Jean-Jacques Lequeu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto

Jean-Jacques Lequeu (Rouen, 14 settembre 1757Parigi, 28 marzo 1826) è stato un architetto e disegnatore francese.

Lequeu, progetto per una porta d'accesso a un terreno di caccia

Fu architetto dell'Académie royale des Sciences, Belles-Lettres, et Beaux-Arts; vinse anche due premi dell'Accademia di Rouen nel 1776 e nel 1778. Tuttavia, dei suoi pochi edifici costruiti non ci è rimasto niente.

Fu invece particolarmente prolifico come disegnatore. Poco dopo il 1780 lavorò in Italia come disegnatore di architetture fino alla Rivoluzione francese; in seguito come cartografo. Dotato di una notevole fantasia che sfiora il nevrotico, la sua fama è legata a disegni, caratterizzati dalla rottura di ogni convenzione di simmetria, gusto, proporzione e purezza artistica, che si ispirano e enfatizzano i modelli visionari di Etienne-Louis Boullée e Claude-Nicolas Ledoux. Tra questi si ricordano: una latteria a forma di mucca, case composte con motivi gotici e classici, con profusione di simboli, soprattutto fallici, il monumento a Priapo e torri gigantesche.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • N. Pevsner, J. Fleming, H. Honour, Dizionario di architettura, Torino, Einaudi, 1981, voce Lequeu, Jean-Jacques.
  • E. Kaufmann, Tre architetti rivoluzionari. Boullée, Ledoux, Lequeu, edizione italiana a cura di G. Teyssot, Milano, Franco Angeli, 1976.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN34479306 · LCCN: (ENn85244461 · ISNI: (EN0000 0000 8370 9816 · GND: (DE119060345 · BNF: (FRcb12067027d (data) · ULAN: (EN500026715 · CERL: cnp00546235