Jean-Baptiste Capefigue

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Jean-Baptiste Honoré Raymond Capefigue (Marsiglia, 1801Parigi, 23 dicembre 1872) è stato uno storico e giornalista francese. Esordì da giovane come giornalista, scrisse sul Quotidien. Sotto la monarchia di luglio ebbe il suo periodo di maggiore notorietà. Amico di François Guizot, fu autore di numerosi studi e si occupò anche di storia napoleonica, con due testi: L'Europe pendant le Consulat et l'Europe de Napoléon, nel 1839, e Les cent jours nel 1845[1] .

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN12349312 · ISNI (EN0000 0001 0870 334X · SBN IT\ICCU\SBLV\206457 · LCCN (ENn85351733 · GND (DE100070841 · BNF (FRcb121723549 (data) · BNE (ESXX1228674 (data) · NLA (EN35462584 · BAV (EN495/13100 · WorldCat Identities (ENlccn-n85351733
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie