Jennifer Rowe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Jennifer June Rowe, nota anche con lo pseudonimo di Emily Rodda (Sydney, 2 aprile 1948), è una scrittrice australiana.

Scrive romanzi gialli firmandosi col proprio nome e libri diretti a un pubblico meno adulto, prevalentemente di genere fantasy, con lo pseudonimo. Alcuni suoi gialli hanno ispirato gli episodi della serie televisiva australiana Murder Call.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureata in letteratura inglese all'Università di Sydney nel 1973, ha cominciato scrivendo libri per bambini, ed è la sola persona ad aver vinto per ben cinque volte il premio per il Libro dell'anno del Children's Book Council of Australia. Nel 1995 ha vinto la Dromkeen Medal.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Il magico mondo di Deltora (Deltora Quest)
  1. Le foreste del silenzio (The Forests of Silence, 2000) (Piemme,[1] 2001)
  2. Il lago delle nebbie (The Lake of Tears, 2001) (Piemme,[2] 2001)
  3. La città dei topi (City of the Rats, 2001) (Piemme,[3] 2002)
  4. Il deserto delle sabbie mobili (The Shifting Sands, 2001) (Piemme,[4] 2002)
  5. La montagna del terrore (Dread Mountain, 2001) (Piemme,[5] 2002)
  6. Il labirinto della bestia (The Maze of the Beast, 2001) (Piemme,[6] 2002)
  7. La valle degli incantesimi (The Valley of the Lost, 2002) (Piemme,[7] 2002)
  8. La città delle sette pietre (Return to Del, 2002) (Piemme,[8] 2002)
Ritorno a Deltora (Deltora Quest 2/Deltora Shadowlands)
  1. La caverna della paura (Cavern of the Fear, 2002) (Piemme,[9] 2004)
  2. L'isola dell'illusione (The Isle of Illusion, 2002) (Piemme,[10] 2004)
  3. Le Terre dell'ombra (The Shadowlands, 2004) (Piemme,[11] 2004)
Il segreto di Deltora (Deltora Quest 3/Dragons of Deltora)
  1. Il nido del drago (Dragon's Nest, 2005) (Piemme,[12] 2005)
  2. La porta delle ombre (Shadowgate, 2005) (Piemme,[13] 2005)
  3. L'isola delle tenebre (Isle of the Dead, 2005) (Piemme,[14] 2006)
  4. La notte dei draghi (The Sister of the South, 2005) (Piemme,[15] 2006)
Rowan (Rowan of Rin)
  1. La profezia della strega (Rowan of Rin, 1993) (Piemme,[16] 2007)
  2. Il nemico nascosto (Rowan and the Travellers, 1996) (Piemme,[17] 2007)
  3. Il guardiano del cristallo (Rowan and the Keeper of the Crystal, 1998) (Piemme,[18] 2008)
  4. Il ritorno dell'eroe (Rowan and the Zebak, 1999) (Piemme,[19] 2008)
  5. Il guerriero dei ghiacci (Rowan of the Bukshah, 2003) (Piemme,[20] 2009)
Lily nel regno delle fate (Fairy Realm)
  1. Il bracciale dei desideri (The Charm Bracelet, 1994) (Piemme,[21] 2007)
  2. Le ali magiche (The Flower Fairies, 1994) (Piemme,[22] 2007)
  3. La valle nascosta (The Third Wish, 1995) (Piemme,[23] 2008)
  4. La gemma delle sirene (The Last Fairy-Apple Tree, 1995) (Piemme,[24] 2008)
  5. La chiave incantata (The Magic Key, 1995) (Piemme,[25] 2009)
  6. L'unicorno bianco (The Unicorn, 1996) (Piemme,[26] 2009)
  7. The Star Cloak (2005) – inedito
  8. The Water Sprites (2005) – inedito
  9. The Peskie Spell (2006) – inedito
  10. The Rainbow Wand (2006) – inedito
Nelle terre di Rondo (Rondo)
  1. La maga dello scrigno (The Key to Rondo, 2007) (Piemme,[27] 2010)
  2. Il castello di nuvole (The Wizard of Rondo, 2008) (Piemme,[28] 2011)
  3. Il drago di fuoco (The Battle for Rondo, 2009) (Piemme,[29] 2012)
Stella di Deltora (Star of Deltora)
  1. La figlia del traditore (Shadows of the Master, 2015) (Piemme,[30] 2017)
  2. Two Moons (2015) – inedito
  3. The Towers of Illica (2016) – inedito
  4. The Hungry Isle (2016) – inedito

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Compagna dell'Ordine dell'Australia - nastrino per uniforme ordinaria Compagna dell'Ordine dell'Australia
«Per l'eminente servizio alla letteratura come autrice, in particolare nei generi della narrativa per ragazzi e per adulti.»
— 26 gennaio 2019[31]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN103217830 · ISNI (EN0000 0000 7980 5151 · LCCN (ENn92074826 · GND (DE12261366X · BNF (FRcb123081992 (data) · NLA (EN35092292 · NDL (ENJA00821060 · WorldCat Identities (ENn92-074826