Jean-Pierre Aumont

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jean-Pierre Aumont

Jean-Pierre Aumont, pseudonimo di Jean-Pierre Philippe Salomons (Parigi, 5 gennaio 1911Gassin, 30 gennaio 2001[1]), è stato un attore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Alexandre Salomons, proprietario de La Maison du Blanc, un catena di negozi che vendevano lino, e di Suzanne Cahen, suo zio paterno era il famoso attore Georges Berr. Il padre, la cui famiglia era originaria dei Paesi Bassi, era ebreo e la madre veniva da una famiglia cattolica. Aumont cominciò a studiare teatro all'età di 16 anni al Conservatorio di Parigi. Esordì sul palcoscenico a 20 anni, e nel 1931 debuttò nel cinema con il film Jean de la Lune di Jean Choux.

Carriera ed esperienze di guerra[modifica | modifica wikitesto]

Sul grande schermo colse i maggiori successi, segnalandosi negli anni trenta con Il lago delle vergini (1934) di Marc Allégret e Lo strano dramma del dottor Molyneux (1937) di Marcel Carné. Quando la sua carriera raggiunse l'apice, scoppiò la seconda guerra mondiale: Aumont rimase in Francia fino al 1942, quando fu costretto a sfuggire alle persecuzioni naziste. Inizialmente si stabilì nel territorio non occupato di Vichy, poi si rifugiò negli Stati Uniti, prima a New York, poi a Hollywood.

Cominciò a lavorare per la MGM e, dopo aver completato il film La croce di Lorena (1943) di Tay Garnett, decise di arruolarsi per combattere nella Francia Libera. Aumont fu mandato in Nord-Africa, dove partecipò all'Operazione Torch in Tunisia, quindi si spostò in Italia e in Francia con gli Alleati. In guerra fu ferito due volte: la prima, mentre era in missione con suo fratello; la seconda, in modo più grave, quando la sua jeep esplose in un campo minato e il generale brigadiere Diégo-Charles-Joseph Brosset, comandante della prima divisione della Francia Libera, fu ucciso. Per il suo coraggio, Aumont fu decorato con la Croix de guerre 1939-1945 e gli venne conferita la Legion d'Onore.

Negli anni cinquanta riprese a lavorare sia in Europa che a Hollywood, ma la sua interpretazione forse più importante giunse a carriera avanzata, con il ruolo del divo Alexandre in Effetto notte (1973) di François Truffaut. Nel 1975 interpretò Il gatto, il topo, la paura e l'amore di Claude Lelouch e nel 1984 Il sangue degli altri di Claude Chabrol; del 1995 la sua apparizione in Jefferson in Paris di James Ivory.

Nel corso degli anni lavorò spesso per il piccolo schermo, prima come guest star in diverse produzioni statunitensi, poi come interprete di serie per la televisione francese.

Autore di diverse commedie, nel 1991 fu insignito della croce come Commandeur des Arts et des Lettres, nel 1991 ricevette il Premio César alla carriera.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Durante il suo periodo hollywoodiano, Aumont sposò l'attrice dominicana María Montez. Il loro matrimonio fu molto felice, fino all'improvvisa scomparsa della Montez il 7 settembre 1951, avvenuta nella loro villa a Suresnes, in Francia. Ebbero una figlia, Tina (1946-2006) divenuta a sua volta attrice, che nel 1963 sposò l'attore Christian Marquand. Nel 1956 Aumont si risposò con l'attrice italiana Marisa Pavan, dalla quale ebbe altri due figli, Jean-Claude (1957) e Patrick (1960). Anche questo secondo matrimonio fu molto felice: i due infatti rimasero insieme fino alla morte dell'attore.

Aumont morì nel 2001 di infarto, all'età di 90 anni. È sepolto nel cimitero parigino di Père-Lachaise.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore
Croix de guerre 1939-1945 - nastrino per uniforme ordinaria Croix de guerre 1939-1945
Cavaliere dell'Ordine nazionale al merito - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine nazionale al merito
Ufficiale dell'Ordine delle arti e delle lettere - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine delle arti e delle lettere

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ elenco ufficiale decessi Francia, su deces.matchid.io. URL consultato il 5 settembre 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN44484149 · ISNI (EN0000 0003 6849 6914 · LCCN (ENn50028899 · GND (DE131600427 · BNF (FRcb13890974v (data) · BNE (ESXX1487623 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n50028899