Józef Glemp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Józef Glemp
cardinale di Santa Romana Chiesa
Józef Glemp.jpg
Il cardinale Glemp il 21 dicembre 2009
Coat of arms of Józef Glemp.svg
Caritate in iustitia
Incarichi ricoperti
Nato 18 dicembre 1929, Inowrocław
Ordinato presbitero 25 maggio 1956 dal vescovo Franciszek Jedwabski
Nominato vescovo 4 marzo 1979 da papa Paolo VI (poi beato)
Consacrato vescovo 21 aprile 1979 dal cardinale Stefan Wyszyński
Elevato arcivescovo 7 luglio 1981 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Creato cardinale 2 febbraio 1983 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Deceduto 23 gennaio 2013, Varsavia

Józef Glemp (Inowrocław, 18 dicembre 1929Varsavia, 23 gennaio 2013) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico polacco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ricevette l'ordine sacro il 25 maggio 1956. Successivamente studiò diritto canonico. Il 4 marzo 1979 fu nominato da papa Giovanni Paolo II vescovo di Varmia, nella parte nord-orientale del Paese, e venne consacrato il 21 aprile 1979.

Il 7 luglio 1981 fu promosso arcivescovo di Gniezno e di Varsavia, arcidiocesi all'epoca unite in persona episcopi, rette quindi dal medesimo arcivescovo. Reggendo l'arcidiocesi di Gniezno divenne anche primate di Polonia.

Dal 18 settembre 1981 al 9 giugno 2007 fu ordinario per i fedeli di rito orientale residenti in Polonia e sprovvisti di ordinario del proprio rito.

Nel concistoro del 2 febbraio 1983 fu elevato al rango di cardinale da papa Giovanni Paolo II.

Il 18 dicembre 2009, compiendo 80 anni, perse il diritto al voto attivo nel prossimo conclave. Perse inoltre, nella medesima data, il titolo di primate di Polonia, concessogli in proroga fino a quel giorno da papa Benedetto XVI. Il titolo primaziale tornò all'arcivescovo di Gniezno, sede storica del primate di Polonia.

Fu membro della Congregazione per le Chiese Orientali, del Pontificio Consiglio della Cultura e del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica.

Si spense, dopo una lunga malattia, il 23 gennaio 2013 all'età di 83 anni.

Tomba del cardinale.

Le esequie, presiedute dal cardinale Stanisław Dziwisz e concelebrate da numerosi presuli tra cui i cardinali Dominik Duka, Péter Erdő, Lluís Martínez Sistach, Joachim Meisner e Josip Bozanić, si sono tenute il 28 gennaio nella basilica arcicattedrale di San Giovanni Battista di Varsavia. La salma è stata poi tumulata nella cripta degli arcivescovi.[1]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca
— 18 dicembre 2009
Cavaliere dell'Ordine dell'Ecce Homo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Ecce Homo
— 29 maggio 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cenni biografici

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Varmia Successore BishopCoA PioM.svg
Józef Drzazga 4 marzo 1979 - 7 luglio 1981 Jan Wladyslaw Oblak
Predecessore Presidente della Conferenza Episcopale della Polonia Successore Mitra heráldica.svg
Stefan Wyszyński 1981 - 18 marzo 2004 Józef Michalik
Predecessore Arcivescovo metropolita di Gniezno Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Stefan Wyszyński 7 luglio 1981 - 25 marzo 1992 Henryk Józef Muszyński
Predecessore Primate di Polonia Successore PrimateNonCardinal PioM.svg
Stefan Wyszyński 7 luglio 1981 - 18 dicembre 2009 Henryk Józef Muszyński
Predecessore Arcivescovo metropolita di Varsavia Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Stefan Wyszyński 7 luglio 1981 - 6 dicembre 2006 Stanislaw Wojciech Wielgus
Predecessore Gran priore per la Polonia dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme Successore Croix de l Ordre du Saint-Sepulcre.svg
Stefan Wyszyński 7 luglio 1981 - 6 dicembre 2006 Stanislaw Wojciech Wielgus
Predecessore Ordinario per i fedeli di rito orientale in Polonia Successore BishopCoA PioM.svg
- 18 settembre 1981 - 9 giugno 2007 Kazimierz Nycz
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria in Trastevere Successore CardinalCoA PioM.svg
Stefan Wyszyński 2 febbraio 1983 - 23 gennaio 2013 Loris Francesco Capovilla
Controllo di autorità VIAF: (EN57424514 · LCCN: (ENn85339860 · SBN: IT\ICCU\RAVV\061132 · ISNI: (EN0000 0001 1507 1088 · GND: (DE119432609 · BNF: (FRcb12091962k (data) · BAV: ADV11413644