Jean-François Janinet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aerostato di Janinet e Miollan

Jean-François Janinet (Parigi, 1752Parigi, 1º novembre 1814) è stato un incisore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto di Rose Bertin
Ritratto dell'attrice Louise Contat, Costumi e Annali dei grandi teatri di Parigi

Janinet è considerato dalla critica artistica uno dei più importanti incisori a colori francesi e si mise in evidenza per le sue innovazioni tecniche, quali l'acquatinta in quadricromia, oltreché per lo stile caratterizzato dall'intensità dei colori.[1]

Figlio d'arte, Janinet si formò artisticamente frequentando dal 1772 l'Accademia Reale e sin dai suoi esordi, con l'opera Ritratto di Maria Antonietta, il suo nome diventò celebre nel suo Paese.[1]

Per realizzare le sue opere, Janinet prese spunti dai lavori di pittori olandesi e francesi, quali Hubert Robert, Jean-Honoré Fragonard, Jean-Baptiste Greuze, oltreché dai disegni di Jean-Nicolas-Louis Durand.

Tra i suoi lavori più significativi, si possono citare Le Baiser de l'amour e Le Satyre impatient.[1]

Janinet realizzò le illustrazioni dei Costumi e Annali dei grandi teatri parigini e partecipò a numerose edizioni del Salon al Museo del Louvre.

Durante la Rivoluzione francese Janinet cambiò le sue fonti di ispirazione e le tematiche dei suoi lavori riguardarono gli eventi storici e politici parigini e di Versailles.[2]

Janinet, durante la sua carriera artistica, studiò anche materie scientifiche, quali la chimica e la fisica e si impegnò nella progettazione di aerostati.[3]

La figlia di Janinet, Sophie, seguì le orme artistiche del padre.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c le muse, VI, Novara, De Agostini, 1964, p. 38.
  2. ^ Philippe de Carbonnières, Les gravures historiques de Janinet, Parigi, Paris Musées, 2005, p. 18-19.
  3. ^ Gaston Tissandier, La Navigation aérienne, L'Aviation et la Direction des aérostats dans les temps anciens et modernes, Parigi, Hachette, 1886.
  4. ^ Jean-François Janinet (1752-1814) (nel sito della Bibliothèque nationale de France), su data.bnf.fr. URL consultato il 20 ottobre 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN49270663 · ISNI (EN0000 0000 6645 1825 · LCCN (ENn86016459 · GND (DE124164722 · BNF (FRcb12187463z (data) · BNE (ESXX5452987 (data) · ULAN (EN500001382 · CERL cnp01073462 · WorldCat Identities (ENlccn-n86016459