Jadranka Kosor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jadranka Kosor
16 obljetnica vojnoredarstvene operacije Oluja 04082011 Jadranka Kosor crop 924.jpg
Jadranka Kosor

Primo ministro della Croazia
Durata mandato 6 luglio 2009 –
23 dicembre 2011
Presidente Stjepan Mesić
Ivo Josipović
Predecessore Ivo Sanader
Successore Zoran Milanović

Ministro per la Famiglia, i Veterani di Guerra e l'Integrazione
Durata mandato 23 dicembre 2003
Predecessore Ivica Pančić
Successore Tomislav Ivić

Presidente dell'Unione Democratica Croata
Durata mandato 4 luglio 2009 –
21 maggio 2012
Predecessore Ivo Sanader
Successore Tomislav Karamarko

Dati generali
Partito politico Indipendente (dal 2013)
In precedenza:
SKH (fino al 1990)
HDZ (1995-2013)
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Università Università di Zagabria
Professione Giornalista
Firma Firma di Jadranka Kosor

Jadranka Kosor (Pakrac, 1º luglio 1953) è una politica e giornalista croata.

È stata primo ministro della Croazia dal 2009 al 2011 a seguito delle dimissioni del primo ministro Ivo Sanader.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver completato i suoi studi in giurisprudenza presso l'Università di Zagabria, la Kosor ha lavorato dal 1972 come giornalista per il quotidiano Večernji list e per Radio Zagabria. Durante la guerra in Croazia 1991-1995, ha lavorato come reporter radiofonica. Qui ha iniziato ad affrontare questioni come il problema dei profughi e i traumi dei veterani di guerra.

Nel 1995 venne candidata dall'Unione Democratica Croata (HDZ), il maggiore partito croato, alla carica di parlamentare. Dal 1995 al 2000 è stata Vice Presidente del Parlamento, dal 1995 al 1997 e nuovamente dal 2002 al 2009 è stata vice presidente del HDZ.

Il primo ministro Ivo Sanader ha nominato la Kosor, dopo la sua vittoria elettorale nel 2003, Ministro per la Famiglia, i Veterani di Guerra e l'Integrazione.

L'HDZ ha altresì candidato la Kosor nel 2005 per le elezioni presidenziali. Dopo la prima fase nel ballottaggio, due settimane dopo il 16 gennaio 2005, è stata però sconfitta da Stjepan Mesić.

Dopo il ritiro a sorpresa dalla vita politica del primo ministro Ivo Sanader il 1º luglio 2009, durante l'attuale legislatura, la Kosor è stata indicata dallo stesso come nuovo premier e segretario del partito. Il 3 luglio è stata incaricata, dal presidente della repubblica Stjepan Mesić, di formare un nuovo governo. Il 4 luglio è stata confermata segretaria della HDZ nel corso di un'assemblea generale. Due giorni dopo, il 6 luglio 2009, è stata confermata dal Sabor, con 83 voti favorevoli su 153, quale nuovo Primo Ministro della Croazia.

Jadranka Kosor è la prima donna capo di governo da quando la Croazia ha ottenuto l'indipendenza. Nella sua dichiarazione di governo ha annunciato di agire contro la corruzione e di porre come priorità l'adesione della Croazia all'Unione europea. Quest'ultimo obiettivo è stato raggiunto con la chiusura dei negoziati e l'entrata, dopo il referendum e le ratifiche dei vari stati, a partire dal 1º luglio 2013.

Ricandidatasi alle elezioni parlamentari nel 2011 come premier, è stata sconfitta nettamente dalla coalizione di centro-sinistra Kukuriku.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN16462686 · ISNI (EN0000 0000 3501 1907 · LCCN (ENn94095761