Jake Elliott

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jake Elliott
Jake Elliott Super Bowl LII warmups.jpg
Elliott nel riscaldamento del Super Bowl LII
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 175 cm
Peso 77 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Placekicker
Squadra Philadelphia Eagles
Carriera
Giovanili
2013-2016 Memphis Tigers
Squadre di club
2017 Cincinnati Bengals
2017- Philadelphia Eagles
Statistiche
Partite 15
Field goal segnati/tentati 26/31 (83,9%)
Field goal più lungo 61
Palmarès
Super Bowl 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 5 febbraio 2018

Jake Elliott (Western Springs, 21 gennaio 1995) è un giocatore di football americano statunitense che milita nel ruolo di placekicker per i Philadelphia Eagles della National Football League (NFL).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Cincinnati Bengals[modifica | modifica wikitesto]

Glasgow al college giocò a football con i Memphis Tigers dal 2013 al 2016. Fu scelto dai Cincinnati Bengals nel corso del quinto giro (153º assoluto) del Draft NFL 2017.[1] Dopo essere stato battuto dal veterano Randy Bullock per il posto di kicker titolare fu svincolato e rifirmò il giorno successivo con la squadra di allenamento dei Bengals.

Philadelphia Eagles[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 settembre 2017, Elliott firmò con i Philadelphia Eagles dopo l'infortunio di Caleb Sturgis. Il 24 settembre 2017 al Lincoln Financial Field di Filadelfia, Elliott calciò un field goal da 61 yard che diede alla squadra la vittoria sui New York Giants nell'ultima giocata della partita (l'azione iniziò con un secondo al termine della gara sul risultato di 24-24). Fu il settimo field goal più lungo della storia della NFL, il più lungo nella storia degli Eagles, il più lungo nello stadio di Filadelfia e il più lungo della storia per un rookie.[2] Per questa prestazione fu premiato come miglior giocatore degli special team della NFC della settimana e come rookie della settimana[3] Nel divisional round dei playoff si appropriò anche del record di franchigia nella post-season, segnando da 53 yard nella vittoria sugli Atlanta Falcons che portò gli Eagles in finale di conference.[4] Il 4 febbraio 2018 allo U.S. Bank Stadium di Minneapolis segnò tre field goal nel Super Bowl LII vinto contro i New England Patriots per 41-33, il primo trionfo della storia della franchigia.[5]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Philadelphia Eagles: LII
Philadelphia Eagles: 2017

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

3ª del 2017
3ª del 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 2017 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame, 2017. URL consultato il 21 agosto 2017.
  2. ^ Nfl, 3ª: in campo va la protesta. Tavecchio infallibile, ma Raiders k.o., gazzetta.it, 25 settembre 2017. URL consultato il 25 settembre 2017.
  3. ^ (EN) Tom Brady, Kirk Cousins among Players of the Week, NFL.com, 27 settembre 2017. URL consultato il 27 settembre 2017.
  4. ^ (EN) Game Center: Atlanta 10 Philadelphia 15, NFL.com, 13 gennaio 2018. URL consultato il 14 gennaio 2018.
  5. ^ Super Bowl, la prima volta di Philadelphia. Brady, niente rimonta, gazzetta.it, 5 febbraio 2018. URL consultato il 5 febbraio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]