di Stato per i Giochi olimpici
Durata mandato 12 maggio 2010 –
4 settembre 2012
Monarca Elisabetta II
Capo del governo David Cameron
Predecessore Tessa Jowell
Successore incarico abolito

Parlamentare del Regno Unito
In carica
Inizio mandato 5 maggio 2005
Predecessore Virginia Bottomley
Collegio South West Surrey

Dati generali
Partito politico Conservatore
Università Magdalen College

Jeremy Richard Streynsham Hunt (Kennington, 1º novembre 1966) è un politico britannico del Partito conservatore e membro del Parlamento britannico per il South West Surrey dal 2005, che ricopre il ruolo di Segretario di Stato per gli affari esteri e del Commonwealth dal 9 luglio 2018.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hunt è nato a Kennington e ha studiato filosofia, politica ed economia al Magdalen College di Oxford, dove è stato presidente della Oxford Conservative Association. È stato eletto deputato del South West Surrey nel 2005.

Il 9 luglio 2018 viene nominato Ministro degli Esteri del Regno Unito in seguito alle dimissioni di Boris Johnson.[1]

Il 20 giugno 2019, nell'ambito della scelta del successore di Theresa May alla guida del Partito Conservatore e del governo britannico, è stato scelto dall'assemblea dei deputati del partito come sfidante di Boris Johnson; ha ricevuto 77 voti a favore, contro i 160 di Johnson, ma due in più del terzo in lizza, l'ex-ministro Michael Gove, che è stato dunque escluso dal ballottaggio tra gli iscritti che si terrà a luglio[2].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

La moglie di Hunt, Lucia Guo, è originaria di Xi'an in Cina. Hunt l'ha incontrata per la prima volta nel 2008 quando lavorava alla Università di Warwick reclutando studenti cinesi per l'università. Hunt ha 11 anni più di Guo. Si sono sposati nel luglio 2009 e hanno un figlio e due figlie.

Hunt sa parlare giapponese; appreso mentre lavorava in Giappone per due anni durante gli anni '90 come insegnante di lingua inglese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46260923 · LCCN (ENnb99132793 · GND (DE1162494859