Jeffrey Dunn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jeff "Mantas" Dunn
Mantas in London, 2014.02.19.jpg
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereHeavy metal
Speed metal
Thrash metal
Black metal
Periodo di attività musicale1979 – in attività
StrumentoChitarra
Gruppo attualeVenom inc
Gruppi precedentiMantas
Venom
M-Pire of Evil
Album pubblicati21
Sito ufficiale

Jeffrey Dunn (Newcastle upon Tyne, 22 aprile 1961) , meglio conosciuto con lo pseudonimo di Mantas, è un musicista inglese, conosciuto per essere stato chitarrista della band heavy metal Venom dal 1979 al 1985 e, in seguito al momentaneo abbandono, dal 1988 al 2000.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni (1970)[modifica | modifica wikitesto]

Le sue prime band preferite da ragazzino, negli anni ’70, erano gli Slade, i T-Rex e gli Sweet. A sua detta, gli sono sempre piaciute le band incentrate sulla chitarra. Poi gli venne l’illuminazione, quando ascoltò “School’s Out” di Alice Cooper e successivamente, nel 1973, quando aveva 12 anni e comprò il suo primo vinile che era il singolo “Seven Seas of Rhye” dei Queen su 45 giri, acquistato con i soldi che guadagnò facendo dei lavoretti per casa. Fu così che avvenne per Jeff la scoperta del rock. Quindi, da allora, andò avanti. In quel periodo si allenava col Taekwondo e lì c’era un ragazzo che aveva un paio di anni più di lui, con il quale diede vita ai Guillotine (pre-Venom), poiché scoprì di avere in comune l’interesse per le chitarre e così Jeff aveva appena scoperto la chitarra solista. Di solito il suo amico rimediava i biglietti per andare a vedere tutte queste band al Newcastle City Hall ed insieme andavano a vedere tutte band che avevano dei chitarristi. Così i due videro i concerti di Dr. Feelgood, Manfred Mann, Scorpions, Rory Gallagher.[1]

La prima band che Jeff abbia mai visto in concerto furono i Blue Öyster Cult nel 1977/1978. E finalmente nel 1979 il momento cruciale venne: ricevette una telefonata da un suo amico che gli disse di avere dei biglietti per il concerto di una band che si chiamava Judas Priest. Aveva sentito nominare i Priest, aveva sentito qualche brano, ma all’epoca era un grandissimo fan dei Kiss. Andò alla Newcastle City Hall, per il tour di “The Killing Machine”. E mentre guardò il palco, a sinistra, c’era la figura del chitarrista K.K. Downing che lo incantò letteralmente. Quello fu il momento in cui Jeff, dopo averlo guardato, si disse: “Quello è ciò che voglio fare! Quello è ciò che voglio fare!”. E così fece: K.K. divenne il suo modello, il suo mentore, il suo eroe. Non ebbe mai l’opportunità di incontrarlo, ma comprò la flying V dicendosi: “Quello è ciò che voglio fare!” Ed in un attimo capì chi fosse. Da lì ci fu l’evoluzione dei Venom.[2]

Guillotine (pre-Venom) (1979-1980)[modifica | modifica wikitesto]

Jeff aveva una band chiamata Guillotine che vedeva Dave Blackman alla voce, Dean Hewitt al basso e Chris McPeters alla batteria. Tutti e tre i componenti mollarono la band, ma Jeff voleva continuare a suonare cercando di portare avanti la sua band, chiamando gli amici Dean Hewitt (basso) e Dave Rutherford (chitarra), a cui poi si aggiusero Clive Archer (voce) e Tony Bray (batteria) degli Oberon, entrambi conosciuti a un concerto dei Judas Priest. Tuttavia, Dave Rutherford lasciò la band dopo poco tempo.

In seguito, Jeff Dunn conobbe Conrad Lant a casa di un'amica della sua fidanzata. La sua comitiva era solita uscire per andare in giro e ascoltare musica a casa di questa ragazza quando i suoi genitori erano fuori. In una notte in particolare, Jeff venne presentato al nuovo fidanzato di questa ragazza, che era Conrad. I due parlano per un po' e Jeff disse di avere una band dove suonava la chitarra. Gli disse anche anche che Dave aveva appena lasciato la band e quindi di essere anche alla ricerca di un altro chitarrista ritmico. Conrad accenna il fatto che sta facendo uno stage - grazie ai programmi governativi riguardo le opportunità di occupazione per i giovani (Youth Opportunities Programme del governo di Margaret Thatcher) - agli Impulse Studios, di proprietà del fondatore della Neat Records, dove iniziò a lavorare preparando thè e caffè e cercando di raccogliere allo stesso tempo qualsiasi conoscenza in ambito di produzioni musicali heavy metal, fino a mettere mani sui nastri in qualità di assistente dell'ingegnere addetto alla registrazione (Tape Operator) e a curare le relazioni con le band locali in qualità di "A&R" (Artist and Repertoire). Così Jeff invitò Conrad ad una prova dei Venom in un sabato pomeriggio alla Westgate Road Church Hall per suonare cover di Judas Priest, Motörhead e UFO.

A pochi giorni dal loro primo show, il bassista Alan Winston lasciò band. Dato che il gruppo non riuscì a trovare in tempo un sostituto, Conrad Lant abbandonò la seconda chitarra per dedicarsi al basso. Il sound complessivo della band, inoltre, risultò abbastanza pieno da compensare la mancanza di un chitarrista ritmico.

La band intanto cambiò diverse nome girando con diversi nomi provvisori come "Sons of Satan", "Oberon" e "Schizo" ed era solita preparare spettacoli pirotecnici durante ogni prova, tanto da far saltare tutti i posti in aria. Perciò, essendo a corto di posti dove poter provare ed essendosi creati una cattiva reputazione con tutti i nomi usati, non fu più in grado di suonare ovunque a Newcastle e Jeff ripensò all'uso del nome "Guillotine". Così un giorno Conrad Lant e Antony Bray iniziarono a pensare riguardo un nuovo nome per la band e si trovano entrambi d'accordo sul fatto che il nome che avevano non gli piacesse. Intanto il roadie che guidava il furgone della band, il quale era anche un biker, suggerì la parola "Venom" come possibile nome per il gruppo. Anche se il chitarrista Jeff non sembrò molto convinto del nome all'inizio, grazie alla pressione degli altri membri, cedette all'influenza e così la band cambiò nome da Guillotine in Venom (in inglese veleno).

A proposito del nome Jeff "Mantas" Dunn dirà in un'intervista:

"Non volevamo chiamarci "Lucifer" o qualcosa del genere. C'era una band a Newcastle, sono venuti dopo di noi, ma hanno scelto il nome ovvio, si sono chiamati "Satan". Ad un certo punto abbiamo provato nel posto dove suonavano e l'abbiamo distrutto."[3]

La band si mostrò fin da subito principalmente influenzata dalla musica di Black Sabbath, Motörhead, Judas Priest e Kiss: lo stile della band si rivelò presto semplice, essenziale, veloce e "punkeggiante", ma anche molto pesante.

La band si esibì per la prima volta dal vivo come "Venom" il 15 febbraio del 1980, quando al Meth di Wallsend. Clive Archer si esibì con un face paint. Conrad prese in prestito un basso da un amico dello studio di registrazione in cui lavorava, e lo inserì nel suo amplificatore testata e cassa per chitarra, completo di pedali distorti ed effetti. Emerse un frastuono terribile e così nacque il sound del basso "bulldozer" ("ruspa" in Italiano).

Una delle idee che la band progettò in questo primo periodo consisteva nel fatto che Clive sarebbe dovuto andare fuori di scena per un cambio di costume e che Cronos avrebbe cantato la canzone "Live Like An Angel, Die Like A Devil", cosicché Clive potesse tornare in scena per cantare "Schitzo". Per qualche motivo Clive si sentì spaesato nella band e scelse di andarsene. Fu in questo momento che Cronos cantò nella traccia "Live Like An Angel" su richiesta di Mantas. Alla fine della sessione la band ebbe un incontro e Jeff e Tony espressero la preferenza verso lo stile vocale di Conrad, rispetto a quello di Clive; e così band decise di continuare in quel modo anche perché i loro stili vocali non erano poi così diversi. Inoltre, negli stessi giorni, Cronos, Mantas, e Abaddon distrussero il giardino dell'ormai ex cantante Clive Archer con fuochi d'artificio ed esplosivi. Clive ne aveva abbastanza riguardo l'intera situazione anche se in realtà era già stato licenziato, tanto da lasciare persino il suo amplificatore a Cronos.

Il successo con i Venom (1981-1986)[modifica | modifica wikitesto]

Il debutto discografico dei Venom fu il singolo del 1981 "In League with Satan" / "Live Like an Angel", pubblicato dalla Neat Records. Più tardi quell'anno pubblicarono il loro debutto integrale, Welcome to Hell.

Benché registrato in modo rozzo con una musicalità a volte discutibile, Welcome to Hell ha avuto ancora una grande influenza sulle future band thrash. La musica di Venom era più veloce e più dura della maggior parte dei contemporanei heavy metal e, anche se il satanismo e altri argomenti oscuri erano stati già citati nel metal, gli argomenti erano comunque stati raramente resi più prominenti, e così i Venom pensarono di spingerli al massimo.

Il loro secondo album, "Black Metal" del 1982, viene citato come forse l'influenza più importante nello sviluppo di black metal, thrash metal, death metal e altri stili correlati che sono spesso raggruppati sotto l'ombrello di metallo estremo. Molti elementi di definizione di questi generi sono stati trovati per la prima volta nei testi e nei titoli di canzoni creati da Lant e dal suo stile di canto unico, nonché dal lavoro di chitarra e dagli assoli eseguiti da Dunn. Sebbene nessuno dei primi due album di Venom abbia venduto bene la loro versione originale, essi hanno ispirato i seguaci del culto fino ad oggi. Mentre molti dei loro pari NWOBHM (come gli Iron Maiden) avevano trovato misure di successo popolare o di critica (o come Def Leppard, si stavano allontanando dall'heavy metal andando verso l'hard rock), i Venom era ancorano considerato dai critici come "un trio di buffoni".

Nel tentativo di dimostrare il loro status di musicisti seri, i Venom registrarono "At War with Satan" nel 1984. L'epica title track di 20 minuti, con notevoli influenze progressive rock, prese il primo lato del disco. Il lato B era focalizzato sul "fuoco rapido", in cui erano noti i pezzi veloci da tre minuti classici dello stile degli album precedenti, inclusa la traccia "Stand Up And Be Counted". Un video dal vivo, The Seventh Date of Hell: Live At Hammersmith Odeon, fu anche pubblicato quell'anno.

Nel 1985, i Venom pubblicarono il loro quarto album in studio, "Possessed", che non ebbe il successo dei precedenti album. A quel tempo Venom aveva pubblicato diversi singoli (Warhead, Die Hard e Manitou per nominarne alcuni) e live diversi EP (The Assault Series, tra cui Canadian Assault, American Assault e French Assault). Cronos e Abaddon apparsero nel video del Combat Tour Live: The Ultimate Revenge con Slayer ed Exodus. Un album dal vivo, Eine Kleine Nachtmusik, e un secondo video dal vivo, Alive in '85, furono pubblicati nel 1986.

Pubblicazione dell'album solista "Wind of Change" (1988)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1986 Jeff lasciò i Venom per perseguire una carriera da solista pubblicando 2 album, Winds of Change nel 1988. Intanto i Venom proseguirono con due nuovi chitarristi; Mike Hickey e James Clare, pubblicando un album leggermente più melodico e con un'attitudine più Glam chiamato "Calm Before The Storm". L'album generò un malcontento tra i fan dei Venom e ciò portò Cronos a voler continuare la sua nuova direzione sonora come solista, considerando anche il fatto che Abaddon era diventato il tour manager degli Atomkraft e l'attività live dei Venom era in pausa.

Rientro nei Venom (1989-1993, 1995-2002)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una fase di tour nel 1987 i Venom si sciolsero, Cronos andò negli USA insieme ai due chitarristi per proseguire da solista e Abaddon dopo un po' di tempo ottenne un contratto con la Music For Nation chiamando Tony Dolan detto "Demolition Man" e cercando poi di riportare Mantas nella band.

Con questa lineup, la band pubblicò gli album "Prime Evil" (1989) e dopo un anno una videocassetta live dello spettacolo registrato al Marquee Club intitolata "Live '90". L'album ebbe un buon successo, ma i successivi "Temples of Ice" e "The Waste Lands" iniziarono a segnare il declino della lineup Demolition Man/Mantas/Abaddon. Inoltre Jeff collaborò con i Warfare nel 1992.

Nel 1995, i Venom videro il rientro del frontman Cronos e suonarono al Waldrock Festival nei Paesi Bassi, e il 25 maggio del 1996 la band ritornò nei Paesi Bassi per partecipare come headliner al Dynamo Open Air, di cui si può trovare il filmato dell'esibizione nel web. In questo concerto la band suonò davanti a ben 89.000 persone. Il 26 luglio dello stesso anno, la band suona negli USA al Milwaukee Metalfest XI davanti, mentre il 6 settembre la band suona in Grecia al Metal Invader Festival davanti a 6000 persone.

A tal punto, dopo un silenzio discografico di quattro anni, la band registra e auto-rilascia l'EP Venom '96 con quattro brani ri-registrati e una nuova canzone: "The Evil One".

Nel 1997 esce Cast in Stone sotto la label SPV/Steamhammer, che contiene anche un secondo disco contenente altre ri-registrazioni di dieci canzoni popolari della band del periodo degli anni '80.

Nel 2000, invece prese parte alle registrazioni dell'album "Resurrection" in Germania insieme al bandmate Cronos e a suo fratello Antton Lant che sostituì Abaddon. Dopo soli due concerti di supporto al nuovo lavoro in studio, tra cui la partecipazione al "Wacken Open Air 2000" come co-headliner insieme ai Thin Lizzy, Cronos ha un infortunio durante un'arrampicata in Galles con dei vecchi amici ex-marines e ciò lo costringe a ritirarsi, portando la band ad un periodo di pausa. I dottori prevedono due anni per il recupero, così Cronos dice al chitarrista Mantas di andare avanti con tutto quello che poteva e sfruttare al meglio questa volta, sapendo che i fosse la sua intenzione di fare un altro album da solista.

Uscita dai Venom, attività solista, M-Pire of Evil e Venom Inc. (2002-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 Jeff "Mantas" comunicò le sue intenzioni di non voler più far parte della band e riprese l'attività della band solista insieme a Tony "Demolition Man" per l'album Zero Tolerance nel 2004. Mente nel 2006 collaborò con gli Scooter durante il tour del loro album Who's Got The Last Laugh Now?.

Sempre nel 2006, si dedica alla madre gravemente malata fino al giorno della sua morte.

Nel 2010 ha fondato gli M-Pire of Evil insieme a Demolition Man e Antton, tutti e tre ex componenti dei Venom e con essi ha già pubblicato un album ed un EP. Nel 2014 gli M-Pire of Evil si sciolgono per formare i Venom Inc. che è formata da Mantas (chitarra), Abaddon (batteria), e Demolition Man (basso e voce), nel 2017 pubblicano 2 singoli (Dein Fleisch e Avé) e ad agosto esce l'album intero che si chiama Avé

Il 30 aprile 2018, l'ex-chitarrista Mantas è stato portato in ospedale in ambulanza il dopo aver accusato un fortissimo dolore al petto. Successivamente stato sottoposto a un intervento chirurgico urgente a cuore aperto per un doppio bypass. L’intervento è andato a buon fine e il musicista è rimasto a riposo per qualche mese dall'attività live con i Venom Inc., riprendendo l'attività live il 4 agosto per il Porispere 2018.[4][5]

Altre attività e vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Ha avuto una palestra di arti marziali chiamata "Fighting Fit", nel centro di Newcastle per 19 anni. Aveva un socio e anche due istruttori che lavoravano per loro. Pare inoltre che la palestra tenesse circa 110 lezioni a settimana.[6] È stato un istruttore di arti marziali ed ha smesso dopo un incidente ed un intervento al tendine d’Achille, per il quale gli fu stato consigliato di sospendere l’attività. La palestra ancora esiste a Newcastle, ed uno dei ragazzi che lavorava per lui come insegnante ne è diventato il proprietario. Avrebbe proseguito quel percorso probabilmente, anche perché si allenava da quando avevo 10 anni. Iniziò con il Judo quando andava a scuola. Il suo insegnante di chimica era una cintura marrone. Erano agli inizi degli anni ’70, quando Bruce Lee apparve per la prima volta sugli schermi, e tutti volevano fare il Kung-fu, Jeff a sapere che l’insegnante di chimica aveva un piccolo Judo club, una sorta di attività doposcuola, il venerdì sera, così ci andò per un po’, poi cambiò e fece Karate. Successivamente si allenò in Taekwondo. Inoltre è anche un amante della disciplina dell’Aikido, è la sua preferita. Secondo il chitarrista, se non ci fosse stata la musica nella sua vita, l’insegnamento delle arti marziali avrebbe avuto la meglio su tutto.[7]

Ha una figlia nata nel 1988 che si chiama Sarah e un nipote nato da quest'ultima nel 2016 di nome Harry.

Strumentazione[modifica | modifica wikitesto]

Chitarre[modifica | modifica wikitesto]

  • CSL Flying V
  • Fender Stratocaster (Modificata con manico Telecaster)
  • Ibanez RG (Nera)
  • Ibanez RG (Blu)
  • Ibanez Xiphos
  • Steinberger Synapse
  • Ibanez Destroyer DT 555
  • Fret King SG
  • Fret King Les Paul
  • Capricorn Guitars
  • Epiphone Flying V Korina 1958

Amplificazione[modifica | modifica wikitesto]

  • ENGL Amps
  • Marshall Amps

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Venom[modifica | modifica wikitesto]

Mantas[modifica | modifica wikitesto]

M-Pire of Evil[modifica | modifica wikitesto]

Venom Inc.[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN3952153532464648820004 · ISNI (EN0000 0003 7261 651X · GND (DE1165171821
  1. ^ (IT) M:Pire Of Evil: i fan sono la nostra linfa vitale | METALFORCE, in METALFORCE, 8 agosto 2015. URL consultato l'11 ottobre 2018.
  2. ^ (IT) M:Pire Of Evil: i fan sono la nostra linfa vitale | METALFORCE, in METALFORCE, 8 agosto 2015. URL consultato l'11 ottobre 2018.
  3. ^ KAOS2000 Magazine interview with Jeff Dunn / Mantas of Venom, su web.archive.org, 27 febbraio 2015. URL consultato l'11 ottobre 2018.
  4. ^ (IT) VENOM e VENOM INC.: Mantas operato d'urgenza, in Metalitalia.com. URL consultato il 3 settembre 2018.
  5. ^ Search for setlists: artist:(Venom Inc.) date:[2018-01-01 TO 2018-12-31] | setlist.fm, su www.setlist.fm. URL consultato il 3 settembre 2018.
  6. ^ KAOS2000 Magazine interview with Jeff Dunn / Mantas of Venom, su web.archive.org, 27 ottobre 2015. URL consultato il 13 ottobre 2018.
  7. ^ (IT) M:Pire Of Evil: i fan sono la nostra linfa vitale | METALFORCE, in METALFORCE, 8 agosto 2015. URL consultato l'11 ottobre 2018.