Jeff Ayres

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jeff Ayres
Jeff Pendergraph in 2008.jpg
Ayres con la maglia di Arizona State
Nome Jeffrey Curtis Ayres
Jeffrey Curtis Pendergraph
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 206 cm
Peso 113 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala grande
Squadra Eskişehir
Carriera
Giovanili
Etiwnada High School
2005-2009ASU Sun Devils
Squadre di club
2009-2010Portland T. Blazers 39 (104)
2011-2013Indiana Pacers 57 (179)
2013-2015San Antonio Spurs 124 (377)
2015-2016Idaho Stampede 23 (375)
2016L.A. Clippers5 (6)
2016Idaho Stampede 2 (30)
2016L.A. D-Fenders 2 (33)
2016L.A. Clippers17 (31)
2016CSKA Mosca3 (14)
2016-2017L.A. D-Fenders 22 (282)
2017Toyota Alvark
2017-Eskişehir
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2017

Jeffrey Curtis "Jeff" Ayres, nato Jeffrey Curtis Pendergraph e conosciuto fino al 2013 come Jeff Pendergraph (Ontario, 29 aprile 1987), è un cestista statunitense.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

NBA (2009-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Portland Trail Blazers (2009-2010)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato "The Arizona High School", approda nella squadra degli Arizona State Sun Devils con cui si fa notare al grande palcoscenico e viene scelto nella prima posizione del secondo giro (31ª assoluta) nel Draft NBA 2009 dai Sacramento Kings, che la sera stessa lo cedettero via trade ai Portland Trail Blazers in cambio di Sergio Rodriguez, i diritti su Jon Brockman (38ª scelta al Draft NBA 2009 dei Blazers) e una somma in denaro.[1]
L'8 Settembre 2009 firma un contratto da rookie con i Trail Blazers. Il 15 aprile 2010 realizzò il suo career-high points nella gara interna contro i Golden State Warriors segnando 24 punti, anche se si dimostrarono vani per i Portland Trail Blazers che persero la partita per 122-116.[2] Alla fine della stagione lui ha disputato 39 partite segnando in totale 104 punti.

Prima dell'inzio della stagione 2010-2011, subì un infortunio al ginocchio; siccome gli esami hanno accertato che i tempi di recupero per Ayres sarebbero stati lunghi, la franchigia dell'Oregon decise di tagliarlo.[3]

Indiana Pacers (2011-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 dicembre 2011 Ayres firmò da free agent con gli Indiana Pacers.[4] Tuttavia non giocò molte partite con i Pacers nei due anni in cui vi militò: 20 il primo anno (anche se quell'anno la stagione fu accorciata a causa del Lockout), 37 il secondo, e solo in una partita partì titolare, ovvero quella giocata in casa il 24 Aprile 2012 contro i Detroit Pistons, vinta 103-97, in cui lui mise a referto 10 punti, 7 rimbalzi, 1 assist e 2 stoppate in 18 minuti.[5] In tutte e due le stagioni con la franchigia disputò i playoffs. Nella seconda stagione si mise in evidenza in negativo nei PO in quanto nelle finali di Conference, in gara-7 Ayres venne espulso a seguito di un diverbio col playmaker dei Miami Heat (avversari dei Pacers nella serie) Norris Cole, che finì con l'allontanamento dal campo di entrambi; a questo diverbio prese parte anche il manager del celeberrimo cantante Flo Rida che venne anch'egli allontanato.[6]

San Antonio Spurs (2013-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Durante la free agency dell'estate 2013, il 12 luglio firmò con i San Antonio Spurs.[7]

Con gli speroni trovò maggiore continuità rispetto agli anni passati giocando 73 partite, di cui 10 da titolare. Alla fine dell'anno con i texani arrivò alle NBA Finals dove affrontò i Miami Heat (terza volta consecutiva in post-season dopo le 2 con gli Indiana Pacers). Gli Spurs vinsero la serie 4-1 e così Jeff si laureò campione NBA per la prima volta in carriera.[8] Nella stagione successiva trovò molto meno spazio disputando solo 51 partite e nessuna di queste da titolare, tenendo di media solo 7,5 minuti d'impiego a partita.

Los Angeles Clippers e D-League (2015-2016)[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2015 non venne rifirmato dai San Antonio Spurs per liberare spazio salariale per l'arrivo dell'ex compagno di squadra di Ayres (a Portland) LaMarcus Aldridge.

Ayres andò a giocare in D-League negli Idaho Stampede.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

San Antonio Spurs: 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Trail Blazers trade Sergio Rodriguez, Jon Brockman to Kings for Jeff Pendergraph :InsideHoops, su www.insidehoops.com. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  2. ^ Warriors vs. Trail Blazers - Game Recap - April 14, 2010 - ESPN, su ESPN.com. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  3. ^ Trail Blazers Waive Jeff Pendergraph, su iamatrailblazersfan.com, 14 luglio 2014. URL consultato il 29 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  4. ^ Pacers Sign a Big Man: Jeff Pendergraph, su 8 Points, 9 Seconds, 08 dicembre 2011. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  5. ^ Pistons vs. Pacers - Game Recap - April 23, 2012 - ESPN, su ESPN.com. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  6. ^ NBAVideos2014, Jeff Pendergraph, Norris Cole and Flo Rida's manager all ejected in Game 7, 03 giugno 2013. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  7. ^ Spurs Sign Jeff Pendergraph, su Spurs.com. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  8. ^ Heat at Spurs, in NBA.com. URL consultato il 29 dicembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]