Je t'aime, je t'aime - Anatomia di un suicidio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Je t'aime, je t'aime - Anatomia di un suicidio
Titolo originaleJe t'aime, je t'aime
Paese di produzioneFrancia
Anno1968
Durata91 min
Rapporto1.66:1
Generefantascienza
RegiaAlain Resnais
SceneggiaturaJacques Sternberg
Alain Resnais (non accreditato)
ProduttoreMag Bodard
Casa di produzioneParc Films
Les Productions Fox Europa
FotografiaJean Boffety
MontaggioAlbert Jurgenson, Colette Leloup
MusicheKrzysztof Penderecki
Interpreti e personaggi

Je t'aime, je t'aime - Anatomia di un suicidio è un film di fantascienza francese del 1968 diretto da Alain Resnais e scritto da Jacques Sternberg con il regista. Avrebbe dovuto essere presentato in concorso al Festival di Cannes del 1968[1], ma il festival venne cancellato in seguito allo sciopero generale che sconvolse la Francia nel maggio 1968 (Maggio francese).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Claude Ridder decide di suicidarsi in seguito ad una delusione amorosa. Fallito il tentativo scopre di essere stato scelto da alcuni scienziati per un esperimento particolare: il viaggio nel tempo. Claude acconsente, entra in una sorta di sfera uterina e viene mandato indietro nel tempo della propria vita. Inizialmente si ritrova su una spiaggia, condannato a ripetere sempre lo stesso gesto. Successivamente, a causa di un malfunzionamento della macchina, intraprende un ossessivo percorso a zig zag nella memoria. L'insoddisfazione, però, resta. Il suicidio è ancora una volta l'unica soluzione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Festival de Cannes: Je t'aime, je t'aime, su festival-cannes.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Menarini Roy, Meneghelli Andrea, Fantascienza in cento film, Genova, Le Mani editore, 2000.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN304960674 · GND (DE1037810015