Jean de La Varende

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jean de La Varende
Il Castello di Bonneville (Chamblac), abitazione di La Varende dal 1919 al 1959.

Jean de La Varende (Chamblac, 24 maggio 1887Parigi, 8 giugno 1959) è stato uno scrittore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Autore di romanzi, novelle, biografie e monografie, in particolare sulla Normandia. Inizialmente cercò di emulare la carriera del padre ufficiale di marina, ma dovette rinunciarvi perché affetto da problemi cardiaci. Nel 1942 fu eletto nell'Académie Goncourt.[1]

Nel 1938 ricevette il Grand Prix du roman de l'Académie française per Il centauro di Dio[2]. Dal romanzo Naso di cuoio fu tratto il film omonimo (1952), diretto da Yves Allégret[3].

Opere tradotte in italiano[modifica | modifica wikitesto]

  • Jean de La Varende, Il centauro di Dio, traduzione di Domenico Giuliotti, Milano, Istituto di Propaganda Libraria, 1940.
  • Jean de La Varende, Naso di cuoio, gentiluomo d'amore, traduzione di R. Ortolani, Milano, Garzanti, 1952.
  • Jean de La Varende, Man' d'arc, Milano, Massimo, 1960.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Jean de La Varende, su Evene.
  2. ^ (FR) Grand Prix du Roman, su Académie française.
  3. ^ Antoine Baecque e Serge Toubiana, Truffaut, Berkeley, University of California Press, 2000, pp. 389–390, ISBN 0-520-22524-4.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95301613 · ISNI (EN0000 0001 2144 2519 · LCCN (ENn79091695 · GND (DE118778986 · BNF (FRcb11910333v (data) · NLA (EN35286919 · BAV ADV12189104