Jane Goodall

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jane Goodall nel 2015

Dame Valerie Jane Morris-Goodall, meglio nota come Jane Goodall (Londra, 3 aprile 1934), è un'etologa e antropologa inglese.

È nota soprattutto per la sua ricerca (durata 40 anni) sulla vita sociale e familiare degli scimpanzé. Dirige l'organizzazione Jane Goodall Institute, che si occupa dello studio e della protezione dei primati in diverse zone del mondo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Jane Goodall nacque a Londra il 3 aprile 1934. Fin da giovane si interessò alla vita degli animali. Nel 1957 entrò in contatto col noto paleoantropologo inglese Louis Leakey. Fu in seguito alla sua conoscenza con Leakey che Goodall iniziò a studiare gli scimpanzé del Gombe Stream National Park (all'epoca Gombe Stream Chimpanzee Reserve), nel luglio del 1960. Nel 1964 Goodall ottenne, pur non essendo laureata, il dottorato in etologia presso l'Università di Cambridge, dando inizio alla sua lunga carriera scientifica.

Goodall si è sposata due volte. La prima volta, nel 1964, fu con un fotografo naturalista di nome Hugo van Lawick, dal quale divorziò nel 1974. La seconda volta fu con Derek Bryceson, membro del parlamento della Tanzania e direttore dei parchi nazionali del paese. Rimasero sposati fino alla morte di lui, nel 1980.

La Goodall è una fervente sostenitrice di cause ambientaliste e umanitarie, ed è vegetariana[1]. Per il suo impegno scientifico, politico e sociale, ha ricevuto molte onorificenze, incluse la Medaglia della Tanzania, il prestigioso Premio di Kyoto, la Medaglia Benjamin Franklin per le scienze della vita, e il Premio Gandhi-King per la nonviolenza. Nell'aprile del 2002, Kofi Annan l'ha nominata Messaggero di Pace delle Nazioni Unite. Nel 2011 è stata insignita del titolo di Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana[2].

Risultati scientifici[modifica | modifica wikitesto]

Goodall è nota soprattutto per la sua ricerca sugli scimpanzé del Parco Gombe, che portò a risultati fondamentali nella comprensione del comportamento e dell'apprendimento sociale di questi animali, dei loro processi di pensiero, e della loro cultura. Inoltre, gli studi di Goodall consentirono di chiarire le differenze fra scimpanzé e bonobo, e di identificare entrambe le specie come ominidi (insieme ai gorilla).

Nel 1977, Goodall fondò il Jane Goodall Institute (JGI), un'organizzazione che si occupa sia dello studio che della protezione degli scimpanzé. Il JGI dispone di 19 uffici dislocati in diversi Paesi del mondo e mette in pratica programmi di sviluppo e di protezione dell'ambiente in diverse zone dell'Africa. Oggi, Goodall dedica praticamente tutto il proprio tempo a difendere la causa degli scimpanzé, ed è stata fra gli ideatori del Progetto Grandi Scimmie Antropomorfe che mira a ottenere per i grandi primati un certo numero di diritti fondamentali riconosciuti a livello internazionale.

Uno dei maggiori contributi di Goodall nel campo della primatologia è stata la scoperta dell'uso di utensili da parte degli scimpanzé: la studiosa, infatti, scoprì che questi animali sono soliti utilizzare, ad esempio, degli stecchini per "pescare" le termiti all'interno dei loro nidi, le larve o i galagoni dalle cavità dei tronchi d'albero o il miele dagli alveari, oppure pietre per rompere i gusci dei semi più duri. Un'altra caratteristica sconosciuta di questi animali, che la Goodall portò alla luce grazie alle sue osservazioni sul campo, furono le battute di caccia che questi primati organizzano ai danni dei colobi ferruginosi.

La Goodall si differenziò dagli studiosi convenzionali in quanto, pur non interferendo con le attività dei gruppi da lei studiati, era tuttavia solita dare dei nomi ai singoli esemplari, anziché marcarli con codici alfanumerici come consueto.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008: Premio « Préservation de la biodiversité » della Fondazione Principe Alberto II di Monaco conferitole da SAS Principe Alberto II di Monaco[senza fonte]
  • 2010: Colombe d'Oro conferitole da Rita Levi Montalcini[3]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • 1970 My Friends the Wild Chimpanzees Washington, DC: National Geographic Society
  • 1971 Innocent Killers (con H. van Lawick). Boston: Houghton Mifflin; London: Collins.
  • 1971 In the Shadow of Man Boston: Houghton Mifflin; London: Collins.
  • 1986 The Chimpanzees of Gombe: Patterns of Behavior Boston: Bellknap Press of the Harvard University Press.
  • 1990 Through a Window: 30 years observing the Gombe chimpanzees London: Weidenfeld & Nicolson; Boston: Houghton Mifflin.
  • 1993 Visions of Caliban (co-autore Dale Peterson, Ph.D.). Boston: Houghton Mifflin.
  • 1999 Brutal Kinship (con Michael Nichols). New York: Aperture Foundation.
  • 1999 Reason For Hope; A Spiritual Journey (con Phillip Berman). New York: Warner Books, Inc.
  • 2000 40 Years At Gombe New York: Stewart, Tabori, and Chang.
  • 2000 Africa In My Blood (edito da Dale Peterson). New York: Houghton Mifflin Company.
  • 2001 Beyond Innocence: An Autobiography in Letters, the later years (edito da Dale Peterson). New York: Houghton Mifflin Company
  • 2002 The Ten Trusts: What We Must Do To Care for the Animals We Love (con Marc Bekoff). San Francisco: Harper San Francisco
  • 2005 Harvest for Hope: A Guide to Mindful Eating New York: Warner Books, Inc.
  • 2008 Cambiare il mondo in una notte Roma: Di Renzo Editore
  • 2012 L'ombra dell'uomo Roma, Orme Editori, Prefazione di Stephen Jay Gould, a cura di Helena Colombini e Federica Frasca

Libri per bambini[modifica | modifica wikitesto]

  • 1972 Grub: The Bush Baby (with H. van Lawick). Boston: Houghton Mifflin.
  • 1988 My Life with the Chimpanzees New York: Byron Preiss Visual Publications, Inc.
  • 1989 The Chimpanzee Family Book Saxonville, MA: Picture Book Studio; Munich: Neugebauer Press; London: Picture Book Studio.
  • 1989 Jane Goodall's Animal World: Chimps New York: Macmillan.
  • 1989 Animal Family Series: Chimpanzee Family; Lion Family; Elephant Family; Zebra Family; Giraffe Family; Baboon Family; Hyena Family; Wildebeest Family Toronto: Madison Marketing Ltd.
  • 1994 With Love New York / London: North-South Books.
  • 1999 Dr. White (illustrato da Julie Litty). New York: North-South Books.
  • 2000 The Eagle & the Wren (illustrato da Alexander Reichstein). New York: North-South Books.
  • 2001 Chimpanzees I Love: Saving Their World and Ours New York: Scholastic Press
  • 2004 Rickie and Henri: A True Story (con Alan Marks) Penguin Young Readers Group

Film[modifica | modifica wikitesto]

  • 1963 Miss Goodall and the Wild Chimpanzees National Geographic Society
  • 1984 Among the Wild Chimpanzees National Geographic Special
  • 1988 People of the Forest con Hugo van Lawick, disponibile in italiano come DVD: Il Popolo della Foresta - Universal - 2009
  • 1990 Chimpanzee Alert in Nature Watch Series, Central Television
  • 1990 Chimps, So Like Us HBO film nominato per gli Academy Awards del 1990
  • 1990 The Life and Legend of Jane Goodall National Geographic Society.
  • 1990 The Gombe Chimpanzees Bavarian Television
  • 1995 Fifi's Boys per la serie Natural World della BBC
  • 1996 Chimpanzee Diary for BBC2 Animal Zone
  • 1997 Animal Minds per BBC
  • 2000 Jane Goodall: Reason For Hope PBS prodotta per KTCA
  • 2001 Chimps R Us PBS special Scientific Frontiers.
  • 2002 Jane Goodall's Wild Chimpanzees (IMAX format), in collabora<ione con Science North
  • Jane, regia di Brett Morgen (2017)

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine dell'Arca d'Oro (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dell'Arca d'Oro (Paesi Bassi)
— 1980
Premio Principe delle Asturie per la ricerca scientifica e tecnica (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Premio Principe delle Asturie per la ricerca scientifica e tecnica (Spagna)
— Oviedo, 21 maggio 2003[4]
Dama di Commenda dell'Ordine dell'Impero Britannico (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Commenda dell'Ordine dell'Impero Britannico (Regno Unito)
— Londra, 14 giugno 2003
Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore (Francia)
— Parigi, 17 gennaio 2006
Grande Ufficiale della Repubblica Italiana (Repubblica Italiana) - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale della Repubblica Italiana (Repubblica Italiana)
«Per il suo lavoro straordinario sui primati, per la sua azione determinante in favore del rispetto della biodiversità e dei popoli e per gli sforzi nell’educare e mobilitare il più grande numero di giovani»
— Roma, 24 novembre 2011[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Goodall, Jane (1986). The Chimpanzees of Gombe: Patterns of Behavior. Harvard University Press, 1986. ISBN 0674116496

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN108443470 · ISNI (EN0000 0001 2146 9834 · LCCN (ENn50039798 · GND (DE119004453 · BNF (FRcb11927603n (data) · NLA (EN35710792
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie