Jean Maximilien Lamarque

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jean Maximilien Lamarque

Jean Maximilien Lamarque (Saint-Sever, 22 luglio 1770Parigi, 1º giugno 1832) è stato un generale francese, comandante di divisione durante le guerre napoleoniche, e parlamentare.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Saint-Sever, nelle Lande, Lamarque entrò nell'esercito nel 1791. Guadagnatosi il grado di generale, comandò una delle sei armate mandate alla conquista dei Regni Borbonici di Napoli e Sicilia. Fu protagonista, insieme ad Alessandro Mandarini, dell'assedio napoleonico di Maratea. Nel 1810 fu nominato barone. Nel 1814, rimasto fedele a Napoleone, comandò una divisione contro i controrivoluzionari durante le guerre di Vandea. Dopo la sconfitta di Waterloo, nel 1828 Lamarque riuscì a ritagliarsi uno spazio nel parlamento francese. Morì di colera nel 1832.

Fonti e Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alfred Cobban, A History of Modern France, 1992.
  • Jill Harsin, Barricades: The War of the Streets in Revolutionary Paris, 1830 – 1848, 2002.
  • Vincent J. Esposito and John Elting, A Military History and Atlas of the Napoleonic Wars, 1999.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce della Legion d'Onore
— 1830
Cavaliere di Gran Croce del Reale Ordine delle Due Sicilie - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce del Reale Ordine delle Due Sicilie

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2478866 · ISNI (EN0000 0001 2117 8682 · LCCN (ENnr2001017375 · GND (DE128967927 · BNF (FRcb11950784p (data) · CERL cnp01262844