Jaws (videogioco 1989)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jaws
videogioco
Jaws.png
Schermata su Commodore 64
Piattaforma Amiga, Amstrad CPC, Atari ST, Commodore 64, MSX, ZX Spectrum
Data di pubblicazione 1989
Genere Sparatutto
Tema Film
Sviluppo Intelligent Design
Pubblicazione Screen 7
Modalità di gioco Giocatore singolo
Periferiche di input Joystick, tastiera
Supporto Cassetta, dischetto
Requisiti di sistema Spectrum: 128K per contenuti aggiuntivi

Jaws è un videogioco sparatutto tratto dal film Lo squalo, pubblicato nel 1989 per gli home computer Amiga, Amstrad CPC, Atari ST, Commodore 64, MSX e ZX Spectrum dalla Screen 7 (ex Martech).

Lo stesso anno uscì un altro Jaws per Apple II, Commodore 64 e DOS, edito dalla Box Office Software[1], ma non ha alcun legame con questo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una squadra capitanata da Martin Brody, capo della polizia dell'isola turistica di Amity, deve dare la caccia a un enorme squalo bianco che sta mettendo in pericolo i bagnanti. Per inseguirlo Brody utilizza il peschereccio Orca, dal quale può inviare dei palombari nell'oceano con una batisfera. In una prima fase i palombari devono avventurarsi nelle grotte sottomarine per recuperare le parti dell'attrezzatura necessaria a uccidere lo squalo, dopodiché devono cercarlo per affrontarlo nello scontro finale.

A parte le animazioni delle uscite con il peschereccio, l'azione di gioco ha poco a che vedere con il film[2].

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore controlla la batisfera che può muoversi e sparare in tutte le direzioni. L'azione è bidimensionale, con visuale di profilo, e si svolge in un labirinto di molte schermate collegate in orizzontale o verticale, dai fondali marini fino alle profondità delle grotte sottomarine. Le grotte hanno pareti piane, formate da piattaforme orizzontali e muri verticali.

Si incontrano vari tipi di creature marine ostili, alcune anche in grado di sparare, mine e altri pericoli, nonché lo squalo stesso, inizialmente invulnerabile, che passa occasionalmente vicino alla superficie. La batisfera può sopportare alcuni colpi prima di distruggersi e perdere una vita, e ha una scorta di ossigeno limitata. Alcuni nemici uccisi rilasciano bonus, power-up, vite extra, ricariche di ossigeno e armi speciali, ma esistono anche dei malus. Dopo aver trovato e raccolto tutti i pezzi dell'arma apposita bisogna uccidere lo squalo per completare il gioco. Si ha un solo tentativo con tempo limitato e bisogna colpirlo tre volte, con quattro proiettili speciali a disposizione.

C'è anche un limite complessivo dato dall'indicatore dei bagnanti divorati dallo squalo; se aumentano troppo, le autorità chiudono l'isola. Una semplice componente strategica permette di scegliere quali spiagge tenere aperte o chiuse; più spiagge aperte aumentano il rischio di perdita di bagnanti, ma più spiagge chiuse possono scontentare il sindaco fino a farlo arrivare a licenziare Brody. In entrambi i casi se non si trova un giusto equilibrio si perde la partita. La sezione strategica non è presente in tutte le piattaforme, ma solo su Amiga, Atari ST e modelli di Spectrum con 128K di memoria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roberto Nicoletti, Jaws (Starsoft/Box Office Software), su Ready64.it.
  2. ^ K 9

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi