Jai Hindley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jai Hindley
JaiHindleyGiro2022.jpg
Jai Hindley vincitore del Giro d'Italia 2022
Nazionalità Australia Australia
Altezza 175 cm
Peso 60 kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Bora
Carriera
Squadre di club
2015Aran Cucine
2016Attaque Team Gusto
2017Mitchelton-Scott
2018-2020Sunweb
2021Team DSM
2022-Bora
Nazionale
2020-Australia Australia
Statistiche aggiornate al 29 maggio 2022

Jai Hindley (Perth, 5 maggio 1996) è un ciclista su strada australiano che corre per il team Bora-Hansgrohe. Professionista dal 2018, ha caratteristiche di scalatore, nel 2022 si è aggiudicato una tappa e la classifica generale del Giro d'Italia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

All'età di sei anni sale per la prima volta su una bici, incoraggiato dai genitori, appassionati di ciclismo, e a 13 anni partecipa alla sua prima gara.[1] Nel 2013 conquista la medaglia di argento nella prova in linea juniores dei Campionati oceaniani di ciclismo su strada. L'anno successivo ottiene un terzo posto nel campionato nazionale e un altro nel campionato continentale.

Nel 2016 vince il Gran Premio Capodarco in Italia[2] e la settimana successiva si piazza al quinto posto della classifica generale del Tour de l'Avenir. A inizio 2017 arriva secondo allo Herald Sun Tour e terzo nella prova in linea dei Campionati oceaniani; in aprile si piazza secondo al Trofeo Città di San Vendemiano e pochi giorni dopo vince il Toscana Terra di Ciclismo Eroica. In giugno partecipa al Giro d'Italia Under-23 vincendo l'ultima tappa e piazzandosi al terzo posto in classifica generale; conclude la stagione con il successo al Tour of Fuzhou, gara a tappe in Cina.[3]

Dopo due anni in squadre Continental, nel 2018 fa il grande salto nel World Tour accasandosi, insieme al connazionale Michael Storer, alla tedesca Sunweb. Al primo anno nella massima categoria si piazza decimo al Giro di Slovenia 2018 e partecipa alla sua prima Vuelta a España; nella stagione seguente, dopo aver partecipato come gregario al suo primo Giro d'Italia, conclude secondo, alle spalle del solo Pavel Sivakov, nella classifica finale del Giro di Polonia 2019.[4]

Jai Hindley durante una salita con alla sua ruota Richard Carapaz in maglia rosa al Giro d'Italia 2022.

Apre la stagione 2020 con il successo finale allo Herald Sun Tour, arricchito da due vittorie parziali nella seconda e nella quarta tappa. Dopo lo stop all'attività a causa della pandemia di COVID-19, prende il via al Giro d'Italia. Entrato nella Top 10 di classifica dopo la nona tappa a Roccaraso, e salito al terzo posto parziale dopo la quindicesima frazione a Piancavallo,[5] il 22 ottobre vince in volata, superando Tao Geoghegan Hart, la diciottesima tappa, da Pinzolo ai Laghi di Cancano, tappa che comprendeva la Cima Coppi sul Passo dello Stelvio; questa vittoria lo porta al secondo posto in classifica generale alle spalle del compagno di squadra, l'olandese Wilco Kelderman.[6][7] Due giorni dopo, grazie al secondo posto nella penultima tappa del Giro, la Alba-Sestriere, va a vestire la maglia rosa del primato. È però costretto a cedere la maglia, definitivamente, il giorno successivo, al termine della cronometro finale di Milano, terminando la corsa al secondo posto, battuto di 39 secondi da Geoghegan Hart.[8] Dopo essersi ritirato nel 2021,[9] torna nel 2022 alla Corsa Rosa come una delle tre punte della Bora insieme a Buchmann e Kelderman e riesce a portare a casa il trofeo, anticipando in classifica generale il grande favorito Richard Carapaz, Mikel Landa e Vincenzo Nibali,[10] vincendo pure la nona tappa con arrivo sul Blockhaus.[11]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016 (Attaque Team Gusto)
Gran Premio Capodarco (con la Selezione australiana)
  • 2017 (Mitchelton-Scott)
Classifica generale Toscana Terra di Ciclismo Eroica
7ª tappa Giro d'Italia Under-23 (Cima Pantin > Francavilla al Mare)
4ª tappa Tour of Fuzhou (Yong Tai > Yun Ding)
Classifica generale Tour of Fuzhou
  • 2020 (Team Sunweb, quattro vittorie)
2ª tappa Herald Sun Tour (Beechworth > Falls Creek)
4ª tappa Herald Sun Tour (Mansfield > Mount Buller)
Classifica generale Herald Sun Tour
18ª tappa Giro d'Italia (Pinzolo > Laghi di Cancano)
  • 2022 (Bora-Hansgrohe, due vittorie)
9ª tappa Giro d'Italia (Isernia > Blockhaus)
Classifica generale Giro d'Italia

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016 (Attaque Team Gusto)
Classifica giovani An Post Rás
  • 2017 (Mitchelton-Scott)
Classifica giovani Herald Sun Tour
1ª tappa, 1ª semitappa Toscana Terra di Ciclismo Eroica (Cinigiano > Cinigiano, cronosquadre)
Classifica GPM Toscana Terra di Ciclismo Eroica
Classifica scalatori Herald Sun Tour

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2019: 35º
2020: 2º
2021: non partito (14ª tappa)
2022: vincitore

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2022: non partito
2018: 47º
2019: 31º
2020: 64º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Ponferrada 2014 - In linea Juniores: 24º
Doha 2016 - In linea Under-23: 144º
Bergen 2017 - In linea Under-23: 64º
Innsbruck 2018 - In linea Under-23: 11º
Imola 2020 - In linea Elite: ritirato

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Jai Hindley, su Teamsunweb.com. URL consultato il 21 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2018).
  2. ^ CORSE STF: L'australiano Hindley espugna Capodarco, su Federazione Ciclistica Italiana, 16 agosto 2016. URL consultato il 30 maggio 2022.
  3. ^ (EN) Jai Hindley, su procyclingstats.com. URL consultato il 21 aprile 2018.
  4. ^ (EN) Jai Hindley - 2019, su procyclingstats.com. URL consultato l'11 aprile 2021.
  5. ^ (EN) Jai Hindley - 2020, su procyclingstats.com. URL consultato l'11 aprile 2021.
  6. ^ Hindley vince, Kelderman in rosa. Lo Stelvio riscrive il Giro d'Italia, su ilfoglio.it. URL consultato il 25 ottobre 2020.
  7. ^ Giro d'Italia, 18ª tappa: Kelderman conquista la maglia rosa, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 29 maggio 2022.
  8. ^ Geoghegan Hart conquista il Giro d'Italia, poker di Ganna a Milano, su gazzetta.it. URL consultato il 25 ottobre 2020.
  9. ^ Giro d'Italia 2021, Jai Hindley si ritira per dolore al soprasella: "Deluso, ma non c'è altra opzione", su SpazioCiclismo, 22 maggio 2021. URL consultato il 30 maggio 2022.
  10. ^ L'australiano Hindley è il vincitore del Giro d'Italia. A Sobrero la crono finale, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 29 maggio 2022.
  11. ^ Giro d’Italia: l’australiano Hindley trionfa sul Blockhaus, Lopez salva la rosa, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 29 maggio 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]