Jane Alexander (attrice 1972)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jane Alexander
Jane Alexander.jpg
Altezza182 cm
Occhiverdi
Capellirossi

Jane Ana Alexander (Watford, 28 dicembre 1972) è un'attrice, conduttrice televisiva, ex modella e doppiatrice britannica naturalizzata italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di nobili origini, la sua è una famiglia dell'aristocrazia anglo-irlandese che risale al XV secolo, discendente dal ramo Lord of the Isles; tra i suoi antenati William Alexander, I conte di Stirling. Jane Alexander è cugina di Pamela Digby che è stata nuora di Sir Winston Churchill. La nonna di Jane era invece Adelaide Bankes, dei Bankes di Kingston Lacy, imparentata con i Duca di Cumberland; nelle vene di Jane scorre quindi anche il sangue reale degli Hannover, casato reale a cui è appartenuta la Regina Vittoria, ava diretta della Regina Elisabetta II.[1]

Nata a Watford nel 1972[2] da padre britannico e da madre croata, si trasferisce prestissimo a Roma con la famiglia. I genitori, attivi nel mondo del doppiaggio, sono determinanti nella sua scelta di impegnarsi fin da giovanissima come doppiatrice. A 16 anni comincia a lavorare anche come modella.

Esordisce sul grande schermo nel 1993 nel film Le donne non vogliono più di Pino Quartullo; due anni dopo recita nel film L'uomo delle stelle per la regia di Giuseppe Tornatore; mentre nel 1999 la ritroviamo in Buck e il braccialetto magico per la regia di Tonino Ricci.

Il debutto televisivo è del 2001 nella conduzione di Coming Soon Television, a cui segue il game show notturno di LA7 Zengi all'interno del contenitore Call Game, programma andato in onda anche nel 2002. Sempre su LA7 nel 2001, conduce Blind Date. Nel 2002 interpreta Emma Jung nel film Prendimi l'anima per la regia di Roberto Faenza. Nel 2004 è impegnata con Sinners su Sky Cinema[3]; nello stesso anno la vediamo anche in Ultima razzia su Rete 4. Nel 2005 posa per il calendario sexy del mensile Capital, nello stesso anno è al Live 8 Roma. Nel 2006 su RaiSat Cinema conduce uno speciale sulla 63ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Vicina al movimento per i diritti degli omosessuali, nel 2002 conduce con Ambra Angiolini il Gay Pride di Roma.

Nel 2003 diventa madre di Damiano[4].

Tra le fiction tv più conosciute a cui ha preso parte, la serie tv Elisa di Rivombrosa ideata da Cinzia TH Torrini, andata in onda fra il 2003 e il 2005, dove interpreta la marchesa Lucrezia Van Necker Beauville. Nel 2005 interpreta Tonia Caracci nella miniserie Ho sposato un calciatore per la regia di Stefano Sollima; l'anno dopo interpreta Magdalia di Toblach ne La freccia nera, diretta da Fabrizio Costa.

Nel 2007 interpreta nuovamente il ruolo della marchesa Lucrezia Van Necker ne La figlia di Elisa - Ritorno a Rivombrosa, diretto da Stefano Alleva, seguito della serie Elisa di Rivombrosa. Sempre nel 2007 interpreta Laura in Tutte le donne della mia vita per la regia di Simona Izzo. L'anno seguente è Alessia nella miniserie televisiva Anna e i cinque. Nel 2009 è presente al Telefilm Festival. Dal 2009 al 2011 è impegnata con la serie Il commissario Manara, diretta da Davide Marengo, dove interpreta il ruolo del medico legale Ginevra Rosmini. Nel 2010 la ritroviamo nella serie Boris, ideata da Luca Manzi.

Nel 2011 interpreta Pamela nel film Una cella in due per la regia di Nicola Barnaba. Lo stesso anno la vede conduttrice della trasmissione di Italia 1 Mistero, programma che ritornerà a condurre anche nel successivo anno (coadiuvata da Paola Barale, Marco Berry, Daniele Bossari, Andrea G. Pinketts, Rachele Restivo e Nicole Pelizzari). Nel 2012 la ritroviamo anche nella serie 6 passi nel giallo. Tra il 2012 e il 2013 presenta il programma Volo in diretta, nella seconda serata di Rai 3, al fianco di Fabio Volo.

Nel 2013 torna a condurre Mistero; nello stesso anno, inoltre, ha condotto, su Rai 2, il primo scripted reality della televisione italiana, Il mattino dopo, un misto fra fiction e reality, dove 5 persone, interpretati però da attori (di qui il termine scripted reality), chiamano altre 5 persone, altrettanti attori, per rivelare loro dei segreti che si portano dietro da una vita, lasciando al tempo di una giornata la decisione di accettare o meno la decisione di questi ultimi.[5]

Nel 2014 interpreta Sarah nel film Anita B. per la regia di Roberto Faenza; nello stesso anno la ritroviamo nel cast della nuova edizione di Mistero sempre su Italia 1.

Nel 2015 partecipa a Monte Bianco - Sfida verticale, reality show di Rai 2 condotto da Caterina Balivo e Simone Moro, dove si classifica terza[6]. Nel 2016 interpreta Amelia Abela nella serie Rocco Schiavone per la regia di Michele Soavi. In questo periodo intraprende anche l'attività di dj[7]. Tra il 2017 e il 2018 è impegnata a teatro con lo spettacolo Godot[8]. Dal 2018 è la protagonista de Il punto J, programma Web TV trasmesso da 361tv[9]. Nel 2018 è su Mediaset Extra con la Gialappa's Band per Mai dire Mondiali, dove segue le partite dell'Inghilterra e della Croazia[10]. Nello stesso anno è fra i concorrenti della terza edizione del Grande Fratello VIP, condotto da Ilary Blasi su Canale 5.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Parisienne People by Giuseppe Tornatore, regia di Giuseppe Tornatore (1995)
  • 15 Seconds, regia di Gianluca Petrazzi (2008)
  • The Beginner, regia di Pierluigi Ferrantini (2015)
  • Lady B., regia di Pierluigi Ferrantini (2015)
  • Make Up Your Talent, regia di Camilla Colabona (2017)

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Animazione[modifica | modifica wikitesto]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Godot di Giorgia Mazzuccato (2017-2018)

Calendari[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jane Alexander, su m.dagospia.com.
  2. ^ Andrea Delogu, Jane Alexander: Sarà per questo che sono ancora sola?, in Panorama, 18 febbraio 2013. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  3. ^ Sinners, su film.it.
  4. ^ Chi è Jane Alexander?, su novella2000.it.
  5. ^ Il mattino dopo: stasera Rai2 testa il primo scripted realioty con Jane Alexander, su davidemaggio.it.
  6. ^ Monte Bianco 2015, Jane Alexander concorrente: Cordata Arancione con Roberto Rossi, su realityshow.blogosfere.it.
  7. ^ Jane Aleander dj, su eliterp.net.
  8. ^ Godot, la prima nazionale al Teatro Stabile di Roma, su spettacolo.eu.
  9. ^ Il punto J, su 361magazine.com.
  10. ^ Jane Alexander per "Mai dire Mondiali", su staseraintv.uno.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305948492 · SBN IT\ICCU\UBOV\051383