James Crichton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
James Crichton

James Crichton, conosciuto anche col nome di Admirable Crichton (tradotto in italiano come ammirabile Critonio) (Eliock in Dumfriesshire, 1560Mantova, 2 luglio 1582), è stato uno scienziato, poeta e matematico scozzese, famoso per la sua straordinaria conoscenza delle lingue, delle arti e delle scienze.

Parlava correttamente almeno dieci lingue (ebraico, siriaco, arabo, greco, latino, spagnolo, francese, italiano, inglese, neerlandese e antico slavo ecclesiastico) e aveva una cultura sterminata che lo portava ad avere un grosso ascendente sulle donne e le gelosie gli furono fatali.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

James Crichton di Clunie nasce da Robert Crichton e Elizabeth Stewart. Educato all'università di St. Andrews già a quattordici anni consegue la laurea. Quando lascia la Scozia, visita Parigi dove migliora la sua formazione e dove trascorre due anni nell'esercito. Nel 1579, approda in Italia attraverso Genova, Venezia e Padova. Nel 1581 giunge alla corte dei Gonzaga, diventando consigliere del duca di Mantova Guglielmo Gonzaga e forse precettore del figlio, il principe Vincenzo.[1]

La notte fra il 2 e il 3 luglio 1582 ha luogo il giallo della sua tragica morte dopo uno scontro a spada e pugnale con Vincenzo Gonzaga. Altre fonti danno la sua morte dovuta a un gruppo di sgherri mascherati di Vincenzo.

Crichton riposa ora nella piccola chiesa di San Simone a Mantova, in via Domenico Fernelli. Entrando sulla destra si trova una lapide bilingue, deposta nel 1914 da un suo discendente, che ricorda James Crichton of Eliock and Cluny (1560-1582) diventato in Italia l'Ammirabile Critonio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Amadei;Ercolano Marani (a cura di), I Gonzaga a Mantova, Milano, 1975. ISBN non esistente.
  • Maria Bellonci, Segreti dei Gonzaga, Verona, 1947, ISBN non esistente.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN38285983 · ISNI (EN0000 0000 2678 1790 · LCCN (ENn83041497 · BNF (FRcb12478115t (data)