Jim Cornette

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da James Cornette)
Jim Cornette
Immagine di Jim Cornette
Nome James Mark Cornette
Ring name Jim Cornette[1]
James E. Cornette[2]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Louisville, Kentucky
17 settembre 1961 (55 anni)
Altezza dichiarata 1.85 cm
Peso dichiarato 105 kg
Debutto 1982
Federazione ROH
Progetto Wrestling

James Mark Cornette (Louisville, 17 settembre 1961) è un commentatore televisivo, manager, promoter e booker[2] statunitense.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cornette ha lavorato come manager per la Jim Crockett Promotions, la WCW e la WWF guidando principalmente il celebre tag team dei The Midnight Express e, dal 1991 al 1995, è stato anche proprietario della Smoky Mountain Wrestling. Ha anche ricoperto incarichi autorevoli, come quello di commissario della ROH e di direttore del management per la TNA.

Attualmente è produttore esecutivo di Ring of Honor Wrestling sul canale televisivo SBG e booker della OVW[3][4].

È proverbiale l'odio che nutre nei confronti di Vince Russo, altro famoso e controverso booker.

Midnight Express[modifica | modifica wikitesto]

Con Cornette come loro manager, il tag team dei Midnight Express vinse per due volte il titolo NWA World Tag Team Championship e altri due titoli NWA United States Tag Team Championship. Nella veste di manager heel, Cornette era famoso per i suoi discorsi a voce alta e per l'onnipresente racchetta da tennis che si portava appresso,[5] che spesso egli usava come arma per colpire gli avversari dei suoi clienti ed assicurare loro la vittoria in maniera sleale durante i match. All'epoca Cornette era uno dei manager più odiati e i fan adoravano vederlo picchiato o umiliato. Lui e i Midnight Express erano così odiati, da rendere necessario che fossero scortati dalla polizia fuori dalle arene dopo i match.

Starrcade '86: Scaffold match[modifica | modifica wikitesto]

Quando era manager dei Midnight Express negli anni ottanta, Cornette subì un grave infortunio al ginocchio durante uno Scaffold Match tra i Midnight Express e i Road Warriors svoltosi a Starrcade '86. In un'intervista, Cornette ha raccontato che Dusty Rhodes lo convinse a eseguire una bravata pericolosa dove avrebbe dovuto cadere dell'alto della passerella sospesa sopra il ring, che Cornette stima fosse stata posta a venticinque piedi d'altezza dal pavimento dell'arena. L'idea iniziale era che Paul Ellering, il manager dei Road Warriors, avrebbe dovuto inseguire Cornette sulla passerella. Una volta lì, egli avrebbe dovuto essere acciuffato da Road Warrior Animal, che lo avrebbe aiutato a scendere dalla passerella tenendolo ben stretto, fino a quando Cornette, sceso alla distanza giusta, si sarebbe bloccato per poi cadere sul ring appena pronto. Cornette, però, soffriva di una grave forma di acrofobia e, preso dal panico, si gettò dalla cima della passerella. Come conseguenza della rovinosa caduta, si strappò tutti i legamenti di un ginocchio, oltre a subire un danno osseo e la rottura della cartilagine.[6]

World Wrestling Federation/Entertainment (1993–2005)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993 Cornette entrò in WWF mentre era ancora un promoter della SMW. Come già fatto in altre compagnie, Cornette svolse diverse mansioni in WWF, incluse le attività di manager, commentatore televisivo, e membro del team degli sceneggiatori. Il ruolo manageriale più celebre da lui svolto in WWF fu quello di "portavoce americano" del WWF Champion Yokozuna.[5] Dopo il fallimento della SMW, nel 1996 Cornette si dedicò a tempo pieno alla WWF, principalmente in veste di talent scout.

Davanti agli schermi, era il leader malvagio della stable "Camp Cornette", che ebbe tra i suoi membri Yokozuna, Mantaur, Vader, Owen Hart, e The British Bulldog. Fu anche manager di Tom Prichard e Jimmy Del Ray durante il loro breve stint in WWF.[5] Nel 1997, Cornette divenne stabilmente commentatore dei programmi televisivi WWF. Fu in questo periodo che iniziò a fare una serie di controverse dichiarazioni su quello che riteneva giusto o sbagliato nel mondo del wrestling, e sebbene fosse stipendiato dalla WWF, Cornette non esitava a lodare lottatori della WCW che secondo lui se lo meritavano. Dopo un'intensa attività come booker dietro le quinte, Cornette venne rimosso dall'incarico per le frequenti liti con Vince Russo.

Nel 1998, Cornette capeggiò la "NWA Invasion",[5] con una stable che includeva Jeff Jarrett, Barry Windham, e The Rock 'n' Roll Express. Dopo una parentesi come manager dei "New" Midnight Express[5], sparì dalla circolazione. Tornò ad apparire in un programma WWF in occasione di WrestleMania X-Seven a Houston, per prendere parte alla "Gimmick Battle Royal" e venendo eliminato quasi subito da Hillbilly Jim.[5]

Successivamente Cornette ricoprì la carica di booker e comproprietario della Ohio Valley Wrestling, all'epoca principale territorio di sviluppo della WWE. Come sviluppatore di talenti, Cornette contribuì alla scoperta di John Cena, Randy Orton, e Brock Lesnar.[7]

Nel maggio 2005, Cornette venne sospeso per diverse settimane per aver preso a schiaffi nel backstage Anthony Carelli, colpevole a suo dire di non aver "venduto" bene sul ring il wrestler The Boogeyman ridendogli in faccia durante un evento OVW dal vivo (e quindi mancando dell'opportuna reazione da parte di un wrestler che subisce un'offensiva o una mossa da parte dello sfidante). Poco tempo dopo, la WWE non rinnovò il contratto di Cornette che lasciò la compagnia nel luglio 2005. Nella primavera del 2007, Carelli, ora diventato un wrestler WWE professionista con il ring name di Santino Marella, apparve durante un programma radiofonico canadese dove sfidò pubblicamente Jim Cornette a combattere con lui sul ring nonostante all'epoca Cornette fosse sotto contratto con la compagnia rivale TNA.

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Professional Wrestling Hall of Fame and Museum

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jim Cornette profile, Online World of Wrestling. URL consultato il 20 novembre 2009.
  2. ^ a b Jim Cornette, Online World of Wrestling. URL consultato il 20 novembre 2009.
  3. ^ CANOE - SLAM! Sports - Wrestling - Cornette returns to ROH as Danielson, McGuinness depart
  4. ^ James Caldwell, ROH/OVW News: Jim Cornette announced as new OVW matchmaker; "working relationship" announced between ROH & OVW, in Pro Wrestling Torch, 9 settembre 2010. URL consultato il 9 settembre 2010.
  5. ^ a b c d e f Brian Shields e Kevin Sullivan, WWE Encyclopedia, DK, 2009, p. 152, ISBN 978-0-7566-4190-0.
  6. ^ Jim Cornette cade durante lo Scaffold match - YouTube
  7. ^ http://www.wwe.com/superstars/jim-cornette

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN49028017 · LCCN: (ENno2008018627