Jeffrey Sinclair

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jeffrey Sinclair
UniversoBabylon 5
AutoreJ. Michael Straczynski
1ª app. inBabylon 5
Ultima app. inWar without End
Interpretato daMichael O'Hare
SpecieUmana
SessoMaschio
Luogo di nascitaMarte
Data di nascita3 maggio 2218
ProfessioneCapitano di Babylon 5, Ambasciatore Terrestre presso Minbar

Jeffrey Sinclair è un personaggio dell'universo immaginario della serie televisiva di fantascienza Babylon 5, interpretato da Michael O'Hare. È stato membro del cast fisso per tutta la durata della prima stagione, come comandante della stazione Babylon 5, limitandosi ad apparire, successivamente, come ospite in altri episodî.

Storia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Jeffrey David Sinclair è nato il 3 maggio 2218 nella Colonia Marziana. Suo padre era un Pilota di caccia della Forza Terrestre, che partecipò alla Battaglia di Balos, l'ultima scontro della Invasione Dilgar.

Sinclair si arruola a sua volta nella Forza Terrestre nel 2237. Mentre era all'Accademia, conosce Catherine Sakai, con cui ha una relazione. Dopo un anno di convivenza, i due si separano, ma continuano a vedersi, quando ne hanno occasione, fino al 2258, quando si fidanzano nuovamente. Sakai fu data per dispersa nel tardo 2259, durante una missione per i Rangers

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2240, Sinclair è promosso al rango di pilota di caccia. Meno di un anno dopo, è promosso al grado di Caposquadriglia; per via della sua rapida scalata dei gradi, gira il pettegolezzo che un giorno egli diventerà ammiraglio. Come caposquadriglia, Sinclair combatte nella Battaglia della Linea, l'ultimo grande scontro della guerra contro i Minbari. Durante il corso di questa battaglia, la sua squadriglia è distrutta dai Minbari ed il suo caccia viene gravemente danneggiato; in un ultimo atto di sfida, Sinclair tenta di speronare uno degl'incrociatori Minbari. Il suo tentativo fallisce ed è catturato da un altro incrociatore e portato a bordo per un interrogatorio da parte del Consiglio dei Grigi.

È a questo punto che il Consiglio scopre, con grandissima sorpresa, che Sinclair possiede l'anima di Valen, un eroe Minbari che li condusse alla vittoria, 1000 anni prima, contro le Ombre. Il Consiglio si rende così conto che le anime dei Minbari si reincarnano in corpi umani.

Questa scoperta li induce ad arrendersi ed a riportare Sinclair sul proprio caccia, bloccando telepaticamente ogni memoria di ciò ch'è avvenuto (sebbene questo blocco non sia permanente e, qualche anno dopo, cadrà). L'Alleanza Terrestre ritiene, erroneamente, che Sinclair sia semplicemente svenuto per l'accelerazione...

Quando Babylon 5 è messa in funzione, nel 2257, Sinclair è selezionato come comandante per la Stazione appena costruita. Questa decisione non è ben vista dall'establishment militare, giacché molti di loro sono stati scartati dal co-sponsor del progetto Babylon, vale a dire il Governo Minbari, che hanno tenuto duro, pur di avere Sinclair.

Maturità[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio del 2259, Sinclair è riassegnato come ambasciatore su Minbar, dove prende comando dei Rangers. Al suo posto, su Babylon 5, gli succede il capitano John Sheridan.

Nel 2260, Sinclair riceve una lettera vecchia di 900 anni, spedita da sé medesimo, su Minbar. In essa, si rivela che egli è, in effetti, Valen. Armato di questa conoscenza, sottrae Babylon 4 e la porta con sé nel passato, così da far avverare la profezia, diventando "colui che era". A questo punto, Sinclair usa su di sé il triluminare per diventare Minbari, così da far avverare anche la leggenda intorno a Valen, che lo voleva un "Minbari non nato Minbari".

Fantascienza Portale Fantascienza: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantascienza