Jeremy Bernstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Jeremy Bernstein (Rochester, 31 dicembre 1929) è un fisico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Jeremy Bernstein è il figlio di Philip S. Bernstein, un rabbino ebreo, e di Sophie Rubin Bernstein. Ha studiato all'Università di Harvard dove si è laureato nel 1951, conseguendo successivamente il master nel 1953 e il dottorato di ricerca nel 1955 con una tesi sulle proprietà elettromagnetiche del deuterio.

Quale fisico teorico ha attivamente lavorato nel campo delle particelle elementari e della cosmologia e nel 1962 a New York, è diventato un membro di facoltà presso la New York University. Dal 1967 è professore di fisica allo Stevens Institute of Technology, posizione che continua a mantenere ancora oggi in qualità di Professore Emerito.

È stato anche coinvolto attivamente nel Progetto Orion, indagando le potenzialità della propulsione nucleare per un possibile utilizzo nei viaggi spaziali.

Bernstein è ampiamente conosciuto anche per la sua opera di divulgatore scientifico. Dal 1961 al 1965 è stato uno scrittore per il The New Yorker, curando personalmente molte decine di articoli, tra i quali uno scritto sul regista Stanley Kubrick. Ha anche collaborato e scritto regolarmente per alcune importanti pubblicazioni scientifiche tra le quali The Atlantic Monthly e Scientific American. Nel libro The Life It Brings del 1986 ha creato una interessante raccolta di memorie autobiografiche.

Ha inoltre scritto profili biografici del compositore e direttore d'orchestra statunitense Leonard Bernstein e di illustri fisici, tra cui Robert Oppenheimer, Hans Bethe e Albert Einstein. Alcuni suoi libri di successo sono Hitler's Uranium Club: The Secret Recordings at Farm Hall (Uranium Club di Hitler: Le registrazioni segrete a Farm Hall )"(2000)", Physicists on Wall Street and Other Essays on Science and Society (I fisici di Wall Street e altri saggi sulla Scienza e società)" (2010), Nuclear Weapons: What You Need to Know (Armi nucleari: Che cosa c'è da sapere)" (2010).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN276768139 · ISNI (EN0000 0001 1029 4901 · LCCN (ENn78086250 · GND (DE124053769 · BNF (FRcb12390721q (data) · BNE (ESXX1110253 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n78086250